Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Bologna

NOTIZIE

 

 GIORNATA DI STUDIO SUI CONTROLLI NEGLI ENTI LOCALI

Si è tenuta oggi, 23 aprile, presso la Prefettura di Bologna, una giornata di studio organizzata di intesa con la Scuola di Specializzazione in Studi sull'Amministrazione Pubblica, la Fondazione “PROMO P.A.” e la Fondazione “Istituto di Studi di Diritto Amministrativo Umberto Borsi”, sul tema del Patto di stabilità.

Nel corso dell’incontro, al quale hanno partecipato dirigenti degli Enti locali, magistrati, docenti e studenti universitari, è stata presentata la ricerca commissionata dalla Fondazione Borsi e relativa alla realizzazione da parte della Fondazione “PROMO P.A.” di un’indagine conoscitiva sull’argomento “ L’applicazione del Patto di stabilità: l’esperienza dell’Emilia-Romagna a confronto con altre regioni italiane e alcuni paesi europei ”.

I lavori della giornata, aperti dal Direttore della SP.I.S.A. Prof. Franco Mastragostino e dal Prefetto Angelo Tranfaglia - il quale si è soffermato, tra l'altro, sull’estrema attualità del dibattito sul Patto di stabilità che ha portato proprio in questi giorni all’approvazione da parte del Governo del Decreto Legge 8aprile 2013, n. 35, che prevede lo sblocco dei pagamenti dei debiti delle Pubbliche amministrazioni verso le imprese - sono iniziati con l’illustrazione dei risultati della ricerca da parte della Dott.ssa Annalisa Giachi, Responsabile Ricerca Fondazione Promo P.A., e con gli interventi del Presidente Promo P.A. Dott. Gaetano Scognamiglio e del Prof. Franco Mosconi dell’Università degli Studi di Parma, il quale ha in particolare evidenziato come le stringenti regole poste dal Patto di stabilità possano, senza contestuali efficaci misure per la crescita e la ripresa economica, amplificare gli effetti della recessione.

Ha fatto seguito un seminario in cui sono state trattate le tematiche oggetto di tre distinte ricerche svolte grazie agli assegni di ricerca conferiti dalla S.P.I.S.A. e finanziati dalla Fondazione Borsi. Gli argomenti, di particolare interesse, relativi all'utilizzo del modello societario all'interno delle politiche di intervento del governo locale, al coordinamento dei livelli di governo territoriale nella nuova disciplina dei servizi pubblici locali di rilevanza economica e alla collaborazione pubblico-privati nell’esercizio della funzione urbanistica, sono stati illustrati dagli studenti impegnati nelle ricerche dopo approfondita introduzione dei professori Marco Dugato, Giuseppe Caia e Franco Mastragostino dell’Università di Bologna, i quali hanno seguito e supportato i ricercatori stessi nell’attività di studio.
.


Pubblicato il :

 ESTRAZIONE REVISORI DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI - COMUNE DI BARICELLA

Si comunica che mercoledì 24 aprile p.v. alle ore 12.00 presso questa Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo, si provvederà all'estrazione a sorte per la conseguente nomina dell'organo di revisione economico-finanziario monocratico del Comune di Baricella.
Pubblicato il :

 VISITA DEL CONSOLE CINESE A MILANO

Il Prefetto di Bologna Angelo Tranfaglia ha ricevuto oggi, 19 aprile 2013, a Palazzo Caprara Montpensier in visita di cortesia il Console Generale della Repubblica Popolare di Cina a Milano Sig.a Liao Juhua.

Nel corso dell’incontro, che si è svolto in un clima di viva cordialità, il Prefetto ed il Console hanno conversato su tematiche di interesse reciproco, auspicando il rafforzamento dei legami economici e culturali esistenti tra i due Paesi.
.

Pubblicato il :

 ENEL E PREFETTURA DI BOLOGNA INSIEME PER LA TUTELA DELLA LEGALITA'

Enel e Prefettura di Bologna impegnate nel combattere e prevenire il rischio di infiltrazioni della criminalità organizzata nelle operazioni e nelle attività dell’Azienda elettrica. Con questo obiettivo è stato sottoscritto oggi a Bologna, tra Enel e Prefettura, il protocollo territoriale per la tutela della legalità. L' iniziativa mira a declinare territorialmente le sinergie e le buone pratiche introdotte lo scorso anno a Roma dal ministro dell' Interno, Anna Maria Cancellieri e dall' amministratore delegato di Enel, Fulvio Conti , che siglarono un accordo quadro per la tutela della legalità. Un esempio innovativo di collaborazione tra la Pubblica Amministrazione e il settore privato per prevenire il rischio di potenziali infiltrazioni criminali nelle attività di Enel, coordinando operazioni condivise e mirate sul territorio bolognese.
Diversi sono i campi di applicazione dell’accordo che consentirà un più rapido e incisivo intervento in caso di furti di materiali destinati alle infrastrutture elettriche, e in particolare di cavi di rame, di attentati alla sicurezza degli impianti di produzione e di distribuzione di energia elettrica, di furti e frodi di energia elettrica, di frodi contrattuali nel processo di smaltimento dei rifiuti, di lavoro nero e della sicurezza dei lavoratori nei cantieri, di fenomeni di corruzione e concussione nel rilascio di atti amministrativi strumentali alla esecuzione di appalti.

Enel e Prefettura rafforzeranno la collaborazione attraverso azioni comuni di informazione e verifica per realizzare un favorevole contesto di sicurezza per il sano sviluppo economico del territorio.

L’adesione a questo protocollo di legalità, che coinvolge in particolare il settore privato, si inserisce a pieno titolo nel quadro di quell’intensa attività avviata da anni volta a rafforzare - ha dichiarato il Prefetto di Bologna Angelo Tranfaglia - l’importante cooperazione e sinergia tra le Istituzioni, che in questa provincia, come nel resto della regione, hanno portato a significativi e importanti risultati nella prevenzione e nella lotta al fenomeno delle infiltrazioni criminali di stampo mafioso nel tessuto economico del territorio regionale.

Non dimentichiamo – ha proseguito il Prefetto – che nell’attuale fase la Prefettura di Bologna, sempre sensibile e attenta ai temi del contrasto e della prevenzione sempre più efficaci alla criminalità organizzata, è altresì impegnata nella realizzazione di penetranti controlli antimafia nei confronti delle imprese interessate alla ricostruzione post-sisma, anche mediante la formazione delle c.d. white list, ed in tale contesto il Protocollo con Enel senz’altro costituisce ulteriore efficace strumento del quale disporre grazie alla collaborazione sinergica tra tutte le Istituzioni ”.

" Questo protocollo - ha dichiarato Domenico Vozza , Procuratore di Enel - Responsabile Security - rafforza la collaborazione con la Prefettura e le Forze dell’Ordine sul territorio, con particolare attenzione agli aspetti della trasparenza, della correttezza e della legalità. L’attuazione di questo accordo consentirà di preservare gli investimenti sul territorio e, in particolare, lo scambio di informazioni costituirà una risorsa importante per aumentare le capacità di analisi a tutela di infrastrutture di grande importanza per la regione e per il sistema paese”.
.


Pubblicato il 09/04/2013 ultima modifica il 09/04/2013 alle 17:34:48

 
Torna su