Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Bologna

Comunicati Stampa

 

 Conferenza stampa di fine anno

Questa mattina in Prefettura si è svolta la conferenza stampa di fine anno durante la quale è stato fatto un punto di situazione sulle attività, in particolare quelle inerenti i profili dell'ordine pubblico e la sicurezza, messe in campo.

Il Prefetto Patrizia Impresa - con il Questore Gianfranco Bernabei, il Comandante provinciale dei Carabinieri Pierluigi Solazzo e il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Luca Cervi - ha voluto in particolare evidenziare l'impegno profuso da tutte le Forze di Polizia sul piano della prevenzione e del contrasto alla criminalità. Un impegno grazie al quale si è registrato  un calo dei reati in città ed in tutta la provincia.

Tra gli strumenti messi in campo, il Prefetto ha voluto ricordare, in particolare, le iniziative finalizzate a restituire alcuni spazi pubblici ad una positiva fruizione da parte dei cittadini. Tra questi certamente Piazza Verdi e il Parco della Montagnola al centro di una azione sinergica che ha visto attuata una strategia a 360 gradi in cui lo strumento dell'ordinanza ex art. 2 T.U.L.P.S. per l'allontanamento di soggetti dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti - il c.d. mini-D.A.SPO. del Prefetto- è stato seguito dalle iniziative del Comune per animare con attività sociali e culturali tali aree della città.

E' sul  fenomeno dello spaccio che si è concentrata l'attenzione del Comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica che, anche in attuazione alle più recenti direttive ministeriali, ha dato impulso ad una intensificazione dei  servizi di vigilanza che proseguirà anche nel prossimo anno.

Il Prefetto ha ricordato che, sul tema,  l'Amministrazione comunale ha promosso una specifica progettualità, condivisa in sede di Comitato e che ha anche coinvolto l'Ufficio Scolastico provinciale, finanziata nell'ambito dell'iniziativa nazionale "Scuole Sicure": grazie ad un finanziamento di € 98.250 sono state avviate iniziative di sensibilizzazione rivolte agli studenti e rafforzata l'attività di controllo nei pressi di istituti scolastici mediante l'impiego di unità cinofile.

Importanti investimenti sono stati fatti anche sul piano della videosorveglianza. Hanno ottenuto un finanziamento da parte del Ministero dell'Interno le Amministrazioni comunali di Granarolo Emilia, Castenaso e Bologna. Le somme stanziati, insieme alla quota di co-finanziamento del Comune, saranno utilizzati per l'implementazione dei sistemi in essere, anche grazie alle nuove funzionalità come quella della lettura delle targhe dei veicoli.

E importante sarà l'intervento per l'implementazione degli standard di sicurezza della Stazione di Bologna grazie al progetto messo in campo da Ferrovie che prevede l'introduzione di controlli attraverso appositi varchi di ingresso alla stazione per la verifica del possesso del titolo di viaggio, similmente a quanto accade in altre grandi stazioni come Roma e Milano.  

In agenda, per il 2019, nuove attività e iniziative tese a consolidare i risultati raggiunti e a sviluppare interventi diretti a migliorare la percezione di sicurezza da parte dei cittadini.

In questa direzione andrà l'impegno del Prefetto e dei vertici provinciali delle Forze di Polizia, così come quello delle donne e degli uomini della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza quotidianamente impegnati nelle attività sul campo.

Pubblicato il :

 Sicurezza nei locali pubblici

Ieri pomeriggio il Prefetto Patrizia Impresa ha incontrato gli Assessori del Comune di Bologna Alberto Aitini e Matteo Lepore e i rappresentanti di SILB, Arci, Aics e Arci Gay per un primo punto di confronto sulla questione della sicurezza nei locali pubblici.

Dal Tavolo è emerso che in questi anni è stato svolto un importante lavoro diretto alla formazione degli esercenti e finalizzato ad una loro professionalizzazione. La complessità delle diverse normative di settore che si intersecano nella materia richiede un costante aggiornamento per mantenere adeguati standard di sicurezza, in particolar modo nella gestione di eventi cui partecipano i più giovani.

Sono pervenuti dall'incontro interessanti spunti di riflessione per lo sviluppo di iniziative non solo in un'ottica di controllo e vigilanza, ma anche nella direzione di campagne di comunicazione e di engagement, che valorizzino la rete tra istituzioni pubbliche e associazioni rappresentative di questa realtà.

Seguirà un nuovo incontro finalizzato a definire una più puntuale strategia di intervento per il prossimo anno.

Pubblicato il :

 
Torna su