Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Bologna

Comunicati Stampa

 

 Sottoscrizione del Protocollo recante misure straordinarie di intervento per la riduzione del disagio abitativo

Il Prefetto Patrizia Impresa ha sottoscritto con la Vice Presidente della Regione Emilia Romagna Elisabetta Gualmini, l'Assessore alla casa del Comune di Bologna Virginia Gieri, i rappresentanti della Città Metropolitana, dei Comuni ad alta tensione abitativa della provincia, del Tribunale di Bologna, delle parti sociali (sindacati inquilini e proprietari), Acer, Anci e dell'Ordine degli Avvocati di Bologna il Protocollo recante misure straordinarie di intervento per la riduzione del disagio abitativo .

Si tratta di un aggiornamento dello strumento messo in campo dalla Prefettura di Bologna per la prima nel 2011, anticipando così la legislazione nazionale che, all'epoca, non era ancora intervenuta sul tema della morosità incolpevole.

Si tratta di contributi a fondo perduto che, anche nell'attuale stesura -così come nella precedente edizione - possono coprire -nell'ambito delle procedure di rilascio forzato non ancora convalidate- l'intera morosità entro il limite di euro 8.000 euro per ogni singolo provvedimento di sfratto nei Comuni ad alta tensione abitativa (4.000 euro per gli altri Comuni).

Il protocollo avrà validità dal 21 Febbraio 2019 al 31 dicembre 2020 e al termine di questo periodo si valuterà l'opportunità di prevedere l'estensione delle misure al biennio successivo, introducendo quegli eventuali correttivi che, come ha sottolineato il Prefetto Impresa, si rendessero necessari alla luce di un mutamento delle esigenze delle famiglie e, più in generale, del mercato delle locazioni.

Pubblicato il :

 Piena del fiume reno - Riunione del Centro Coordinamento Soccorsi della Prefettura di Bologna

Al termine della visita del Prefetto Patrizia Impresa ai comuni maggiormente colpiti dalla piena del fiume reno - Castelmaggiore e Argelato - si è svolta in Prefettura la riunione del Centro di Coordinamento Soccorsi alla quale sono intervenuti il Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il Sindaco metropolitano Virginio Merola, i Sindaci dei comuni interessati all'emergenza, oltre ai rappresentanti del Sistema di protezione civile.

In collegamento in videoconferenza con il Dipartimento Nazionale di protezione civile, è stato fatto un punto di situazione sull'evoluzione del fenomeno e sulle specifiche necessità dei centri abitati maggiormente colpiti.

Superata la fase emergenziale, è stata condivisa la necessità di lavorare per ripristinare nel più breve tempo possibile condizioni di normalità che consentano a tutti gli sfollati di rientrare nelle proprie abitazioni. In tal senso sarà fondamentale l'apporto della componente volontariato di protezione civile.

Nel corso dell'incontro il Presidente Bonaccini ha annunciato la volontà di formalizzare la richiesta dello stato di emergenza nazionale.

Il Prefetto ha manifestato vivo apprezzamento per l'opera prestata dai Soccorritori e dai Primi Cittadini; un impegno collettivo che ha ancora una volta conferma la capacità del sistema emiliano romagnolo di rispondere in modo sinergico ed efficace alle emergenze.

Foto riunione del Centro Coordinamento Soccorsi


 

Pubblicato il :

 
Torna su