Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Bologna

Comunicati Stampa

 

 Visita di commiato del Prefetto di Bologna al CME Emilia Romagna

IL PREFETTO DI BOLOGNA AL COMANDO MILITARE ESERCITO “EMILIA ROMAGNA” IN VISITA DI COMMIATO
 
Questo pomeriggio il Prefetto Angelo Tranfaglia, in procinto di lasciare l'incarico a Bologna a conclusione della sua carriera, si è recato per una visita di commiato, presso il Comando Militare Esercito “Emilia Romagna”.
Accolto dal Comandante Regionale, Generale di Divisione Antonio De Vita, il Prefetto ha firmato l’Albo d’Onore e, successivamente, salutato lo Stato Maggiore del Comando Regionale ed il Capo Centro Documentale di Bologna, ripercorrendo, durante l’incontro, i “5 anni e 8 mesi passati velocissimi ” a Bologna, culminati con il tremendo sisma del 2012, in occasione del quale “l’Esercito ha fornito un insostituibile contributo di uomini e mezzi, confermandosi, per il sistema Paese, una risorsa imprescindibile per la gestione delle crisi”.  
Nel suo saluto, il Comandante Regionale ha ringraziato il Prefetto per la “ considerazione e l’affetto manifestati più volte nei confronti del personale dell’Esercito operante in Emilia Romagna ”, dei quali si è avuto ulteriore riscontro in occasione del 4 novembre u.s., “Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate”, quando Palazzo Caprara, sede della Prefettura, ha ospitato la mostra fotografica dedicata alle Forze Armate: "I volti dei militari italiani; i valori delle Patria in un'immagine”, realizzata dall’Ufficio Storico dello Stato Maggiore della Difesa.
 
 
  IL PREFETTO DI BOLOGNA AL COMANDO MILITARE ESERCITO 'EMILIA ROMAGNA
 
Bologna, 28 novembre 2013
L’addetto stampa
Pubblicato il :

 Protocollo di intesa Misure straordinarie di intervento per la riduzione del disagio abitativo - RINNOVO

E’ stato rinnovato questa mattina in Prefettura il Protocollo di intesa recante misure straordinarie di intervento per la riduzione del disagio abitativo, promosso dal Prefetto Angelo Tranfaglia, e sottoscritto con Tribunale di Bologna, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Bologna, Comuni di Bologna e Imola, ANCI, Ordine degli Avvocati di Bologna, Sindacati CGIL, CISL e UIL, Associazioni rappresentative dei proprietari ed inquilini, Fondazioni Bancarie e Istituti di Credito.
 
L’accordo proroga sino al 31 dicembre 2014, grazie alla rinnovata disponibilità manifestata dai soggetti aderenti al Protocollo sottoscritto il 30 ottobre 2012 , le misure già vigenti e contenute nello stesso.
 
Il Fondo di Salvaguardia, messo a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna, continuerà ad essere gestito dalla Provincia di Bologna e destinato all’erogazione dei contributi a fondo perduto in favore degli inquilini in possesso dei requisiti previsti dal Protocollo.
 
Per il pagamento della restante percentuale di morosità non coperta dal contributo a fondo perduto, l’inquilino potrà continuare a rivolgersi agli Istituti bancari che hanno aderito al Protocollo, chiedendo l’apertura di una linea di credito che copra fino ad un massimo del 50% della somma residua, credito che sarà garantito dal Fondo di garanzia messo a disposizione dalle Fondazioni bancarie aderenti.
 
Il Prefetto ha auspicato che il rinnovo di tali misure, insieme all’applicazione della disposizione di cui all’art. articolo 6, comma 5, del recente decreto legge 102/2013, che istituisce presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti un Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli, prevedendo nel contempo l’adozione da parte del Prefetto della misura della graduazione dell'intervento della forza pubblica nell'esecuzione dei provvedimenti di sfratto, possano contribuire ad allentare la situazione di tensione derivante dal disagio abitativo nella provincia di Bologna.
 
 

Bologna, 27 novembre 2013
L’ADDETTO STAMPA
 
in basso copia dell'accordo
Pubblicato il 27/11/2013 ultima modifica il 29/11/2013 alle 16:34:09

 
Torna su