Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Bologna

Comunicati Stampa

 

 Revisori dei conti, prima estrazione

E’ partito in Prefettura il nuovo sistema per la scelta dei revisori dei conti degli enti locali. Primi comuni al sorteggio: Monte San Pietro e Castel San Pietro Terme.
Si è svolta venerdì 21 dicembre in Prefettura la prima estrazione per designare i revisori dei conti nei Comuni di Monte San Pietro e Castel San Pietro Terme, i primi Comuni in provincia di Bologna a rinnovare i propri organi di revisione economico– finanziaria col sistema del sorteggio. Si tratta di un metodo previsto dalla legge 148 del 2011, che ne ha affidato la gestione alle Prefetture, per scegliere i revisori contabili di comuni, province, comunità montane e unioni di comuni da un elenco istituito presso il Ministero dell’ Interno.
Il nuovo sistema prevede che l’Ente locale che ha i propri revisori dei conti in scadenza, ne informi la Prefettura competente a provvedere all’effettuazione dell’estrazione.
Questa avviene in seduta pubblica attraverso il sistema informatico con un metodo standard, estraendo dalla sezione regionale dell’elenco ministeriale i nominativi per ogni componente del collegio da rinnovare, effettivi e supplenti. Le caratteristiche tecniche della procedura di sorteggio sono consultabili sul sito del Ministero dell'Interno, all'indirizzo:
http://finanzalocale.interno.it/ , dove è pubblicato anche l’elenco dei revisori composto da 4351 nominativi di cui 189 per l’Emilia Romagna.
Dell’estrazione verrà data notizia sul sito web di questa Prefettura www.prefettura.it/bologna .
Con l’introduzione del meccanismo di estrazione dei revisori dei conti, rispetto alla precedente modalità secondo cui era lo stesso organo dell’Ente Locale ad individuare i revisori dei conti, il legislatore ha perseguito l’obiettivo di un rafforzamento della legittimità e della trasparenza dell’attività amministrativa degli Enti Locali attraverso un accresciuta autonomia e professionalità di questi esperti, sempre più protagonisti all’interno delle amministrazioni locali per il ruolo complesso e delicato che sono chiamati a svolgere.
Pubblicato il :

 
Torna su