Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Bologna

Comunicati Stampa

 

 FENOMENO DELL'ABUSIVISMO COMMERCIALE E DELLA CONTRAFFAZIONE

Nell’aprile dello scorso anno 2015 è stato sottoscritto da Istituzioni ed Enti del territorio provinciale un protocollo d’intesa volto a prevenire e contrastare i fenomeni dell’abusivismo commerciale e della contraffazione di prodotti.

Nel corso dei primi mesi di applicazione si sono tenute periodiche riunioni del Tavolo tecnico presso la Prefettura previsto dal protocollo d’intesa con la partecipazione di rappresentanti delle forze statali di polizia (Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato), del Comune di Bologna con la Polizia Municipale, della Città Metropolitana, dell’Agenzia delle Dogane, delle Aziende Sanitarie Locali di Bologna e Imola, della Camera di Commercio.

Gli incontri hanno favorito lo scambio di informazioni,  la conoscenza degli ambiti reciproci di intervento, il rafforzamento del coordinamento e della pianificazione dell’attività operativa con un’intensificazione dei servizi di contrasto e una più estesa attività di monitoraggio di  questi fenomeni.

Per il periodo estivo sono state decise ed attuate alcune specifiche e mirate iniziative volte al rafforzamento dell’attività di contrasto alle reti illecite di acquisizione, immagazzinamento e trasporto delle merci destinate al commercio ambulante abusivo nonché misure di contrasto e controllo alla vendita al dettaglio non autorizzata. Si è quindi convenuto di programmare analoghe mirate attività nel corso dell’appena trascorso periodo delle festività natalizie e di fine anno.

Il tavolo tecnico ha elaborato le seguenti prospettive di lavoro comune:


1)      Rafforzamento dell’attività di contrasto del fenomeno dell’abusivismo con attenzione alle aree cittadine di maggiore criticità quali il centro cittadino e via Indipendenza attraverso un’azione coordinata delle forze statali di polizia e della polizia municipale con una suddivisione del territorio pianificata settimanalmente in riunioni tecniche presso la Questura.

2)      Previsione di  un prossimo incontro del tavolo tecnico aperto ai rappresentanti delle associazioni di categoria del Commercio e dell’Industria. Nell’ incontro, tra i temi di comune interesse nel quadro dello sviluppo di positive sinergie per la prevenzione e il contrasto del fenomeno, sarà particolarmente curata la prospettiva di implementazione del sistema informativo denominato SIAC predisposto a livello centrale dalla Guardia di Finanza e finalizzato alla raccolta di dati sui prodotti forniti dalle imprese.

A seguito della riunione con le associazioni di categoria saranno organizzate sessioni di informazioni e formazione con il coinvolgimento diretto degli operatori economici per favorire un utilizzo consapevole del sistema SIAC.


3) Coinvolgimento dell’opinione pubblica attraverso una corretta informazione su rischi e conseguenze derivanti dall’acquisto di beni contraffatti con particolare attenzione ai prodotti alimentari e ai prodotti  pericolosi in genere per la sicurezza.

In allegato le tabelle riassuntive dell'attività svolta e dei risultati conseguiti.

Bologna, 12 febbraio 2016

.
Tabelle  

Pubblicato il :

 Comunicato Stampa - 8/2/2016

Con riferimento alle notizie apparse sulla stampa circa l’organizzazione di “ronde”  per il controllo del quartiere Bolognina, si fa presente  che la descrizione che ne viene fatta sembra configurare l’ipotesi disciplinata dalla legge 15 luglio 2009, n. 94 (“Disposizioni in materia di sicurezza pubblica”) e dal successivo decreto ministeriale di attuazione in data 8 agosto 2009, cosiddetto Decreto Maroni sulle “ronde”.

Pertanto la costituzione di tali associazioni di volontari dovrà necessariamente passare attraverso le previsioni della citata normativa che fissa precisi parametri e istituisce una apposita procedura di registrazione e modalità di accreditamento delle associazioni presso la Prefettura di riferimento, nonché i compiti stessi  dei  volontari e le modalità pratiche di svolgimento del loro servizio.

Pubblicato il :

 
Torna su