Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Bologna

Comunicati Stampa

 

 Conferenza Stampa di presentazione dei I Quaderni della sicurezza Stradale

Conferenza Stampa di presentazione dei I Quaderni della sicurezza Stradale Il Prefetto Patrizia Impresa ha aperto la conferenza stampa di presentazione dei Quaderni della sicurezza, organizzata  questa mattina a Palazzo Caprara Montpensier sede della Prefettura.

Si tratta di tre pubblicazioni di facile consultazione dedicate ad illustrare i comportamenti che pedoni, ciclisti e automobilisti devono tenere per la propria sicurezza e per l'incolumità altrui.

" Un'iniziativa encomiabile " ha sottolineato l'Assessore regionale Raffaele Donini " che il nostro Osservatorio regionale per la sicurezza stradale ha messo in campo con la Prefettura di Bologna, che ringrazio per la proficua collaborazione. I dati ci mostrano come l'incidentalità stradale nella nostra regione è purtroppo in crescita dal 2017, sempre più causata dalla distrazione degli utenti della strada. Per questa ragione vogliamo proseguire con sempre maggiore tenacia per educare i cittadini ad una guida attenta e rispettosa del codice della strada, anche attraverso questi Quaderni della sicurezza molto utili, sempre al fianco della Prefettura e di tutte le Forze dell'Ordine che quotidianamente lavorano sulle nostre strade ."

Il Presidente dell'Osservatorio Mauro Sorbi, nell'illustrare i dati raccolti che evidenziano un aumento degli incidenti in cui restano feriti pedoni e ciclisti e di quelli con esito mortale che coinvolgono gli automobilisti, ha sottolineato come i Quaderni siano il frutto di una estesa collaborazione tra istituzioni a dimostrazione di come sia importante " attuare un gioco di squadra su questi temi che impattano sulla vita quotidiana e sociale . Siamo consapevoli " ha continuato Sorbi " che affrontare la tematica della cultura della sicurezza stradale significa stabilire la necessaria relazione tra stili di vita, stili di guida e cultura della sicurezza stradale, aspetti tutti interdipendenti e interrelati per centrare l'obiettivo della <>, basta sangue sulle strade ."

 

In chiusura il Prefetto ha sottolineato il ruolo che l'Ufficio territoriale di Governo gioca sul piano della sicurezza stradale " Un ruolo che non si esaurisce nel controllo e nell'applicazione delle sanzioni previste dal Codice della Strada, ma che se vuole essere realmente efficace deve essere orientato alla prevenzione e all'educazione stradale. Prima di essere funzionari dello Stato, pedoni, ciclisti o automobilisti, siamo tutti cittadini: al di là dei ruoli, la sicurezza stradale è un bene comune. E' responsabilità di tutti investire culturalmente nella <> per contribuire così al benessere della comunità" .
Pubblicato il 05/11/2018
Ultima modifica il 06/11/2018 alle 09:33:52

 
Torna su