Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Bologna

Trasporto "vidimazione carta di riconoscimento"

La carta trasporto armi corte consente il solo trasporto delle armi, in essa indicate, dalla abitazione del titolare alla sede del tiro a segno nazionale.
 
La Prefettura - U.T.G. vidima annualmente il documento, che viene rilasciato in due esemplari dalla Sezione del tiro a segno nazionale.
 
La richiesta deve essere presentata al Commissariato di P.S. o alla Stazione dei Carabinieri (quando non vi sia l'Ufficio di Polizia) o direttamente in Prefettura.   
 
Dirigente in Posizione di Staff:Dott.ssa Sabrina TANGREDI
Email Dirigente in Posizione di Staff: sabrina.tangredi(at)interno.it

Armi - Guardia Particolare Giurata

Responsabile del procedimento: Il Dirigente
Addetto: Monica Zanni
Ricevimento: Per appuntamento
Ubicazione dell'Ufficio: Piano ammezzato - ingresso da via Agresti n. 5
Email dell'ufficio:
Telefono:
 
 
Chi può fare la richiesta
 
Il richiedente non deve trovarsi nelle condizioni ostative elencate dagli articoli 11 e 43 del Testo unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (Regio Decreto 18.6.1931 n. 773).
 
Documentazione richiesta
 
  1. domanda in bollo da € 16,00 (vedi il modello 1)
  2. dichiarazione sostitutiva di certificazione sottoscritta dall'interessato da presentare insieme   all'istanza attestante la residenza, lo stato di famiglia, la cittadinanza e la posizione agli effetti degli obblighi militari (vedi il modello di autocertificazione)
  3. Carta di riconoscimento da vidimare
  4. Certificato medico , rilasciato dalla A.S.L. di residenza ovvero dalle altre strutture sanitarie e dai medici previsti dall'art.3 del decreto del Ministero della Sanità 28/04/1998, attestante l'idoneità psicofisica al porto d'armi, in bollo.
In caso di accoglimento dell'istanza, l'interessato dovrà, altresì, provvedere a regolarizzare ai fini del bollo la licenza rilasciata.
 
Riferimenti normativi:
 
  • R.D. 18/06/1931, n. 773 art. 11,42, 43;
  • Legge 18/04/1975 n. 110 art. 31.

Data pubblicazione il 01/01/2001
Ultima modifica il 25/06/2020 alle 16:50

 
Torna su