Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Bergamo

CORONAVIRUS - D.P.C.M. 10.04.2020 - Comunicazioni Aziende

COMUNICATO STAMPA
 
                                                                    Bergamo, 14 aprile 2020
 
Il D.P.C.M. del 10 aprile 2020 dispone nuove misure sulle attività produttive industriali e commerciali.
Le comunicazioni relative alla prosecuzione delle attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere dei settori di cui all'allegato 3 del medesimo D.P.C.M., nonché delle filiere dell'attività dell'industria dell'aerospazio e della difesa, incluse le lavorazioni, gli impianti, i materiali, i servizi e le infrastrutture essenziali per la sicurezza nazionale e il soccorso pubblico, nonché le attività di rilevanza strategica per l'economia nazionale, autorizzate alla continuazione, e dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali di cui alla legge n. 146/1990, dovranno essere inviate alla casella di posta elettronica certificata protocollo.prefbg(at)pec.interno.it dal legale rappresentante della azienda interessata, indicando nell'oggetto "DPCM 10 aprile 2020 - Comunicazione attività funzionale alla filiera ai sensi dell'art. 2, comma 3" , complete delle seguenti informazioni:
  • sede dello stabilimento;
  • tipologia di attività;
  • autodichiarazione del titolare della ditta attestante la fornitura o somministrazione di prodotti o servizi a favore delle imprese che svolgono le attività consentite di cui all'art. 2, comma 3 del D.P.C.M. in parola, indicando i beneficiari dell'attività e il relativo codice ATECO.
 
Analoga comunicazione dovrà essere presentata anche dai legali rappresentanti degli impianti a ciclo produttivo continuo presenti nella provincia, dalla cui interruzione derivi un grave pregiudizio all'impianto stesso o un pericolo di incidenti, specificando il grave pregiudizio o il pericolo di incidenti derivanti dall'interruzione dell'attività e indicando nell'oggetto "DPCM 10 aprile 2020 - Comunicazione ai sensi dell'art. 2, comma 6".
Le comunicazioni acquisite in vigenza del precedente D.P.C.M. del 22 marzo 2020 non dovranno essere rinnovate.
Per le attività produttive sospese è ammesso, previa comunicazione al Prefetto, l'accesso ai locali aziendali di personale dipendente o terzi delegati per lo svolgimento di attività di vigilanza, attività conservative e di manutenzione, gestione dei pagamenti nonché attività di pulizia e sanificazione. E' consentita, previa comunicazione al Prefetto, la spedizione verso terzi di merci giacenti in magazzino nonché la ricezione in magazzino di beni e forniture. Nell'oggetto della comunicazione dovrà essere indicato "DPCM 10 aprile 2020 - Comunicazione ai sensi dell'art. 2, comma 12" .
Tutte le comunicazioni sopra indicate dovranno essere effettuate compilando e sottoscrivendo i modelli pubblicati sul sito istituzionale della Prefettura di Bergamo, sezione "CORONAVIRUS - D.P.C.M. 10/04/2020 - Comunicazioni aziende".
La Prefettura di Bergamo è competente solo per le attività produttive ubicate sul territorio della provincia.
Per le attività già espressamente autorizzate dall'allegato 3 del citato D.P.C.M. non è necessario compiere nessun adempimento formale.
 
 
 

Data pubblicazione il 14/04/2020
Ultima modifica il 05/05/2020 alle 10:57

 
Torna su