Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Benevento

NOTIZIE

 

 AVVISO PUBBLICO

Si comunica che sono aperti i termini per la presentazione delle richieste per la iscrizione nell'Elenco prefettizio dei custodi autorizzati a detenere veicoli a motore sottoposti a sequestro ai sensi degli artt. 13 e 21 della Legge n. 689/1981, 213 e ss. del D. Lgs. 30 aprile 1992, n. 285, dell’art 394 del D.P.R 16 dicembre 1992, n. 495, nonché dell’art. 8 del D.P.R. n. 571/1982.
 
Pubblicato il 26/02/2014
Ultima modifica il 26/02/2014 alle 10:57:03

 Sportello immigrazione: modalità svolgimento tes conoscenza lingua italiana

COMUNICATO
Come è noto il d.m. 4 giugno 2010 disciplina le modalità di svolgimento del test di conoscenza della lingua italiana da parte dei richiedenti il permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo di cui all’art. 9, comma 2 bis, del Testo Unico per Immigrazione .Dall’analisi dei dati riguardanti il numero di prenotazioni e di test svolti nell’anno 2013, è emerso un sostanziale aumento delle richieste di svolgimento del test, non proporzionato rispetto al numero degli aventi diritto ad ottenere il rilascio del citato permesso di soggiorno. Detto aumento è determinato da richieste reiterate da parte del medesimo cittadino straniero, o perché più volte assente alla convocazione per lo svolgimento del test, o perché presentandosi a sostenere il test non lo ha superato ed ha riproposto, in successione temporale ravvicinata, la domanda di partecipazione.
Ciò posto, considerato che frequentemente l’assenza al test di lingua è causata dal mancato rintraccio del cittadino straniero e, pertanto, dalla non conoscenza della data di convocazione, è stata resa obbligatoria la compilazione del campo indirizzo mail nel modulo di prenotazione on line, in modo da aggiungere un ulteriore strumento di comunicazione con l’utente.
Sono state apportate, inoltre, modifiche all’applicativo informatico di gestione delle prenotazioni.
In particolare, nel caso di assenza ingiustificata alla sessione di test, l’interessato non potrà richiedere una nuova prenotazione se non dopo 90 giorni, decorrenti dalla data in cui avrebbe dovuto svolgere il test . L’unica giustificazione per l’assenza saranno i motivi di salute, certificati dal medico di base o da un medico della ASL. Detto certificato dovrà essere prodotto alla Commissione, incaricata dello svolgimento del test presso il CTP competente, il giorno fissato per il test indicato nella convocazione. In tale ipotesi la Commissione, nel trasmettere l’esito dei test di quella sessione alla Prefettura, trascriverà “ assente giustificato” . Negli altri casi annoterà “ assente ingiustificato”. In tal modo, il sistema informatico inibirà automaticamente una nuova richiesta di prenotazione del test prima della scadenza dei 90 giorni a tutti coloro i quali risulteranno assenti ingiustificati.
Rimane, tuttavia, ferma la possibilità per il cittadino straniero di richiedere alla Prefettura, prima della data fissata per lo svolgimento del test, lo spostamento della sessione in caso di impedimento.
Analogamente, nell’ipotesi di mancato superamento del test, non potrà essere richiesta una nuova prenotazione se non dopo 90 giorni dallo svolgimento del test non superato. Ciò per consentire allo straniero, nei tre mesi successivi, di accrescere il proprio livello di conoscenza della lingua italiana. Anche in tali casi, l’applicativo impedirà una nuova prenotazione prima del decorso dei 90 giorni.
Nelle ipotesi di assenza ingiustificata e di test non superato, gli stranieri che abbiano già presentato domanda per ottenere il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo vedranno rigettata l’istanza per mancanza del requisito della conoscenza della lingua italiana.
Appare, quindi, opportuno, soprattutto nell’interesse degli utenti, che l’istanza del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo sia presentata solo dopo aver verificato, attraverso la sottoposizione al test, il possesso del requisito della conoscenza linguistica, che sarà sicuramente più completa in prossimità del completamento del quinquennio di regolare soggiorno necessario per richiedere il permesso stesso.                                                                      
Pubblicato il :

 Servizi di accoglienza e di assistenza ai cittadini stranieri

Servizi di Accoglienza e di Assistenza ai Cittadini Stranieri

II Ministero dell'Interno - Dipartimento per le Libert à Civili e l'Immigrazione - ha recentemente rappresentato che, in sede di riunione del Tavolo di coordinamento del 12 dicembre u.s., è emersa la necessità di reperire ulteriori strutture di accoglienza per cittadini di paesi terzi, nelle more dell'approvazione della graduatoria per l'attivazione dei nuovi posti SPRAR per il triennio 2014/2016, che consentiranno l'ampliamento della capacità recettiva con una disponibilità di oltre 21 mila posti di accoglienza a livello nazionale.

Pertanto, questa Prefettura, sta effettuando una ricognizione preordinata a verificare la sussistenza di strutture di accoglienza per stranieri, nell'ambito del territorio di propria competenza, dando preferenza ai soggetti con comprovata esperienza in ambito SPRAR o in progetti di accoglienza similari destinati ai richiedenti protezione internazionale.

I soggetti interessati all'affidamento dei servizi di accoglienza e di assistenza ai cittadini stranieri richiedenti la protezione internazionale, sono invitati a far pervenire entro il giorno 18 febbraio 2014 a questa Prefettura - U.T.G. di Benevento, una dichiarazione di disponibilit à ad espletare detto servizio, da sottoscrivere a cura del legale Rappresentante e da trasmettere all'indirizzo di posta elettronica certificata: ammincontabile.prefbn(at)pec.interno.it o da inviare a questa Prefettura - U.T.G. di Benevento, Corso Garibaldi, 1 - Servizio Amministrazione, Servizi Generali ed Attività Contrattuale.

Nella predetta dichiarazione di disponibilit à, i soggetti interessati, potranno attestare l'eventuale comprovata esperienza in ambito SPRAR o in progetti di accoglienza similari destinati ai richiedenti protezione internazionale.

Si precisa che le strutture dovranno avere una capienza media di 20/50 persone e comunque non superiore a 100 e dovranno garantire il trattamento di pensione completa che comprenda vitto e alloggio, gestione amministrativa degli ospiti, assistenza generica, compresa la formazione linguistica, l'informazione, primo orientamento ed assistenza alla formalizzazione di richiesta di protezione internazionale, il servizio di pulizia, la fornitura di biancheria ed abbigliamento adeguato alla stagione, prodotti per l'igiene, pocket money di € 2,5 al giorno ed una tessera/ricarica telefonica di € 15 all'ingresso.

Recapiti telefonici per ulteriori informazioni: 0824 374384 - 374425.

Pubblicato il :

 
Torna su