Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Benevento

NOTIZIE

 

 Riunione del Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica

Il Prefetto Galeone ha presieduto nel pomeriggio del 30 u.s. una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica allargato alla partecipazione dei Sindaci di Amorosi, Dugenta, Durazzano e San Giorgio del Sannio convocati a seguito dei reati predatori e degli atti vandalici di recente registrati in detti comuni nonché del Vice Presidente della Provincia.

L'iniziativa del Prefetto è scaturita dall'esigenza, condivisa dai Responsabili delle forze dell'ordine, di dare alla popolazione un segnale di vicinanza delle istituzioni alle esigenze di sicurezza del territorio.

I Sindaci, nell'esprimere apprezzamento per l'impegno profuso dalle istituzioni preposte alla tutela della sicurezza pubblica, hanno rappresentato la viva preoccupazione destata nelle comunità locali dagli episodi verificatisi soprattutto in relazione alle modalità con cui in taluni casi tali delitti sono stati perpetrati.

Il Questore ha evidenziato che sebbene si siano registrati nel periodo più recente ripetuti episodi di furti e rapine nei territori dei predetti comuni, la situazione complessiva dell'ordine e della sicurezza pubblica non desta particolare preoccupazione in quanto dall'analisi statistica dei dati dell'ultimo biennio emerge una diminuzione del numero totale dei furti denunciati nel 2017 rispetto al 2016 con un lieve incremento solo dei furti su auto in sosta e di automezzi.

Quanto alle rapine in abitazione il comprensibile allarme sociale destato non è avvalorato dal numero dei reati commessi le cui risultanze investigative dimostrano che si tratta di episodi sporadici non collegabili fra loro e non riconducibili ad un'unica matrice criminale.

Il Questore, nell'evidenziare inoltre che i reati predatori non sono facilmente prevenibili e perseguibili, anche per la particolare conformazione della provincia che presenta numerose abitazioni in zone rurali ed isolate, ha sottolineato che la relativa attività d'indagine necessita dei fondamentali spunti investigativi che possono essere offerti dalle segnalazioni dei cittadini.

Ha soggiunto infine che già da tempo, nell'ambito del progetto "Provincia Sicura" vengono effettuati dalla Polizia di Stato stringenti servizi straordinari di controllo in tutta la provincia concentrati soprattutto in arco temporale serale e notturno ed attuati con il concorso operativo delle unità del Reparto Prevenzione Crimine e con l'apporto delle polizie municipali che vengono di volta in volta coinvolte ai tavoli tecnici in Questura.

Il Comandante provinciale Carabinieri, a sua volta, nel ribadire che anche su base quinquennale i dati statistici rilevano un andamento pressoché costante dei numero dei delitti denunciati, ha sottolineato l'impegno dei militari dell'Arma per il contrasto all'illegalità diffusa nei servizi coordinati cosiddetti ad "Alto Impatto" e nella campagna dei controlli congiunti dei Reparti Speciali, richiamando i recenti positivi risultati dell'attività investigativa condotta sul territorio di Dugenta che ha permesso l'arresto di 4 persone e il deferimento a piede libero di altrettanti soggetti.

Il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, pur non disponendo di presidi sui territori interessati, ha assicurato la prosecuzione dell'attività di collaborazione con le altre forze di polizia tramite l'attuazione di posti di blocco nelle aree a maggior rischio ove si rileva una più consistente incidenza delle fattispecie delittuose più diffuse.

Il Consesso ha concordato sulla necessità di tenere nel debito conto anche i fenomeni di microcriminalità che costituiscono campanello d'allarme del possibile degrado del territorio da prevenire e contrastare efficacemente anche con l'utilizzo dei sistemi di videosorveglianza di cui tutti i comuni della provincia si stanno progressivamente dotando.

A tale ultimo riguardo i Sindaci hanno auspicato un intervento presso la Regione Campania in merito alla possibilità di disporre finanziamenti per la realizzazione di sistemi di video-sorveglianza, anche in ambiti pluricomunali per il controllo delle strade principali di penetrazione.

Il Prefetto, infine, nel sottolineare che tali episodi alimentano nella popolazione una non trascurabile percezione di insicurezza, ha invitato i Sindaci a sensibilizzare i concittadini sull'importanza della sicurezza partecipata attraverso l'attivazione di misure di difesa passiva, l'adozione di comportamenti di attenzione e cautela e la tempestiva segnalazione di qualsiasi situazione sospetta o anomala alle Forze di Polizia, mantenendo con le stesse un dialogo aperto e costante per la realizzazione del comune obiettivo della sicurezza.

Da ultimo il Prefetto ha preannunciato che al fine di rendere più percettibile la vicinanza dello Stato alle comunità locali nel prossimo mese di febbraio sarà programmata una seduta del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica che si svolgerà ad Amorosi con la partecipazione dei Comuni contermini.

 31 gennaio 2018
Pubblicato il :

 Convegno dal titolo: 'Esclusi per legge. Riflessioni a ottanta anni dalla promulgazione delle leggi razziali"

Nella mattinata odierna il Prefetto Paola Galeone ha ospitato in Prefettura un convegno dal titolo: "Esclusi per legge. Riflessioni a ottanta anni dalla promulgazione delle leggi razziali", relatori il Consigliere Parlamentare della Camera dei Deputati dr. Valerio Di Porto in rappresentanza dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane ed il dr. Gerardo Giuliano magistrato del Tribunale di Benevento. Alla manifestazione che rientra nell'ambito degli eventi celebrativi del "Giorno della Memoria", hanno preso parte oltre al Procuratore della Repubblica e al Sindaco di Benevento, le Autorità civili e militari e un folto pubblico di studenti dei Licei cittadini. Il Prefetto nell'occasione ha letto il messaggio che la neo senatrice Liliana Segre ha voluto indirizzare ai giovani presenti al convegno ringraziandoli della partecipazione e di quanto viene fatto "per tramandare la memoria di ciò che è stato: è importante non tanto onorare le vittime del passato, ma garantire un futuro migliore a tutti noi". Rivolgendosi in particolare ai giovani intervenuti il Prefetto ha evidenziato la gravità delle leggi per la difesa della razza, approvate dal Consiglio dei ministri, che proibivano i matrimoni misti, dettavano norme discriminatorie nei confronti degli ebrei, quali l'annotazione nei registri dello stato civile, l'esclusione dagli impieghi statali, parastatali e di interesse pubblico e dalle scuole elementari e medie ed ha ricordato che le stesse costituiscono la base dei successivi eventi che hanno portato allo sterminio di massa di un intero popolo. La cerimonia si è conclusa con l'esecuzione da parte degli studenti di alcuni brani musicali e con la lettura di testi legati al tema della Shoah.
Pubblicato il :

 Giorno della Memoria, ottanta anni dalla emanazione delle leggi razziali in Italia.

Il Prefetto Paola Galeone, in occasione del " Giorno della Memoria" e ad ottanta anni dalla emanazione delle leggi razziali in Italia, ha voluto organizzare e promuovere una serie di iniziative coinvolgendo tutte le istituzioni presenti sul territorio, le Associazioni Locali, la Comunità Ebraica di Napoli, il Conservatorio Statale e gli allievi dei Licei cittadini.Con la consegna delle medaglie d'Onore a 5 cittadini della provincia di Benevento che sono stati deportati e internati nei lager nazisti si è dato inizio agli eventi commemorativi.  Nel corso della cerimonia, svoltasi presso il Teatro San Vittorino alla presenza delle Autorità ecclesiastiche, civili e militari e di un folto pubblico di cittadini e studenti, si è tenuto un ampio e approfondito dibattito per analizzare origini, responsabilità ed illegittimità della legislazione razziale italiana, al quale hanno preso parte un rappresentante dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane ed un docente dell'Università degli Studi del Sannio.
Il Prefetto ha sottolineato come il "Giorno della Memoria" sia un riconoscimento nei confronti di chi ha sofferto le conseguenze di ideologie stravolte dall'estremismo e come queste iniziative abbiano lo scopo di dare spazio alla rievocazione di un sterminio di massa per fissare nelle nostre menti che la diversità non è un male ma un valore da apprezzare e coltivare. Ha, inoltre, evidenziato che il passato deve servire per migliorare il futuro che ci attende e ha auspicato che la memoria di questi terribili eventi possa essere conservata ogni giorno senza aver bisogno di un giorno particolare per ricordare. Le celebrazioni proseguiranno il 27 gennaio nell'atrio del Palazzo del Governo, aperto nell'occasione alla cittadinanza, al cui interno gli studenti eseguiranno alcuni brani musicali e leggeranno testi legati al tema della Shoah e il 30 gennaio con la conferenza in Prefettura "Esclusi per legge. Riflessioni a ottanta anni dalla promulgazione delle leggi razziali" con la partecipazione di un rappresentante dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane ed un magistrato del Tribunale di Benevento. L'evento conclusivo si terrà il 3 febbraio con la presentazione, presso il Liceo Scientifico "Rummo" di Benevento, del libro "Elio, l'ultimo dei Giusti" di Frediano Sessi in collaborazione con la Lega Italiana dei Diritti dell'Uomo e del Circolo Manfredi di Benevento.

Pubblicato il :

 Decreto flussi di ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro stagionale e non stagionale e di lavoro autonomo nel territorio dello Stato per l'anno 2018

Il Ministero dell'Interno ha comunicato che è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 15.12.2017, concernente la programmazione transitoria dei flussi di ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro stagionale e non stagionale e di lavoro autonomo nel territorio dello Stato per l'anno 2018.
Le domande possono essere presentate esclusivamente con modalità telematiche. Le procedure concernenti le modalità di registrazione degli utenti, di compilazione dei moduli e di invio della domande sono identiche a quelle da tempo in uso e le caratteristiche tecniche sono reperibili sul manuale utente pubblicato sulla home page dell'applicativo rinvenibile sul sito internet del Ministero dell'Interno ( www.interno.gov.it ).
Dalle ore 9.00 del 18 gennaio 2018 è disponibile l'applicativo per la precompilazione dei moduli di domanda (lavoro non stagionale e lavoro autonomo) all'indirizzo https://nullaostalavoro.dlci.interno.it che potranno essere inviati, esclusivamente con le consuete modalità telematiche, dalle ore 9.00 del 23 gennaio 2018.
Dalle ore 9.00 del 24 gennaio 2018 sarà disponibile l'applicativo per la precompilazione dei moduli di domanda (lavoro stagionale - mod. C - stag.) all'indirizzo https://nullaostalavoro.dlci.interno.it che potranno essere inviati, esclusivamente con le consuete modalità telematiche, dalle ore 9.00 del 31 gennaio 2018.
Le domande potranno essere presentate fino al 31 dicembre 2018.

Pubblicato il :

 27 gennaio 2018 - Giorno della Memoria

Nel pomeriggio di martedì 23 gennaio p.v. alle ore 17.30 il Prefetto di Benevento Galeone nell'ambito degli eventi celebrativi del "Giorno della Memoria", istituito dalla legge nr. 211 del 2000 per ricordare le Vittime della Shoah, ha il piacere di invitare la cittadinanza presso l'Auditorium "San Vittorino" alla cerimonia commemorativa organizzata d'intesa con il Conservatorio Statale di Musica  "Nicola Sala", il Rotary Club di Benevento, la Fondazione Gariwo "La Foresta dei Giusti" e la Comunità Ebraica di Napoli.
Nel corso della manifestazione si procederà alla consegna di nr. 5 medaglie d'Onore , concesse ai cittadini che sono stati deportati o internati nei lager nazisti, cui seguirà un dibattito sul tema "La Legislazione razziale, italiana, Analisi su: origini, responsabilità e illegittimità a 80 anni dalla sua emanazione", con gli interventi dell'avv. Davide Jona Falco dell'Unione delle Comunità Ebraiche di Roma e  del prof. Felice Casucci dell'Università degli Studi del Sannio. Saranno, inoltre, previsti momenti musicali eseguiti dagli allievi del Conservatorio Statale "Nicola Sala" e  letture di brani  sul tema  a cura degli studenti del Liceo "G. Rummo" e del Liceo "G. Guacci".
Il 27 gennaio p.v. alle ore 11.00 , nell'atrio del Palazzo del Governo, aperto nell'occasione alla cittadinanza, gli studenti del Liceo "G. Guacci" di Benevento eseguiranno alcuni brani musicali e leggeranno testi legati al tema del Giorno della Memoria.
Il 30 gennaio 2018, alle ore 10.30 , presso il Salone di Rappresentanza si terrà una conferenza di Valerio di Porto, Consigliere Parlamentare della Camera dei Deputati, che relazionerà sul tema: "Esclusi per legge. Riflessioni a ottanta anni dalla promulgazione delle leggi razziali". Interverrà Gerardo Giuliano, Giudice presso il Tribunale di Benevento con la partecipazione di studenti di alcuni licei cittadini.
Le iniziative per la celebrazione del "Giorno della Memoria" si concluderanno il 3 febbraio 2018 con la presentazione, patrocinata dalla Prefettura di Benevento, del libro "Elio, l'ultimo dei Giusti" di Frediano Sessi (Marsilio Editore) che si terrà presso l'Aula Magna del Liceo Scientifico "G.Rummo" di Benevento, con la collaborazione della Lega Italiana dei Diritti dell'Uomo e del Circolo Manfredi di Benevento. Interverranno l'avv. Luigi Diego Perifano, Presidente della Lidu; l'avv. Francesco Del Grosso, Presidente del Circolo Manfredi e l'Autore.

 
Benevento, 19 gennaio 2018.
Pubblicato il :

 Avviso pubblico per la presentazione di progetti Fondo Asilo, Migrazione

Avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020:

 

 

  • Obiettivo Specifico 1 - Obiettivo Nazionale 1 - "Percorsi di inclusione in favore di minori stranieri non accompagnati (MSNA) presenti nelle strutture di seconda accoglienza "; 
  • Obiettivo specifico 1 - Obiettivo Nazionale 1 - " Potenziamento del sistema di 1° e 2° accoglienza " - Tutela della salute dei richiedenti e titolari di protezione internazionale in condizione di vulnerabilità;
  • Obiettivo Specifico 2 - Obiettivo Nazionale 3 - " Promozione di interventi di inclusione sociale ed economica di cittadini dei Paesi terzi sviluppati in Italia e in altri stati membri" 
                                         MODALITÀ DI PRESENTAZIONE

 

I Soggetti Proponenti dovranno presentare i progetti usando esclusivamente il sito internet predisposto dal Ministero dell'Interno all'indirizzo https://fami.dlci.interno.it a partire dalle ore 12:00 del giorno 18 gennaio 2018 fino al giorno alle ore 12 del giorno 27 febbraio 2018 .

Pubblicato il :

 
Torna su