Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Benevento

NOTIZIE

 

 Giornate FAI di primavera

Nei giorni 19 e 20 marzo, con il patrocinio della Prefettura di Benevento, il Fondo Ambiente Italiano, in occasione delle giornate FAI di primavera, ha inserito tra i luoghi aperti alle visite straordinarie, organizzate per promuovere la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio d'arte italiano, il Palazzo del Governo, considerato uno dei più importanti edifici realizzati in città in epoca post-unitaria.
Il Prefetto Paola Galeone ha aperto le porte agli studenti dei Licei Classico e Scientifico cittadini che, improvvisandosi apprendisti ciceroni, hanno condotto visite guidate nelle imponenti sale di rappresentanza del Palazzo del Governo per favorirne  la conoscenza e per diffonderla tra le generazioni presenti e future.
Gli studenti, coinvolti nell'iniziativa, con lodevole impegno, hanno raccontato le vicende storiche ed architettoniche che hanno condotto alla realizzazione dell'edificio, hanno dettagliatamente esposto le fasi della sua progettazione e costruzione. Si sono soffermati sulle caratteristiche architettoniche degli ambienti visitati illustrando anche talune delle attività  di competenza della Prefettura evidenziandone il ruolo di coordinamento tra le Istituzioni presenti in provincia.
L'iniziativa è stata un'importante ed imperdibile occasione di avvicinamento dei giovani alle Istituzioni ed ha reso possibile promuovere una maggiore conoscenza dell'attività di governo svolta dal Prefetto sul territorio.
Giornata FAI
Giornata FAI Giornata FAI Giornata FAI
Pubblicato il :

 21 Marzo - Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

Il 21 marzo, come ogni anno, l’Associazione Libera in occasione del primo giorno di primavera, giorno di risveglio della natura come  rinnovo della verità e della giustizia sociale, celebra la Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie che quest’anno è giunta alla XXI edizione.

La manifestazione dal  1996 si svolge  ogni anno in una città diversa e quest’anno vedrà protagonista anche la città di Benevento.

Il coordinamento provinciale di Benevento Libera  si è dato appuntamento con i propri associati e tutti i cittadini che vorranno partecipare in Piazza Orsini alle ore 9.00, da dove partirà il corteo che dopo aver attraversato Corso Garibaldi si fermerà nei pressi del Palazzo del Governo ove verrà allestito un apposito palco.

Alle ore 11.00 si darà lettura  dei nomi delle vittime innocenti delle mafie per ricordarle tutte. 

Il corteo sarà aperto dai familiari Della Ratta, Iermano e Delcogliano, affiancati dal Prefetto, dal Sindaco di Benevento e da tutte le Autorità civili e militari.

Alla manifestazione parteciperanno inoltre:  l'AGESCI (Associazione Guide e Scout Cattolici  Italiani), l'Azione Cattolica, la Misericordia, la ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani ),  il MASCI (Movimento adulti scout Cattolici Italiani), la Caritas, la Consulta degli studenti le Cooperative Sociali, le Parrocchie, le OO.SS. CIGIL, CISL e UIL, gli alunni di numerose scuole medie e superiori nonché  i Sindaci della provincia con  i gonfaloni dei Comuni.

L’evento rappresenta un dovere civile per commemorare tutte le vittime delle mafie  a cui unitamente alle loro famiglie dobbiamo la dignità dell'Italia intera.
Pubblicato il :

 Conferimento, da parte del comune di Telese Terme, della cittadinanza onoraria al Maestro Luigi De Filippo

In data 2 marzo u.s. il Prefetto di Benevento Paola Galeone è intervenuta alla cerimonia di conferimento, da parte del comune di Telese Terme, della cittadinanza onoraria al Maestro Luigi De Filippo.
L'evento ha avuto luogo presso il teatro Modernissimo della cittadina termale, prima dell'inizio della rappresentazione teatrale "il berretto a sonagli" di Luigi Pirandello, nella versione di Eduardo De Filippo, dove l'artista napoletano ha interpretato il ruolo di "Ciampa".
Il Maestro Luigi De Filippo si è detto onorato, sorpreso e commosso, dichiarandosi "telesino" ed ha, quindi, ricevuto dal Commissario prefettizio Muccio il decreto di conferimento della cittadinanza onoraria per i suoi alti meriti artistici propri dei racconti di quella ineguagliabile commedia umana della grande famiglia De Filippo, patrimonio di tutti.
Muccio ha evidenziato, quindi, come la comunità telesina, dove storia, memoria e saperi si intrecciano, sia un luogo ideale per fare crescere i germogli artistici che gli istituti scolastici da anni coltivano e, in questo ambito, auspica che anche a Telese si possa creare un "laboratorio teatrale" della costituenda "Scuola di Teatro" voluta dal Maestro Luigi De Filippo e ha rimandato ad un successivo evento che veda in modo più partecipe la comunità e i giovani artisti telesini per rendere omaggio a De Filippo e celebrare nel modo più degno questa cittadinanza onoraria.
Mirabile, tra le tante, la citazione del Maestro che, nel ringraziare la città di Telese, non ha mancato di ricordare come il Teatro sia "una meravigliosa bugia che ci ruba l'anima ma ci fa sognare".
Si potrebbe ben definire questa breve cerimonia uno spettacolo nello spettacolo.
Il Prefetto, nel suo interevento, si è detta entusiasta dell'iniziativa che non ha nè potrebbe avere alcuna connotazione di parte ed anzi rappresenta un valore aggiunto di buona amministrazione e testimonia la sensibilità e la lungimiranza della gestione commissariale rispetto ai fermenti artistici della comunità telesina e dei suoi giovani.
Ha poi proseguito, che in questa bella giornata, è stata premiata l'Arte nella sua accezione più alta che l'intera famiglia De Filippo ha sempre onorato.
Ha, quindi, avuto seguito la rappresentazione teatrale al termine della quale il novello cittadino telesino Luigi De Filippo ha ringraziato a suo modo i suoi "concittadini" dando un brillante tocco di originalità alla bella serata teatrale.
Pubblicato il :

 
Torna su