Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Benevento

NOTIZIE

 

 Cerimonia di consegna della "Medaglia della Liberazione" e delle onorificenze dell´Ordine "Al Merito della Repubblica Italiana"

Nel pomeriggio del 21 dicembre 2015, nel Salone di Rappresentanza della Prefettura di Benevento, alla presenza delle autorità ecclesiastiche, civili e militari e di un folto pubblico, si è svolta la cerimonia di consegna, ai Sigg. CROCCO Giuseppe e FESTA Alfredo nonché ai familiari del Sig. MAINOLFI Antonio, della “Medaglia della Liberazione” conferita dal Ministro della Difesa e coniata in occasione della ricorrenza del 70° anniversario della lotta di Liberazione per ricordare l’impegno di quanti, partigiani, internati militari nei lager nazisti, combattenti inquadrati nei Reparti regolari delle Forze Armate, hanno combattuto, spesso a rischio della propria vita, per affermare i principi di libertà e indipendenza sui quali si fonde la Repubblica e la Costituzione.

Sono stati altresì consegnati i diplomi delle Onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” conferite dal Presidente della Repubblica a sette insigniti.

Il Prefetto Paola Galeone, nel sottolineare come tali riconoscimenti premiano coloro che si sono particolarmente distinti nel lavoro o nella società civile dimostrando nello svolgimento delle loro attività grande impegno e motivazione, ha voluto manifestare il suo apprezzamento per coloro che, adempiendo al proprio dovere ed esponendosi a pericoli ed al rischio, talora anche della propria vita, sono intervenuti nelle operazioni di soccorso durante gli eventi alluvionali dell’ottobre scorso.

Nella circostanza, ha voluto consegnare degli attestati di compiacimento a coloro i quali si sono distinti per la tempestività, l’efficienza e la professionalità nel condurre le operazioni di soccorso ed in particolare ai Vigili del Fuoco che, nella piana di contrada Pantano, su un gommone traevano in salvo i piccoli Quirino, Emilia e Gabriele.    

Il Prefetto, inoltre, alla presenza della moglie Tiziana Gagliardi e dei figli Nicola e Sonia, ha voluto rendere omaggio alla memoria del Sig. Adriano TATAVITTO, dipendente dell’Enel che, nonostante le difficili e pericolose condizioni determinate dagli avversi eventi atmosferici in atto, si prodigava oltre ogni limite, per ripristinare un servizio di primario interesse pubblico, fino a sacrificare la propria vita.

Al termine del suo intervento, il Prefetto ha proceduto al tradizionale scambio degli auguri di Natale e per l’anno nuovo e, nell’occasione, l’Arcivescovo metropolita di Benevento, Mons. Andrea Mugione, ha proceduto alla benedizione della Natività donata dal Sindaco di Morcone e che resterà esposta in Prefettura.
 
L’Orchestra Stabile “Ars Nova Laurentii”, diretta dal M° Massimo D’Orsi, ha arricchito la cerimonia con un repertorio di musiche anche natalizie.
 

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 

 

 
 
Pubblicato il :

 Presentazione Centro antiviolenza "iodonna"

 
 
È stato presentato sabato mattina, nello splendido scenario dell’Auditorium San Bernardino di Morcone, alla presenza delle Autorità cittadine e di una delegazione di studenti, il Centro antiviolenza “iodonna”, che prevede l’apertura di due sportelli di ascolto per le donne vittime di violenza e di maltrattamenti.

Il Centro, che è un servizio finanziato dalla Regione Campania, destinato a tutte le donne residenti nei comuni che fanno parte dell’Ambito Territoriale Sociale B05, dal prossimo mese di gennaio avrà dunque due sportelli di ascolto, dislocati in punti strategici del territorio: uno nella Valle del Tammaro, nel Comune di Morcone, Ente capofila dell’Ambito e l’altro nel cuore del Fortore, nel Comune di San Bartolomeo in Galdo.

Ad introdurre i lavori Costantino Fortunato, nella doppia veste di padrone di casa, in quanto Sindaco di Morcone e di Presidente del Coordinamento istituzionale dell’Ambito.

Sono intervenuti il Prefetto Paola Galeone, la Psicologa Giovanna Polzella, soggetto gestore dell’ATI Socrate Onlus, la Psicologa Maria Di Carlo, Consigliere regionale dell’Ordine degli Psicologi ed il Vicepresidente del coordinamento istituzionale dell’Ambito, Antonio Pasquale Martucci, assistente ai servizi sociali del comune di Ginestra degli Schiavoni.

All’interno del centro opererà una equipe di sole donne, costituita da sociologi, psicologi, assistenti sociali e avvocati civilisti e penalisti, che collaborerà strettamente per offrire un adeguato sostegno a chi è intenzionato a uscire dalla spirale della violenza.

Il Prefetto Galeone ha preannunciato la sottoscrizione di un Protocollo d’Intesa con l’A.S.L., gli ospedali, le Forze dell’Ordine, la Casa Circondariale, gli Istituti scolastici, la Croce Rossa Italiana e le Associazioni, affinché si creino i presupposti per un’azione sinergica che consenta il coordinamento di tutte le istituzioni presenti sul territorio.

“Esistono tanti centri che nascono a macchia di leopardo – ha commentato il Prefetto – ma non comunicano tra loro e questo impedisce un giusto coordinamento, perché coprono tutti lo stesso orario di attività. Si può invece immaginare di promuovere un’iniziativa a costo zero, stabilendo una turnazione che garantisca ascolto, accoglienza e assistenza in ogni momento della giornata. Inoltre, al fine di facilitare l’approccio delle vittime di violenza con le Forze dell’Ordine, nel momento della denuncia, è necessario predisporre corsi di formazione per il personale di polizia, affinché, prima di ogni cosa, offra protezione e solidarietà”.

Lo scopo degli sportelli antiviolenza è infatti quello di fornire un’adeguata terapia, ma soprattutto quello di educare le donne, per aiutarle a “far venir fuori” il problema e, nel contempo, sensibilizzare i minori, spesso testimoni dei soprusi perpetrati in famiglia.

 
 
Pubblicato il :

 Apertura dei plichi della gara n. 28351 del 15/09/2015

Si comunica che in data lunedì 21 dicembre 2015, presso la sala riunioni dell'Area I (piano ammezzato) della Prefettura di Benevento, dalle ore 9:00 si darà avvio alla procedura di apertura dei plichi della gara n. 28351 del 15/09/2015.
Pubblicato il :

 
Torna su