Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Benevento

NOTIZIE

 

 Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica - sicurezza nella stagione estiva

Presieduto dal Prefetto Galeone si è tenuto questa mattina il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per affrontare la problematica della sicurezza della stagione estiva con particolare riferimento alla viabilità, al rischio incendi e l’assistenza agli anziani.
Alla riunione hanno preso parte, oltre al Questore e ai Comandanti Provinciali dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Corpo Forestale dello Stato e dei Vigili del Fuoco, anche il Comandante della Polizia Stradale, il Comandante della Polizia Provinciale, i Sindaci dei Comuni di Airola, Montesarchio, Sant’Agata de’ Goti e Telese Terme, i Consiglieri Comunali di Guardia Sanframondi e San Bartolomeo in Galdo, i Comandanti delle Polizie Municipali di Benevento, Apice e San Giorgio del Sannio, il Direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’A.S.L. BN e il Responsabile della Direzione Compartimentale dell’ANAS.
Il Prefetto, nel richiamare l’attenzione sulla necessità di un coordinamento per l’attuazione dei servizi predisposti a tutela dei cittadini nella stagione estiva, ha evidenziato in particolare l’aumento del fenomeno delle truffe agli anziani, categoria particolarmente esposta ai disagi del periodo estivo. Ha invitato, inoltre, i rappresentanti delle Amministrazioni comunali ad attivare una campagna informativa rivolta alle persone anziane, anche attraverso il coinvolgimento delle associazioni di volontariato.
I rappresentanti delle Forze dell’ordine hanno comunicato l’avvenuto rafforzamento dei controlli e della vigilanza sulle strade, al fine di prevenire possibili incidenti connessi all’incremento del traffico veicolare, soprattutto nei fine settimana, nelle ore notturne e nei giorni di esodo per le vacanze estive.
Relativamente al rischio di incendi è stata ribadita l’esigenza di rafforzare il coordinamento nella lotta agli incendi boschivi nonché di attuare servizi mirati alla prevenzione e repressione dei comportamenti dolosi o colposi.
I rappresentanti delle Amministrazioni Locali si sono impegnati ad attivare ogni iniziativa per far fronte ai disagi delle comunità locali nel periodo estivo nonostante le difficoltà economiche ed organizzative che tali interventi comportano, rafforzando i servizi delle polizie municipali soprattutto nei weekend ed in occasione delle feste patronali.
Pubblicato il :

 Emergenza idrica 3, 4 e 5 agosto 2015

Emergenza idrica 3, 4 e 5 agosto 2015
Chiusura pomeridiana degli uffici della Prefettura.
S i comunica che, a seguito della prevista interruzione della fornitura idrica causata dai lavori di manutenzione all’acquedotto proveniente dal Biferno, nei giorni 3, 4 e 5 agosto 2015 gli Uffici di questa Prefettura-U.T.G. resteranno chiusi al pubblico a decorrere dalle ore 14:00.

Pubblicato il :

 Lavori Asse Ferroviario Napoli –Bari Gestione materiali di scavo

Convocato dal Prefetto di Benevento, Paola Galeone, si è tenuto questa mattina, presso il Palazzo del Governo, un incontro, richiesto dalla Direzione Programmi Investimenti Direttrice Sud della Rete Ferroviaria Italiana, per attuare una proficua collaborazione istituzionale diretta a garantire l’avvio entro il 31 ottobre 2015 dei lavori concernenti  l’Asse ferroviario Napoli –Bari ed in particolare i progetti di variante alla linea Napoli- Cancello e di raddoppio della linea Cancello- Frasso Telesino.
Alla riunione,  presieduta dalla dirigente dell’Area Protezione Civile, dott.ssa Maria De Feo, hanno partecipato i responsabili della Direzione  Investimenti della Rete Ferroviaria Italiana, i rappresentanti della Società progettista Italfer SpA, il Dirigente dipartimentale dell’ARPA Campania, sezione di Benevento, il rappresentante della Direzione Generale per l’Ambiente e l’Ecosistema della Regione Campania, il Sindaco ed il responsabile della Pianificazione Urbanistica del comune di Benevento, il tecnico comunale di Bucciano, l’assessore all’Urbanistica e Pianificazione e l’architetto del comune di Sant’Agata de’ Goti.
Scopo dell’incontro è stato quello di individuare le più opportune soluzioni che consentano il proficuo utilizzo dei materiali di scavo per la riqualifica di aree degradate anche attraverso specifici studi di compatibilità.
I rappresentanti della Rete Ferroviaria Italiana, dopo aver illustrato le indagini ambientali ed i sondaggi svolti sull’intero tracciato in progetto e sulle tratte Cancello-Frasso, Frasso–Vitulano ed Apice –Orsara, hanno evidenziato la necessità di condividere con gli enti interessati la gestione dei materiali derivanti dallo scavo connesso alla realizzazione delle suddette opere e di accertare la disponibilità dei potenziali siti di conferimento dei materiali, individuati in base alle indicazioni fornite da Genio Civile.
Al termine della riunione i presenti  sono stati concordi nel ritenere che, per trovare soluzione alla problematica sollevata, si rendono opportune ulteriori iniziative dirette ad effettuare una nuova valutazione, d’intesa con l’ARPAC,  della compatibilità ambientale delle eventuali aree di conferimento del materiale di scavo- tenendo conto dei valori di fondo e delle caratteristiche del terreno- a promuovere il successivo coinvolgimento dei singoli enti interessati dalla presentazione di progetti di variante ai piani urbanistici e, da ultimo, ad attivare la collaborazione del Genio Civile per l’approvazione dei progetti di ripristino.

Pubblicato il :

 Prevenzione e spegnimento degli incendi boschivi

Convocata dal Prefetto di Benevento, Paola Galeone, si è tenuta questa mattina, presso il Palazzo del Governo, una riunione di coordinamento tra i soggetti competenti in materia di prevenzione e spegnimento degli incendi boschivi, presieduta dal dirigente dell’Area Protezione Civile, dott.ssa Maria De Feo, cui hanno partecipato i Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei Vigili del Fuoco, della Polstrada; i rappresentanti della Questura e del Corpo Forestale dello Stato; i dirigenti del Settori Foreste e della Protezione Civile della Regione Campania; i rappresentanti della Provincia, della Comunità Montana del Titerno e Alto Tammaro, della Comunità Montana del Taburno, dell’ANAS, della Rete Ferroviaria e dell’ENEL .
La dott.ssa Della Valle, dirigente del Settore Foreste Regionale di Napoli, ha rilevato la particolare recrudescenza del fenomeno nel Luglio del c.a., nell’intero territorio della Campania, sia in termini di numero di incendi che di territorio percorso dal fuoco.
In provincia di Benevento, a partire dal 1° Luglio ad oggi, si sono sviluppati 114 incendi che hanno interessato, in totale, 77 ettari di superficie boschiva e 56 ettari di area non boscata. Per ulteriori 40 incendi, avvenuti nello stesso periodo, è ancora in corso al perimetrazione.
Le Forze di Polizia hanno confermato l’attuazione di servizi mirati alla prevenzione e repressione dei comportamenti dolosi o colposi, utilizzando all’uopo anche specifiche aliquote di personale.
In particolare, il Corpo Forestale dello Stato ha intensificato le attività investigative ad ampio raggio tese ad accertare le cause degli incendi boschivi ed ad individuarne i responsabili.
Il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco ha garantito la piena operatività del dispositivo previsto per il rischio incendi d’interfaccia, a protezione delle abitazioni, nonché l’attuazione di collaborazioni specifiche con la Regione in caso di esigenze particolari. 
Per le attività di prevenzione, è stato evidenziato che dall’8 Luglio al 20 Settembre 2015, in tutta la regione, è vietata la combustione di residui vegetali agricoli e forestali.
Tutti i presenti hanno, altresì, rilevato la particolare importanza che riveste il puntuale aggiornamento, da parte dei Comuni, del catasto dei soprassuoli percorsi dal fuoco,  per i quali sono previsti duraturi vincoli di immodificabilità della destinazione d’uso e di inedificabilità, attività per la quale la Forestale ha assicurato il massimo ausilio.
Per quanto riguarda la lotta attiva, i dirigenti del Settore Foreste della Regione Campania hanno confermato le linee organizzative degli anni precedenti, che prevedono l’apporto di uomini e mezzi della Provincia e delle Comunità Montane, quali Enti delegati.
I rappresentanti degli Enti delegati presenti hanno confermato la disponibilità ad avviare con immediatezza l’attività antincendio prevista dal “Piano”, anche se la Provincia ha sottolineato alcune difficoltà in materia di assunzioni temporanee derivanti dalla recente legge finanziaria.
La Prefettura, su istanza dei presenti, richiamerà l’attenzione dei Comuni sulle varie tematiche, con particolare riferimento al catasto, all’attualità dei piani comunali per gli incendi d’interfaccia ed alla realizzazione di punti per il prelievo dell’acqua, quali prese idriche e vasche di raccolta.
Si è concordato di dare ampia diffusione ai numeri telefonici 800.44.99.11 (numero verde regionale) e 1515 (numero verde del CFS), nonché alla APP “SMA CAMPANIA”, scaricabile dal sito www.smacampania.info e www.cambialatuaterra.it , con i quali i cittadini possono segnalare eventuali focolai d’incendio.

Pubblicato il :

 Tavolo di confronto in Prefettura per l’ emergenza abitativa.

Il Prefetto Paola Galeone nella mattinata del 23.07.2015, ha presieduto la riunione convocata per l’esame delle istanze avanzate dal Movimento Lotta per la Casa in merito alla ben nota problematica abitativa, a cui hanno preso parte il Vicequestore Vicario, il Dirigente dei Servizi Sociali del Comune di Benevento, il rappresentante dell’ IACP, il Segretario Provinciale del     SUNIA, nonché i rappresentanti del Movimento  Lotta per la Casa.
Dall’incontro è emerso che permane il fenomeno dell’occupazione abusiva degli alloggi di proprietà pubblica nonché la consuetudine di vanificare l’esecuzione dei provvedimenti di rilascio degli immobili strumentalizzando la  presenza di minori, malati o portatori di handicap.
E' stato prospettato, inoltre, il timore che le occupazioni abusive possano essere frutto di un fenomeno organizzato che si fonda sull’esistenza di un mercato illecito.
A tale ultimo riguardo il Prefetto ha invitato i presenti a denunciare, anche in forma anonima, ogni situazione di illegalità di cui si venisse conoscenza, assicurando il pieno coinvolgimento delle forze di polizia nelle relative conseguenti attività.
E' stato, quindi, stabilito di rafforzare l’attività di controllo sul patrimonio  immobiliare pubblico attraverso la revisione delle concessioni in uso potendo  essere mutate le condizioni che ne hanno determinato l’adozione per evitare che chi non ne ha più diritto mantenga il privilegio dell’assegnazione dell’alloggio pubblico.
E' stato ritenuto, inoltre, necessario organizzare adeguate misure, anche attivando un intervento più incisivo del Servizio 118, per evitare che l’esecuzione dei provvedimenti di rilascio degli immobili venga ostacolata da azioni pretestuose ovvero da proteste.
E’ stata richiamata l’attenzione sull’utilità di fare ricorso, in caso di occupazioni abusive, allo strumento dell’interruzione delle utenze (luce, acqua, gas) che in tali ipotesi sarebbero illegittimamente allacciate.
Il Prefetto, al termine della riunione ha programmato di affidare ad un gruppo ristretto costituito da IACP, Polizia Municipale e un rappresentante del Movimento di Lotta per la Casa l’analisi di talune situazioni già venute in evidenza, approfondendo a campione ulteriori casi particolari attraverso l’attento esame della documentazione concernente il possesso dei  requisiti da parte degli assegnatari.
Le occupazioni illegittime o immotivate individuate potranno essere comunicate alla Prefettura per la  programmazione,  in sede di Riunione Tecnica di Coordinamento, le operazioni di sfratto.
Pubblicato il :

 Lavori acquedotto Biferno - Interruzione idrica programmata per il Capoluogo ed alcuni comuni della provincia di Benevento

Oggi alle 11:00, il Prefetto di Benevento, Paola Galeone, ha convocato una riunione in merito all’interruzione dell’erogazione di acqua proveniente dall’acquedotto del Biferno e che riguarderà i Comuni di Benevento, Amorosi, Castelvenere, Dugenta, Faicchio, Frasso Telesino, Melizzano, Ponte, San Salvatore Teles.,  Telese Terme e Torrecuso.

L’interruzione è stata programmata dalla Regione Campania per eseguire inderogabili ed urgenti lavori sul tronco principale della suddetta condotta e sarà attuata a partire dalle ore 16:00 del 03.08.2015 e fino alle ore 8:00 del 05.08.2015.

All’incontro hanno partecipato il Sindaco di Benevento, i rappresentanti degli altri Comuni interessati, i vicecomandanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco, il dirigente della Struttura Tecnica di Missione per la Gestione Risorse Idriche della Regione Campania, i responsabili della GE.SE.SA S.p.A. e del Consorzio C.A.B.I.B., nonché i delegati dell’Azienda Ospedaliera Rummo e della Casa Circondariale.

La riunione, coordinata dal dirigente dell’Area Protezione Civile della Prefettura, è stata finalizzata a favorire l’opportuna sinergia tra i vari soggetti competenti all’organizzazione di ogni attività utile ad alleviare gli eventuali disagi per la popolazione residente ed assicurare continuità di servizio alle strutture pubbliche di primaria importanza.

È stato chiarito, preliminarmente, che l’interruzione non riguarderà tutto il territorio dei comuni menzionati ma esclusivamente le zone servite con acqua proveniente dalla condotta del Biferno. Sarà totale per le aree alimentate solo con tale risorsa e parziale per quelle rifornite anche con altre fonti.

Dopo un ampio scambio di informazioni ed opinioni è stato concordato un primo quadro di quella che sarà l’organizzazione dei servizi predisposti e che potrà essere integrato in relazione alle verifiche tecniche che saranno svolte a partire dal primo pomeriggio odierno, anche per specifiche richieste del Sindaco di Benevento.

Per il Comune di Benevento, ove saranno coinvolte complessivamente circa 23.000 utenze, l’interruzione dell’erogazione sarà:
 
totale in C. da Mosti – C. da S. Giovanni – C. da La Francesca – C. da Torretta – C. da Panelli – C. da Lammia – C. da Bonavita -  C.da Francavilla – C. da Imperatore – C. da Vallereccia – C.da S. Francesco – C. da Murata – C. da Fasanelle – C. da S. Domenico – C. da Ponte Cardone – C.da S.Chirico – C.da Olmeri e C.da Acquafredda - C. da S.Vitale – C.da Scafa – C.da Olivola – C.da Mascanfroni - C.da Masseria del Ponte –Quartiere Capodimonte -  Piano di zona Ponticelli – Fontana Margiacca - C. da Eremita - Masseria La Vipera – C. da Coluonni – C. da Cancelleria – zona ASI Ponte Valentino – Loc. Sagliete - Piano Cappelle – S. Cumano -  C.da Monte Guardie – C.da S.Liberatore – C.da Bosco Panaro – Loc. Perrillo;

parziale in P.zza Castello – Via XXV Maggio – Via Ferrelli – P.zza Risorgimento – Via De Caro - Via Perasso – Via Caggiano - Via Collevaccino – Via Di Tocco zona Fossi – Parte alta del Centro Storico da P.zza IV Novembre a Via T. Pellegrini   con rispettive traverse verso Via Annunziata e Via M. La Vipera -  Via Avellino – Via Fontanelle -  piano di zona Fontanelle -  V.le degli Atlantici - V.le Mellusi e Via Calandra  con rispettive traverse di collegamento -  Via Intorcia -Via Meomartini – C.da Ariella – C.da Cretarossa -  Via Pacevecchia – Via Rosselli – insediamenti IACP e Cooperativa zona Pacevecchia – Via Cifaldi – Fontana Fabbbricata – Via Monte delle Guardie – Via Fermi -  Via Gramsci – Via A.Moro – insediamento IACP Sparaco Spartaco – Ponte delle Tavole.
 
Nell’area a totale interruzione saranno dislocate delle cisterne fisse con acqua non potabile, dotate di rubinetto. Nelle zone soggette a parziale interruzione la fornitura idrica sarà garantita lunedì 03 Agosto 2015 fino alle ore 14:00, martedì 4 e mercoledì 5 Agosto 2015 a partire dalle ore 06:00 e fino alle ore 14:00. La GESESA assicurerà, a richiesta per i casi di effettiva necessità, un servizio sostitutivo con autobotte.

La GESESA adotterà il medesimo schema anche per gli altri comuni gestiti: Frasso T., Melizzano, Ponte e Telese T. .

Il CABIB disporrà per le circa 27 utenze di Torrecuso, prive di acqua, un servizio sostitutivo con autobotte.

Agli altri Comuni, alcuni gestiti per la distribuzione dall’Alto Calore Servizi, è stato raccomandato di predisporre un analogo sistema facendo conoscere, con congruo anticipo, eventuali criticità.

Si è convenuto che tutti i gestori dei servizi di distribuzione di acqua potabile provvederanno, a breve, ad informare i cittadini su quali zone saranno a totale o parziale interruzione indicando in dettaglio cosa è stato predisposto in via sostitutiva nonché i recapiti telefonici da utilizzare per la richiesta di autobotti.

 
Pubblicato il :

 
Torna su