Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Benevento

NOTIZIE

 

 Progetto “Abbandono scolastico e bullismo" - nuovo sito web

A decorrere dal 18 ottobre 2014, il progetto “Abbandono scolastico e bullismo: quali rischi per i giovani?”, realizzato dal RTI con impresa mandataria la Fondazione Censis di Roma, nell’ambito del Programma Operativo Nazionale “Sicurezza per lo Sviluppo” Obiettivo Convergenza 2007-2013, Obiettivo Operativo 2.6 “Contenente gli effetti delle manifestazioni di devianza”, sarà raggiungibile attraverso il seguente sito:   http://discobull.dlci.interno.it   

Pubblicato il :

 Attivazione numero verde 43002 contro droga e bullismo

Nel corso della Conferenza Stampa svoltasi nella mattinata odierna presso il Palazzo del Governo il Prefetto Galeone, alla presenza dei vertici delle Forze dell’Ordine e del Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, ha illustrato  il progetto “Un sms per dire no a droga e bulli”, avviato dal 27 ottobre anche nella provincia di Benevento.

Promossa dal Ministero dell’Interno in occasione dell’inizio dell’ anno scolastico  per favorire l’emersione di situazioni di illegalità che possono turbare il sereno andamento delle attività scolastiche e lo sviluppo psico-fisico dei giovani, l’iniziativa si inquadra nell’ambito delle strategie di sicurezza partecipata, volte a prevenire di fenomeni estremamente delicati e complessi quali il bullismo e lo spaccio e consumo di sostanze stupefacenti, espressione del malessere adolescenziale.

Tenuto conto delle potenzialità dei più evoluti e moderni canali di ascolto e comunicazione fortemente diffusi tra i giovani e  facilmente utilizzabili da tutti, è stato istituito su tutto il territorio nazionale il numero verde 43002 al quale chiunque può segnalare tramite un SMS, anche in forma anonima,  gli episodi di bullismo o i casi di spaccio o consumo di stupefacenti all’interno e nelle immediate vicinanze delle scuole.

Al riguardo il Prefetto, che già aveva preannunciata l’iniziativa in occasione della cerimonia di consegna del diario “Un anno con Civis”  agli alunni delle classi di quarta elementare presso l’Istituto Comprensivo Bosco Lucarelli di Benevento, ha sottolineato quanto il successo dell’ iniziativa dipenda dal contributo attivo  di tutti i cittadini, studenti, genitori, docenti,  e delle realtà che vogliano concretamente impegnarsi a favorire la prevenzione e la repressione di tali fenomeni, presenti anche nei centri di ridotte dimensioni demografiche.

Il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale ha evidenziato la necessità di potenziare anche l’attività di informazione e sensibilizzazione rivolta a studenti e docenti per consentire una appropriata conoscenza del fenomeno utile a prevenire atti di bullismo, cogliendo tempestivamente i segnali premonitori.

Il Questore si è, quindi, soffermato sulle modalità operative dell’innovativo servizio. La segnalazione, inviata al numero verde 43002, deve essere necessariamente preceduta dall’indicazione della provincia nella quale si è verificato l’evento da segnalare. Il sistema inoltra automaticamente il messaggio   alla centrale operativa della Questura competente per territorio, inviando  al cittadino un sms automatico di presa in carico della segnalazione.

La sala operativa della Questura dispone immediatamente i primi interventi mirati alla protezione delle vittime, predisposti secondo modalità e criteri di alternanza tra la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri già  concordati in sede di riunione del Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Infine è stato visionato un breve filmato realizzato dalla Questura che illustra le modalità di funzionamento del servizio, invitando le emittenti televisive a volerlo trasmettere più volte nei prossimi giorni per diffondere in modo capillare l’iniziativa tra la popolazione.

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
Pubblicato il :

 Conferenza Stampa

Mercoledì 29 ottobre p.v. alle ore 12.30 il Prefetto, unitamente al Questore ed al Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, incontrerà la stampa presso la sala riunioni del Palazzo del Governo per illustrare l’avvio sul territorio provinciale del nuovo servizio gratuito e anonimo al quale segnalare, tramite SMS al numero 43002, episodi di spaccio di stupefacenti e di bullismo all’interno e nelle immediate vicinanze delle scuole.

 
Pubblicato il :

 PONTE: Bicentenario di fondazione dell'Arma dei Carabinieri.

COMMEMORATO NEL CIMITERO DI PONTE (BN) CON UNA SOBRIA MA SOLENNE CERIMONIA L’APPUNTATO VITTORIO VACCARELLA CADUTO NEL 1970 MENTRE AFFRONTAVA ALCUNI PERICOLOSI MALVIVENTI.  

In occasione del “Bicentenario di Fondazione dell’Arma dei Carabinieri”, nella mattinata del 18 ottobre u.s., è stata svolta nel Cimitero Comunale di Ponte la cerimonia di commemorazione della Medaglia d’Oro al Valore Civile “alla memoria” Appuntato Vittorio Vaccarella, caduto il 19 ottobre del 1970 in Gavi Ligure (AL) nel corso di una rischiosa operazione di servizio durante la quale il graduato aveva bloccato alcuni pericolosi malviventi.

La cerimonia, presenziata dal Comandante della Legione Carabinieri “Campania” – Generale di Brigata Gianfranco Cavallo -, dalla vedova del decorato - Sig.ra Caterina Procaccini -, dal Prefetto della Provincia di  Benevento – Dr.ssa Paola Galeone -, dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Benevento – Colonnello Pasquale Vasaturo – e dal Sindaco di Ponte – Dott. Mario Meola, ha visto schierati un picchetto di Carabinieri in Grande Uniforme Speciale con trombettiere per la resa degli onori ed una nutrita rappresentanza di Carabinieri in servizio nella provincia sannita e di appartenenti all’Associazione Nazionale Carabinieri che hanno fatto da splendida cornice intorno alla tomba del Caduto ed ai suoi familiari.

Dopo la resa degli onori e la deposizione di un mazzo di fiori caratterizzato dai colori tradizionali dell’Arma: il rosso ed il bleu, il Capo Servizio Assistenza Spirituale Militare della Legione Carabinieri “Campania” – 1° Cappellano Capo Don Franco Facchini -, ha poi benedetto la lapide tombale.

La cerimonia ha avuto poi seguito all’interno dell’attigua Cappella Cimiteriale dove il Cappellano Militare ha concelebrato con il parroco di Ponte, Don Alfonso Calvano, una messa in suffragio del Caduto conclusasi con la lettura della “Preghiera del Carabiniere” da parte del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Benevento che successivamente ha anche ricordato la figura dell’Appuntato Vittorio Vaccarella e dei tragici fatti in cui ha perso la vita e per i quali è stato decorato dell’alta onorificenza, riportati nella seguente motivazione:
“portatosi coraggiosamente con l’unico commilitone disponibile, in una località, in cui era stata segnalata la presenza di alcuni pericolosi malviventi e sorpresone uno, lo affrontava animosamente, riuscendo ad immobilizzarlo. Mentre era intento a tradurre in caserma il malfattore, fatto segno a colpi di arma da fuoco da parte di altri due banditi, sbucati improvvisamente da un vicino vigneto, non esitava, con sereno sprezzo del pericolo, a far fronte all’improvvisa, gravissima minaccia, ma veniva colpito a morte, sacrificando la giovane vita ai più alti ideali di dedizione al dovere e di ardimento.”

L’emozionante cerimonia ha avuto termine con la consegna alla vedova dell’Appuntato Vaccarella, da parte del Comandante della Legione Carabinieri “Campania”, di un Attestato di Riconoscenza firmato dal Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Leonardo Gallitelli.    
 
  
 
  
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Pubblicato il :

 Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze armate

Nella mattinata odierna, presso il Palazzo del Governo, presieduta dal Prefetto Paola Galeone, si è tenuta una riunione per definire i momenti celebrativi della ricorrenza della Festa dell’Unità Nazionale e  delle Forze armate.
La celebrazione quest’anno assume ulteriore rilevanza per la concomitante ricorrenza del centenario della Grande Guerra che vide il sacrificio di molti giovani che  persero la vita per il proprio Paese.
Le commemorazioni inizieranno alle ore 9.30 con la celebrazione della S. Messa nella Chiesa di Santa Sofia, officiata dal Vicario Generale della Curia Arcivescovile  in suffragio dei caduti.
La tradizionale cerimonia si svolgerà in Piazza Castello con inizio alle ore 10.30.
È previsto come di consueto lo schieramento del Picchetto d’Onore formato da militari del Comando provinciale dei Carabinieri, con la partecipazione della rappresentanza di n. 3 unità appartenenti a: Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Polizia Penitenziaria, Corpo Forestale dello Stato, Vigili del Fuoco, Polizia Provinciale, Polizia Municipale, Croce Rossa Italiana.
All’inizio della manifestazione saranno resi gli onori al Gonfalone della città di Benevento, al Labaro della Provincia e al Prefetto, massima autorità civile presente alla manifestazione, che passerà in rassegna il Picchetto Armato accompagnato dalla massima Autorità Militare.
Il Prefetto deporrà quindi una Corona d’alloro ai piedi del Monumento ai Caduti, accompagnato dalla massima Autorità Militare, dal Sindaco e dal Presidente della Provincia.
Come di consueto, si darà lettura dei messaggio del Capo dello Stato cui seguiranno le allocuzioni del Sindaco di Benevento e del Presidente della Provincia.
Al termine saranno nuovamente resi gli onori al Gonfalone del Comune, al Labaro della Provincia ed al Prefetto nel momento in cui lasciano il luogo della cerimonia.
I brani musicali saranno eseguiti a cura del Conservatorio Statale “Nicola Sala” di Benevento con l’intervento di un trombettiere dell’Associazione Nazionale Bersaglieri Sanniti.
Il dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, d’intesa con il presidente dell’UNICEF, assicurerà la partecipazione delle scolaresche e saranno altresì presenti i sindaci Junior ed i volontari dell’Unicef.
Le Associazioni Combattentistiche parteciperanno come sempre con i rispettivi gonfaloni.
Pubblicato il :

 Scioglimento Consiglio comunale di Campoli del Monte Taburno - nomina Commissario prefettizio

In seguito all’intervenuta efficacia delle alle dimissioni rassegnate in data 20 settembre scorso dal Sindaco di Campoli del Monte Taburno, per la scadenza del termine di 20 giorni entro il quale le dimissioni avrebbero potuto essere revocate, il Prefetto Galeone ha avviato il procedimento per lo scioglimento del Consiglio comunale del predetto Comune.
 
Nelle more dell’adozione del provvedimento di scioglimento, con proprio decreto il Prefetto ha sospeso il Consiglio ed ha nominato Commissario prefettizio per la provvisoria gestione dell’Ente la dr.ssa  Elvira NUZZOLO, Viceprefetto in servizio presso la Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo di Avellino.

Al Commissario prefettizio sono attribuiti i poteri del Sindaco, della giunta e del consiglio comunale.
Pubblicato il :

 sicurezza dedicata - riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica


 
 
 

 
 
 
La sicurezza dedicata al centro dell’attenzione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica svoltosi nella mattinata odierna e convocato dal Prefetto Paola Galeone in relazione al recente episodio di rapina ai danni di una farmacia del capoluogo.

Alla riunione hanno partecipato il Questore Borrelli, il Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, Vasaturo, il Comandante interinale della Guardia di Finanza, Lauro, il Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato, Curto, il Presidente della Camera di Commercio, Campese, il Presidente Federfarma, Cusano, ed il Presidente dell’Ordine dei Farmacisti, Manna.

All’esame la rimodulazione di protocolli attuativi di intese già definite tra il Ministero dell'Interno ed i rappresentanti nazionali delle associazioni di categoria per la tutela della sicurezza dei farmacisti e degli altri operatori economici maggiormente esposti a rischio.

Il Prefetto ha evidenziato in proposito che l’obiettivo è quello di realizzare la diffusione capillare, tra i farmacisti e i commercianti, di impianti di videosorveglianza a tutela della sicurezza dei loro esercizi e del personale dipendente; in tal modo, attraverso iniziative integrate, si potrà contribuire ad innalzare il livello complessivo di sicurezza del territorio in chiave di prevenzione e ad ottimizzare le risorse a disposizione delle Forze di Polizia, che comunque hanno assicurato l’intensificazione dei servizi di controllo del territorio.

Il Presidente Campese ha riferito che la Camera di Commercio ha rifinanziato anche per il 2015 il fondo annuale per la concessione di un contributo nella misura del 50% alle imprese soggette a maggiore rischio di azioni criminose, per l’installazione di sistemi di sicurezza e di allarme che siano collegati con le sale operative delle locali Forze dell’Ordine ed ha inoltre assicurato che saranno ulteriormente sensibilizzate, anche attraverso Confcommercio e Confesercenti, le categorie maggiormente interessate, tra cui gioiellerie, tabaccherie, farmacie e armerie, a dotare i locali di vendita di sistemi di videosorveglianza.

Nella circostanza, il Prefetto ha sottolineato infine che il maggior coinvolgimento delle categorie economiche più a rischio in progetti di sicurezza dedicata può costituire parte qualificante di un ampio progetto di sicurezza della provincia sannita, da definirsi con la condivisione dei Sindaci, anche a seguito di ulteriori riunioni itineranti del Comitato Provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, attraverso la sottoscrizione di uno o più Patti di sicurezza, per aree omogenee del territorio.
 
Pubblicato il :

 
Torna su