Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Benevento

NOTIZIE

 

 Brillato l'ordigno bellico rinvenuto a Benevento

COMUNICATO STAMPA  DEL 30/03/2018

Con disposizione del Prefetto di Benevento, Paola Galeone, è stato fatto brillare nella mattina di ieri l'ordigno bellico inesploso rinvenuto il 16 Marzo scorso durante i lavori in atto nel cantiere denominato "Torre della Catena" in Via Gennaro De Rienzo a Benevento.

Poche ore dopo il rinvenimento il personale specializzato del 21° Reggimento Genio Guastatori di Caserta, attivato dalla Prefettura, aveva accertato che si trattava di "bomba d'aereo HE da 1000 lbs G.P.", di fabbricazione americana e priva di spoletta.

Un ordigno di elevato potenziale distruttivo ma privo del congegno destinato ad attivare l'accensione della carica interna esplosiva, quindi i militari del genio provvedevano a porlo "in sicurezza" nei pressi del luogo del ritrovamento, in un area interna al cantiere per la quale veniva attuato il presidio h. 24 da parte delle Forze di Polizia.

 Verificato che la bomba non poteva essere fatto brillare in quel luogo, posto in area urbana del Capoluogo Sannita in zona densamente abitata, il Centro Coordinamento Soccorsi (CCS), immediatamente convocato dal Prefetto, a coronamento di un intenso lavoro, anche grazie al contributo dell'Unità Operativa Genio Civile e Protezione Civile della Regione Campania, individuava la cava della ditta Venditti ubicato a Morcone (BN) in Contrada Colle Alto come sito sicuro per operare la sua distruzione.

Alle ore 8:00 di ieri, giovedì 29 Marzo 2018, personale della Prefettura, 21° Reggimento Genio Guastatori di Caserta, Questura, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Sezione di Polizia Stradale, Vigili del Fuoco, Centrale Operativa Provinciale 118 A.S.L. BN1, Comuni di Benevento, Sassinoro e Morcone,  e-distribuzione ENEL, 2i Rete Gas Impianti S.p.A e Telecom Italia avviava la realizzazione di una serie di attività ordinate dal Prefetto con proprio decreto.

L'ordigno bellico inesploso veniva caricato su un veicolo specializzato che, con al seguito mezzi di soccorso ed assistenza sanitaria, veniva scortato dalle Forze di Polizia fino al sito di cava di Morcone.

Nell'area venivano istituite zone di sicurezza ed operative sgomberate da persone ed animali ed interdette all'accesso di veicoli e personale non autorizzato. I servizi di distribuzione di energia elettrica, gas ed acqua venivano temporaneamente sospesi.

La bomba collocata in uno scavo profondo diversi metri e ricoperta con materiale di diversa natura, al termine della realizzazione di altre misure di sicurezza, veniva fatta deflagrare dal Genio Militare alle ore 12:30.

 
Foto: fonte 21° Reggimento Genio Guastatori di Caserta
Pubblicato il :

 Precetto Pasquale Interforze.

Si è svolta nella mattina odierna presso la Basilica Madonna delle Grazie, la tradizionale celebrazione del Precetto Pasquale Interforze, voluta dal Prefetto di Benevento Paola Galeone per sottolineare e rafforzare la collaborazione tra tutte le Forze dell'Ordine impegnate quotidianamente nell'attività istituzionale a servizio della collettività. Alla celebrazione eucaristica, presieduta dall'Arcivescovo Metropolita, hanno preso parte il Vice Sindaco del Comune di Benevento, il Presidente del Tribunale, il Procuratore ed il Vice Procuratore della Repubblica, i vertici e numerosi appartenenti delle Forze dell'Ordine, alle Associazioni Nazionali della Polizia di Stato e dei Carabinieri ed il personale civile della Prefettura e della Questura. Il Prefetto, prendendo spunto dall'omelia dell'Arcivescovo incentrata sulla necessità di agire nel rispetto della legalità affinchè il comportamento di ciascuno sia in linea con i valori di onestà e di osservanza delle regole, ha auspicato che le parole del vangelo possano illuminare ogni giorno la missione ed il servizio dei militari, dei componenti delle Forze di Polizia e di quanti sono impegnati a combattere l'illegalità e a difendere i deboli per affermare la forza della giustizia. Ha, infine, ringraziato tutti gli intervenuti per la loro presenza costante accanto ai cittadini a garanzia della sicurezza unendosi all'Arcivescovo nell'invocare l'aiuto del Signore per camminare insieme ed avere lo stesso passo.


Pubblicato il :

 Città di Mondragone. Servizio di igiene urbana - avviso di manifestazione di interesse

Città di Mondragone. Si pubblicano l'avviso di manifestazione di interesse ed il capitolato di appalto inerenti al servizio di igiene urbana.
Pubblicato il 26/03/2018
Ultima modifica il 26/03/2018 alle 11:20:06

 Inaugurazione di 'Casa Viola" la prima struttura che accoglie donne maltrattate e figli minori creata nella provincia di Benevento

Il Prefetto di Benevento Paola  Galeone ha inaugurato nei giorni scorsi "Casa Viola" la prima struttura che accoglie donne maltrattate e figli minori creata nella provincia di Benevento, nata dall'impegno della cooperativa sociale Nuovi Incontri, per la realizzazione di un luogo sicuro e protetto che consenta alle donne il recupero psicologico e il reinserimento sociale.

Alla cerimonia sono intervenuti i vertici delle Forze dell'Ordine, rappresentanti della A.S.L. BN1e della Confindustria e numerosi studenti dei Licei cittadini.

Il Prefetto ha sottolineato la necessità della sinergia tra le istituzioni per combattere il fenomeno della violenza sulle donne, ancora sottostimato a causa della scarsa propensione delle vittime di abusi a denunciare.

Attraverso percorsi condivisi è possibile agire efficacemente nell'interesse delle vittime che può essere efficacemente perseguito creando una rete per attivare adeguati strumenti di tutela delle categorie più fragili, facendo emergere il sommerso della violenza e facilitando il contatto tra le vittime e gli operatori specializzati.

Non è semplice riconoscere i segnali di un comportamento che sfocerà nell'abuso atteso che solo il 30% delle donne sporge denuncia per violenza.

Questa casa può costituire, pertanto, un luogo di integrazione e potenziamento degli interventi, un messaggio di speranza per tutte quelle donne che non vedono via d'uscita, promuovendo e favorendone l'inclusione nel tessuto della comunità locale.

Il ruolo svolto dalle strutture di accoglienza, offrendo rifugio anche ai minori che spesso condividono con le loro madri l'esperienza del maltrattamento, è fondamentale in quanto punti di riferimento che incoraggiano le vittime a combattere i soprusi fisici e psicologici.

Avere qualcuno a cui rivolgersi ed un posto sicuro ove recarsi aiuta a trovare la forza di ribellarsi e di reagire.
 
Pubblicato il :

 Il Prefetto vara il provvedimento di divieto di impiego dei droni

Con ordinanza in data odierna pubblicata sul sito istituzionale di questa Prefettura, il Prefetto Galeone ha disposto il divieto assoluto di impiego dei droni per attività sia professionali che amatoriali in occasione della visita di Sua Santità Papa Francesco a Pietrelcina il 17 marzo p.v.

La Prefettura ha anche richiesto all'ENAC l'emissione di NOTAM per il divieto temporaneo di sorvolo nello spazio aereo sovrastante la località interessata.

Il provvedimento è scaturito dalle valutazioni del Comitato Provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica che sta riservando continua attenzione alla predisposizione delle misure volte a garantire lo svolgimento della visita pastorale in un contesto di massima sicurezza, in considerazione dell'eccezionalità dell'evento, che vede per la prima volta il Papa nella terra natale di Padre Pio in occasione del centenario dell'apparizione delle stimmate e nel 50° della morte del Santo.
Pubblicato il 14/03/2018
Ultima modifica il 14/03/2018 alle 12:18:49

 Per la visita di Papa Francesco a Pietrelcina il 17 marzo 2018 si è riunito il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica.

Con l'intervento dell'Ispettorato Generale di Pubblica Sicurezza "Vaticano" e del Corpo di Gendarmeria, il Comitato Provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica si è riunito nella mattinata odierna in composizione allargata per definire le misure organizzative relative alla visita pastorale del Santo Padre a Pietrelcina in occasione del centenario delle stimmate e del 50° anniversario della morte di San Pio.

Presenti tutte le componenti coinvolte nell'organizzazione dell'evento, è stato reso noto il programma ufficiale della visita di Papa Francesco che alle ore 8.00 atterrerà nel piazzale adiacente alla Chiesa di Piana Romana accolto dall'Arcivescovo di Benevento, Mons. Felice Accrocca, e dal Sindaco di Pietrelcina, Domenico Masone.

Dopo una breve sosta privata davanti all'olmo delle stimmate, il Pontefice, sul palco allestito nel piazzale antistante la Chiesa riceverà il saluto dell'Arcivescovo e al termine del discorso ai fedeli benedirà i presenti, incontrando successivamente la Comunità dei Cappuccini.

Pur trattandosi di una visita breve e improntata alla massima semplicità, sono state messe a punto, per l'evento connotato da grande intensità, una serie di misure volte a garantirne lo svolgimento in una cornice di massima sicurezza per la persona del Sommo Pontefice e per tutti i partecipanti, coniugando le esigenze di safety e di security in una pianificazione integrata .

In particolare, in considerazione dell'eccezionalità dell'occasione, è stata concordata l'adozione del divieto di sorvolo sull'area interessata.


 



Pubblicato il :

 Il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica si riunisce per la visita del Santo Padre a Pietrelcina il 17 marzo 2018

Presieduto dal Prefetto Galeone nel pomeriggio del 1° marzo u.s. il Comitato Provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica si è riunito in composizione allargata per approntare le prime misure organizzative relative alla visita pastorale di Papa Francesco in programma il 17 marzo in Pietrelcina terra natale di San Pio.

All'incontro, che fa seguito ad un'intensa attività di coordinamento già avviata attraverso specifici sopralluoghi e tavoli tecnici, hanno partecipato, oltre ai vertici delle Forze dell'ordine, i rappresentanti della Curia Arcivescovile, dei Comuni di Pietrelcina, Pago Veiano e Pesco Sannita, della Protezione Civile Regionale, dell'A.S.L. e del 118, e dei Vigili del Fuoco.

In considerazione dell'eccezionalità dell'occasione è previsto un massiccio afflusso di fedeli che giungeranno a Pietrelcina fin dalla giornata precedente per partecipare al ricco programma religioso predisposto dai Frati Minori del Convento dei Cappuccini per poi concentrarsi tutti a Piana Romana nel breve arco temporale della presenza del Papa sul territorio sannita.

Sono stati pertanto definiti tutti gli aspetti volti a garantire lo svolgimento dell'evento in una cornice di massima sicurezza per la persona del Sommo Pontefice e per tutti i partecipanti, coniugando le esigenze di safety e di security in una pianificazione integrata .

In particolare sono state concordate le prime misure idonee ad assicurare, attraverso il coordinato intervento di tutte le componenti presenti al tavolo, l'ordinato afflusso e deflusso dei pellegrini a Piana Romana, attraverso la previsione di apposite disposizioni concernenti il traffico e le aree di sosta, le facilitazioni di accesso per i disabili e l'assistenza sanitaria.

Alla seduta seguirà un'ulteriore riunione plenaria del Comitato per la verifica finale delle misure organizzative predisposte.

 


Pubblicato il :

 
Torna su