Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Belluno

NOTIZIE

 

 Decreto Prefettizio autovelox

Si informa che il Prefetto di Belluno, dott. Giacomo Barbato, in data 4 aprile 2014 ha sottoscritto il decreto con il quale sono stati individuati, ai sensi dell’art. 4 della L. 168/2002, i tratti stradali in cui è possibile l'attività di controllo remoto del traffico finalizzata all'accertamento delle violazioni per eccesso di velocità ed allo stesso tempo sono stati revocati tutti i precedenti provvedimenti prefettizi con i quali venivano individuati i tratti di strada in questione.

Il predetto decreto è pubblicato sul sito della Prefettura U.T.G. di Belluno, nella sezione Amministrazione Trasparente – Provvedimenti – Decreto Prefettizio Autovelox, al link: http://www.prefettura.it/belluno/contenuti/82983.htm .

Pubblicato il 16/04/2014 ultima modifica il 06/06/2014 alle 12:57:27

 Giornata della Dante

     Nel pomeriggio odierno il salone di rappresentanza della Prefettura ha ospitato la celebrazione della “Giornata della Dante”, dedicata quest’anno al centenario della Prima Guerra Mondiale.
    Oltre alla presidente del Comitato della Società Dante Alighieri di Belluno, prof.ssa Orietta Costantini Longo, erano presenti numerose autorità, i rappresentanti delle Forze dell’ordine e delle forze armate, i dirigenti degli uffici pubblici e delle categorie economiche della provincia.
    Nel suo intervento il Prefetto di Belluno, Giacomo Barbato, ha evidenziato lo stretto legame tra la storia della Società Dante Alighieri e quella dell’Italia e dell’identità nazionale del nostro Paese.
    Infatti la Dante, fondata nel 1889 da un gruppo di intellettuali guidati da Giosuè Carducci, si è posta come missione il ricongiungimento ideale degli emigrati alla madre patria, intensificando e mantenendo vivo il loro legame culturale, umano e linguistico con l’Italia, anche se lontani.
    Nell’attuale contesto socio economico – ha sottolineato il Prefetto – “ e con riferimento a questa complessa situazione, io credo che la Società Dante Alighieri, con i valori che custodisce, cura e sviluppa nella sua attività, in campo nazionale ed internazionale, possa rappresentare veramente un collante eccezionale per superare la frammentarietà del momento.
    Perciò, per garantire un futuro di pace e di benessere al nostro Paese ed ai nostri figli, almeno analogo a quello di cui hanno fruito le nostre generazioni, dalla fine della seconda guerra mondiale, dobbiamo, sia come singoli che come istituzioni ed associazioni, sostenere fortemente e diffondere con convinzione quegli stessi valori di unità e di coesione che orientano l’attività della Dante ”.
    Dopo il saluto del Prefetto, cui è seguito quello della Presidente del Comitato di Belluno della Società Dante Alighieri, l’italianista e storico Gianfranco Scialino, intervallato dalla lettura di brani da Pierluigi Svaluto Moreolo e dagli interventi musicali del pianista Matteo Andri, ha intrattenuto un folto pubblico di soci della Dante e rappresentanti del mondo culturale e della stampa con un intervento sul tema della Prima Guerra Mondiale, di cui quest’anno ricorre il centenario: “ Centomila chilometri di trincee: la memoria della Grande Guerra dopo un secolo ”.
  Prefetto
Pubblicato il :

 Visita a Palazzo dei Rettori da parte degli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “U. Follador” di Agordo (BL).

    Nell'ambito delle iniziative volte a diffondere la conoscenza delle istituzioni ed alla valorizzazione del Palazzo dei Rettori, sede della Prefettura, il Prefetto di Belluno, Giacomo Barbato, ha ospitato, nella mattinata di ieri, alcuni studenti delle classi III dell’Istituto di Istruzione Superiore “ U. Follador” di Agordo (BL).
      In apertura dell'evento, il Prefetto ha illustrato agli ospiti le sue principali funzioni e attività evidenziando il ruolo di rappresentanza unitaria del Governo sul territorio, storicamente ricoperto dall'istituzione prefettizia.
    Inoltre, il Prefetto si è soffermato sull’illustrazione agli studenti dei doveri connessi all’esercizio di pubbliche funzioni, con particolare riferimento ai concetti di disciplina e onore richiamati dall’art. 54 della Costituzione
   Successivamente il prof. Marco Perale ha illustrato gli aspetti più interessanti della storia e dell'architettura del Palazzo dei Rettori, storica sede dei rappresentanti del Governo nella provincia di Belluno.
   Al termine dell’evento ai ragazzi è stato consegnato un pieghevole contenente un estratto del Decreto del 31 dicembre 1802 istitutivo della Prefetture e una sintesi storica dell’istituto prefettizio.
Pubblicato il :

 Sorteggio revisore dei conti

Giovedì 10 aprile p.v. alle ore 10:00, presso questa Prefettura-U.T.G., in seduta pubblica, verrà effettuato il sorteggio per la scelta dell’organo di revisione economico-finanziaria del Comune di Livinallongo del Col di Lana, secondo le procedure informatiche stabilite con d.m. 15 febbraio 2012, n. 23.
Pubblicato il :

 Lavori di manutenzione straordinaria della Galleria Caralte lungo la SS51

    Nella giornata odierna si è tenuto, presso la Sala Riunioni della Prefettura, un secondo incontro per l’esame delle possibili problematiche alla viabilità derivanti dai lavori di manutenzione straordinaria che, a breve, interesseranno la Galleria Caralte lungo la SS 51 Alemagna, tra i comuni di Perarolo di Cadore e Pieve di Cadore.

    Nel corso della riunione, programmata all’esito del tavolo tecnico riunitosi a Perarolo lo scorso 3 aprile, sono state definite, in linea generale, le modifiche alla viabilità necessarie per l’esecuzione dei lavori di cui trattasi, nel rispetto delle istanze presentate dai Sindaci e dai rappresentanti delle associazioni di categoria e con il precipuo intento di limitare i disagi alla circolazione.

    In particolare, sono state definite le seguenti linee di intervento:

-          la durata contrattuale dei lavori è stimata in quattro mesi ed il concreto avvio degli stessi è previsto entro il mese di aprile;

-          l’esecuzione dell’intervento comporterà la chiusura al traffico della Galleria Caralte la cui transitabilità sarà comunque assicurata in due fasce orarie, una mattutina (6:30 – 9:00) ed una pomeridiana (16:30 – 19:00);

-          il traffico dei mezzi con massa a pieno carico fino a 7,5 tonnellate e dei mezzi del trasporto pubblico locale sarà deviato lungo la ex SS51 di Alemagna, c.d. “Cavallera” che sarà oggetto di un presidio fisso di assistenza alla viabilità;

-          il traffico dei veicoli con massa a pieno carico superiore alle 7,5 tonnellate potrà avvenire nelle finestre orarie di apertura della Galleria Caralte sopra evidenziate mentre, nel resto della giornata, sarà deviato lungo itinerari segnalati;

-          la Galleria Caralte sarà comunque percorribile nell’arco delle 24 ore dai mezzi di soccorso.

In considerazione delle esigenze rappresentate dagli esponenti delle associazioni di categoria, l’ANAS si è riservata di valutare la possibilità di consentire limitate e specifiche deroghe per il transito dei mezzi pesanti lungo la Cavallera.

Al contempo si è stabilita la possibilità di rivalutare, a seguito dell’avvio dei lavori, il dispositivo di regolazione della viabilità anche attraverso la convocazione di una successiva riunione.

 

Pubblicato il :

 Inaugurazione monumento alle vittime dell'Afghanistan

    Nella mattinata di ieri il Prefetto di Belluno ha partecipato, a Feltre, alla cerimonia di inaugurazione di un monumento realizzato dallo scultore Antonio Bottegal, dedicato ai cinque caduti del 7° Reggimento Alpini periti nel corso della missione ISAF in Afghanistan.
    All’evento hanno preso parte i familiari dei cinque militari caduti, il Vicecomandante del Comando delle Forze di Difesa Interregionale Nord, Generale di Divisione Gianfranco Rossi, il Comandante del 7° Reggimento Alpini, Stefano Mega, il Sindaco di Feltre ed altre autorità della provincia di Belluno.
    Nel suo intervento il Prefetto, dopo aver ricordato Gianmarco Manca, Francesco Vannozzi, Sebastiano Ville, Marco Pedone, Matteo Miotto e tutti i nostri militari caduti nel corso del loro servizio nelle missioni di pace in ogni parte del mondo, ha sottolineato l’importanza dell’impegno portato avanti dai nostri militari nelle varie missioni di pace in cui essi operano.
    Gli Alpini, insieme a tutte le Forze Armate, ha evidenziato il Prefetto, “ da sempre portano in tutto il mondo, oggi più che mai, l’immagine più alta e nobile dell’Italia moderna, europea e partecipe delle sofferenze dei popoli, pronta ad aiutare i Paesi in difficoltà e ad accogliere e sostenere coloro che fuggono dall’orrore delle dittature e delle guerre … insomma sono l’immagine dell’Italia migliore, che è rappresentata da donne e uomini che combattono fino all’estremo sacrificio per portare avanti i valori della lealtà e dell’onore ”.
    I nostri militari all’estero, ha poi proseguito il Prefetto, “ hanno un’umanità che li rende diversi ed immediatamente riconoscibili e di questo straordinario valore, che arricchisce il nostro essere italiani, dobbiamo essere tutti orgogliosi e riconoscenti, perché le nostre donne ed i nostri uomini in divisa hanno insegnato al mondo il modo italiano di condurre le missioni di pace all’estero, grazie ad un comportamento ormai apprezzato internazionalmente, perché la loro prima missione è, appunto, portare la pace ”.
    L’iniziativa, alla quale ha partecipato un folto pubblico, ha avuto eco sulla stampa di cui si allegano alcuni articoli.
Pubblicato il 07/04/2014 ultima modifica il 07/04/2014 alle 13:05:56

 Riunione Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica

   Nella giornata odierna si è tenuta presso la Prefettura di Belluno una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica avente ad oggetto la periodica riorganizzazione dei presidi territoriali dell’Arma dei Carabinieri, sulla base del D.L. 95/2012 recante “ Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini ”.

   Alla riunione, presieduta dal Prefetto di Belluno, Giacomo Barbato, hanno preso parte i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, della Provincia di Belluno ed i Sindaci dei Comuni di Auronzo e di Gosaldo.

   Nel corso dell’incontro sono state esaminate, in particolare, le posizioni relative alla stazione temporanea dei Carabinieri sita in Misurina e quella della stazione Carabinieri di Gosaldo.

   Per quel che concerne la stazione temporanea di Misurina, che viene annualmente attivata nel solo periodo estivo, è stata rilevata una sostanziale assenza di delitti commessi e denunciati in quel territorio.

   In ragione di ciò è stato concordato di proporre ai competenti Uffici del Ministero dell’Interno la chiusura della citata stazione, rimodulando il servizio di controllo del territorio attraverso l’utilizzo di presidi mobili nonché mediante l’impiego di pattuglie provenienti dalle stazioni limitrofe.

   Inoltre, al fine di implementare la presenza delle Forze di Polizia nel periodo di maggior afflusso turistico, è stata già inoltrata al Ministero dell’Interno una specifica richiesta di rinforzi per il controllo del territorio.

  Con riferimento alla Stazione Carabinieri di Gosaldo l’analisi del contesto territoriale fa registrare una situazione di relativa esiguità del numero di delitti denunciati nonché l’assenza di specifiche problematiche inerenti all’ordine ed alla sicurezza pubblica.

   In considerazione di ciò ed alla luce del confronto sul tema già da tempo avviato con l’amministrazione comunale a seguito di specifiche indicazioni provenienti dagli organi centrali , è stata nuovamente prospettata al Sindaco di Gosaldo l’ipotesi di ripiegamento della Stazione dei Carabinieri ivi presente su quella di Agordo.

   La suddetta opzione, in merito alla quale il Sindaco di Gosaldo ha ribadito il dissenso già in passato espresso dall’amministrazione comunale, verrà prossimamente sottoposta ad una rinnovata valutazione del Ministero dell’Interno.

   L’operazione in parola, della quale al momento non è possibile conoscere le tempistiche delle eventuali fasi realizzative, rientra nella logica della razionalizzazione della presenza delle Forze dell’Ordine sul territorio, imposta dalle recenti disposizioni normative in materia.

 

                                                                                          

Pubblicato il :

 
Torna su