Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Belluno

NOTIZIE

 

 Emergenza maltempo del 26 dicembre 2013

L’ondata di maltempo che ha colpito la provincia di Belluno ha provocato nella giornata odierna una serie di disagi che hanno interessato circa una trentina di Comuni nella parte alta del territorio.

Fin dalle prime ore del mattino la Prefettura di Belluno sta seguendo l’evolversi della situazione e dalle ore 12.00 è stato attivato il Centro Coordinamento Soccorsi   che resterà operativo fino al termine dell’emergenza.

Al CCS, coordinato dal Prefetto Barbato, partecipano i rappresentanti della Questura, del Comando Provinciale Carabinieri, del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, del Corpo Forestale dello Stato, dei Vigili del Fuoco, della Provincia, dell’Enel e dei gestori delle strade provinciali.

Il CCS ha operato in stretto raccordo con i Sindaci dei Comuni interessati, i quali a loro volta hanno attivato le strutture della protezione civile.

Nel generale contesto di eccezionale criticità, numerosissimi sono stati gli interventi svolti dalle diverse strutture operative.

Nel corso della giornata si è resa necessaria la chiusura al traffico per diverse ore di alcune strade, tra le quali le SS. 51, 51 bis e 52, a causa delle abbondanti nevicate e della caduta di alberi sulla carreggiata, di cui è stato necessario disporre la rimozione. Vari smottamenti e piccole frane si sono verificati inoltre in vari punti della viabilità provinciale. Attualmente resta interdetta la circolazione sui passi dolomitici e sulla SS 52 dopo l’abitato di Santo Stefano.

A causa delle condizioni del fondo stradale e della possibile presenza di alberi indeboliti dal carico di neve, si raccomanda comunque la massima prudenza evitando di mettersi in viaggio se non strettamente necessario, anche sulle tratte percorribili.

Anche la linea ferroviaria per Calalzo è stata interessata dagli eventi atmosferici che ne hanno determinato l’interruzione in alcuni punti. I treni sono stati sostituiti con autobus.

Le forti nevicate, che hanno provocato la caduta di rami e alberi sulle linee elettriche, hanno determinato un vasto black out elettrico che ha interessato le zone del Cadore, dell’Ampezzano, dell’Agordino, dell’Alto Zoldano e del Comelico. La società Terna, gestore delle linee di alta tensione interessate dai guasti, sta operando per la risoluzione dei problemi ed il ripristino della fornitura. Successivamente dovrà essere verificata la funzionalità delle linee di media tensione, gestite da Enel Distribuzione che ha comunque operato sul territorio per la risoluzione di numerosi guasti. Secondo gli ultimi aggiornamenti, il servizio non potrà comunque essere ripristinato prima di domani.

In considerazione di ciò si procederà all’installazione di alcuni gruppi elettrogeni a servizio delle località nelle quali saranno eventualmente state segnalate particolari criticità privilegiando le strutture di accoglienza collettiva.

                                                                            IL CAPO UFFICIO STAMPA CELSI

                                                                                                                

Pubblicato il :

 Il Prefetto Giacomo Barbato invita i bellunesi in Prefettura per assistere al concerto “Tarantelle"

Il 6 gennaio 2014, in occasione dell’Epifania, il Prefetto Giacomo Barbato invita i bellunesi in Prefettura per assistere al concerto “Tarantelle, ciaccone e ninne nanne per il nuovo anno” del Bimperl Ensemble, classe di canto lirico della Scuola Comunale di Musica “Antonio Miari” di Belluno.

Il concerto è diretto da Elena Filini con al pianoforte Federico Brunello.

L’evento avrà inizio alle ore 18.00.

E’ obbligatoria la prenotazione – fino ad esaurimento dei posti – e potrà essere effettuata come segue entro il 3 gennaio 2014:

-           Telefonicamente:  0437-952468 - dalle 10 alle 12

-           Via e-mail al seguente indirizzo: segreteriaprefetto.pref_belluno(at)interno.it
Pubblicato il :

 I chiostri e giardini più suggestivi nel calendario Fec 2014

Scelte le immagini degli ambienti meno noti tra le oltre 750 chiese amministrate dal Fondo edifici di culto

  Calendario FEC 2014

All'ombra dei chiostri e dei giardini è il tema scelto dal calendario del Fondo edifici di culto del ministero dell'Interno (Fec) per il 2014. I chiostri e i giardini costituiscono spesso gli ambienti meno noti di chiese e abbazie tra le oltre 750 chiese amministrate dal Fec, seppure altrettanto importanti dal punto di vista storico, artistico e spirituale.

Il calendario illustra quindi alcuni di questi spazi: dal più scenografico e famoso chiostro maiolicato di S. Chiara a Napoli al più nascosto giardino di S. Bonaventura al Palatino , che si affaccia sulla storia di Roma.

Il calendario da parete (cm. 49 x 31) è disponibile al prezzo di 15 euro mentre il calendario da tavolo (cm. 28 x 18) ha un costo di 10 euro. Il ricavato contribuirà al restauro dell’Altarolo reliquiario di S. Gregorio, nella Basilica romana di S. Croce in Gerusalemme .

Le modalità di acquisto possono essere richieste all'indirizzo di posta elettronica: fondoedificiculto(at)interno.it , oppure telefonicamente ai numeri 0646527715 / 0646526170 .

Pubblicato il :

 Conferenza stampa riguardante la situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica e del soccorso pubblico della provincia

            Mercoledì 18 dicembre 2013 , alle ore 11.00 , si terrà presso la Prefettura una conferenza stampa riguardante la situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica e del soccorso pubblico della provincia.


         Alla conferenza stampa prenderanno parte, oltre al Prefetto Giacomo Barbato, il Questore, i Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato ed il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco.


A seguire il Prefetto ha il piacere di invitare le SS. VV.  ad un brindisi per lo scambio degli  auguri natalizi.


Gli organi di informazione sono invitati a partecipare.




 
Pubblicato il :

 Comitato Operativo della Viabilità in vista dell’approssimarsi della stagione invernale

Lo scorso 3 dicembre, presso la Prefettura di Belluno, si è svolta la consueta riunione del Comitato Operativo della Viabilità in vista dell’approssimarsi della stagione invernale.

 
Nel corso della riunione, alla quale hanno partecipato i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del Fuoco, della Provincia di Belluno e degli Enti proprietari delle strade statali, regionali e provinciali, è stata confermata la validità del “Piano Neve” provinciale.

 

Il Piano, che già da alcuni anni viene attuato al verificarsi di precipitazioni nevose,  consente attraverso il presidio di alcuni punti strategici il filtro dei mezzi che non sono muniti di adeguati sistemi antineve, quali le catene o le gomme da neve, riducendo di conseguenza blocchi alla circolazione causati da mezzi, in particolare pesanti, non muniti di presidi antineve.

 

Nell’attuazione del Piano sono coinvolti anche i Volontari di Protezione Civile che, qualora la situazione delle precipitazioni nevose fosse tale da attivare il sistema provinciale di protezione civile, saranno di supporto alle Forze di Polizia con compiti di ausilio e assistenza agli utenti della strada.

 

Inoltre, al fine di garantire la fluidità e la sicurezza della circolazione, in occasione delle prossime festività, dove si registrerà un prevedibile incremento del traffico veicolare sulla rete viaria, in particolare lungo gli itinerari che conducono alle varie località turistiche invernali della provincia verrà intensificata la vigilanza, ad opera della Forze di Polizia e con il coinvolgimento degli enti gestori delle strade statali e regionali nonchè delle Amministrazioni Comunali della provincia.           

 

I Corpi delle Polizie Municipali, specie dei Comuni a maggiore vocazione turistica, sono stati sensibilizzati per intensificare i servizi di specifica competenza con riferimento agli interventi su eventuali incidenti stradali verificatisi nell’ambito dei centri abitati, al fine di consentire il massimo impiego delle altre Forze di Polizia sui tratti extraurbani.

 

Immediate comunicazioni tra le sale operative garantiranno il raccordo con la Polizia Stradale, per il coordinamento dei servizi di viabilità, e con la Questura, in relazione a manifestazioni ed eventi di rilievo che potrebbero provocare congestioni del traffico.

 

Qualora si verificassero situazioni di emergenza, specie in presenza di condizioni meteorologiche avverse, oltre ai prioritari interventi di soccorso tecnico da parte delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco, saranno attivate anche le pianificazioni esistenti che prevedono l’impiego delle strutture della protezione civile per un’immediata assistenza agli utenti.

Pubblicato il :

 
Torna su