Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Belluno

NOTIZIE

 

 Ricerche della Sig.ra FREDDUCCI Carla.

Nel corso della mattinata odierna, in Prefettura, si è tenuta una riunione della "Unità di ricerca" istituita secondo le previsioni del locale piano provinciale per la ricerca di persone scomparse, con lo scopo di fare il punto sulle attività coordinate volte al rintraccio della Sig. Carla FREDDUCCI, allontanatasi per una escursione in Val di Zoldo nei giorni scorsi e della quale, dopo una richiesta di soccorso al 118, non si hanno avute più notizie.

All'incontro, oltre al personale della Prefettura, erano presenti il Sindaco ed il Comandante della Polizia Locale del Comune di Val di Zoldo, i rappresentanti della Questura, del Comando Provinciale dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei Vigili del Fuoco, del Servizio Sanitario di Urgenza ed Emergenza Medica "SUEM" e del Soccorso Alpino - CNSAS di Belluno. A quest'ultimo spettano, in relazioni alle particolari condizioni orografiche dell'area di ricerca, il coordinamento e la pianificazione degli interventi tecnici.

Dopo un'approfondita analisi dei dati e degli elementi in possesso ed un confronto sulle azioni sino ad ora intraprese, i presenti hanno convenuto di proseguire le ricerche, estendendole anche ad altre aree limitrofe, particolarmente impervie e non ancora perlustrate.

Pubblicato il :

 REVOCA MISURE DI ACCOGLIENZA NEI CONFRONTI DI DUE STRANIERI

REVOCA MISURE DI ACCOGLIENZA NEI CONFRONTI DI DUE STRANIERI

 

Nell'ambito del servizio di accoglienza degli stranieri richiedenti protezione internazionale, sono stati attivati adeguati servizi di controllo nei confronti degli stessi, al fine di monitorarne il comportamento, sia all'interno che all'esterno della struttura ospitante.

         Considerato l'indice di pericolosità per l'ordine e la sicurezza pubblica di due nigeriani, a cui era già stata revocata la misura di accoglienza, sono stati emessi appositi decreti di trattenimento presso un Centro di Permanenza per il Rimpatrio.

 Tale misura si inserisce in un contesto di controllo e costante monitoraggio del fenomeno immigratorio per favorire e garantire l'integrazione degli stranieri nel territorio bellunese.

Pubblicato il :

 
Torna su