Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Belluno

NOTIZIE

 

 Arresto resoponsabili furti a Cortina d'Ampezzo

I complimenti del Prefetto al personale della Questura di Belluno e del Commissariato di Cortina d'Ampezzo per l'operazione che ha condotto all'arresto di tre cittadini stranieri responsabili di vari furti di vestiti in negozi di Cortina d'Ampezzo.

 

Il Prefetto di Belluno, Francesco Esposito, si è congratulato con il Questore dr. Michele Morelli per l'attività investigativa che ha portato all'individuazione e all'arresto di tre cittadini stranieri responsabili di alcuni furti di vestiti in negozi di Cortina d'Ampezzo.

 

" Il risultato di oggi - ha commentato il Prefetto - è il frutto del quotidiano impegno delle Forze dell'Ordine nell'attività di controllo del territorio per la prevenzione ed il contrasto di ogni forma di illegalità. L'operazione contribuisce in maniera determinante a tutelare l'immagine e l'economia turistica del territorio, migliorandone il livello di sicurezza che, anche per l'alto senso civico della popolazione, è già uno dei più elevati d'Italia. Esprimo per questo le mie più sincere congratulazioni alle donne ed agli uomini della Polizia di Stato, in particolare del Commissariato di Cortina d'Ampezzo, per la brillante attività investigativa condotta ".  

 

Pubblicato il :

 Ordigno bellico ritrovato ad Alano di Piave

LA PREFETTURA DI BELLUNO COORDINA LE OPERAZIONI DI NEUTRALIZZAZIONE E BRILLAMENTO ESEGUITE DAL 2° REGGIMENTO GENIO GUASTATORI ALPINI DI TRENTO CON IL SUPPORTO DELLA ULSS N. 1 DOLOMITI E DELLA COMPAGNIA DEI CARABINIERI DI FELTRE .

Nella giornata di oggi, durante le operazioni di scavo eseguite dal personale di "E-Distribuzione" per lavori sulla linea elettrica nella località di Colmirano, nel comune di Alano di Piave, è stato ritrovato un ordigno bellico, risalente al primo conflitto mondiale, in pessimo stato di conservazione.

Il ritrovamento ha causato la temporanea interruzione dei lavori e la necessità da parte di E-Distribuzione di intervenire con urgenza per ripristinare le normali condizioni di esercizio della rete elettrica che alimenta il comune di Alano di Piave.

Per garantire l'intervento urgente di E- Distribuzione è stato necessario attivare tempestivamente le operazioni previste in caso di ritrovamento di ordigni bellici.

A tal fine, considerata la situazione di emergenza, che interessava un ampio bacino di utenza, la Prefettura, ricevuta la segnalazione di "E-Distribuzione", ha immediatamente attivato la procedura per la neutralizzazione ed il brillamento, che è stata condotta già nella giornata odierna, grazie al tempestivo intervento e supporto degli artificieri del 2° Reggimento Genio Guastatori di Trento della Brigata alpina JULIA, della ULSS n.1 Dolomiti e della Compagnia dei Carabinieri di Feltre.

" L'immediata risposta di tutte le articolazioni del sistema - ha sottolineato il Prefetto - oltre a testimoniare la grande collaborazione tra istituzioni civili e militari che operano sul territorio, ha consentito di evitare un possibile grave disservizio ai cittadini di Alano di Piave. E' per questo - ha proseguito il Prefetto - che ringrazio la U.L.S.S. n. 1 Dolomiti e il 2° Reggimento Genio Guastatori di Trento per la tempestività e la professionalità con la quale sono intervenuti ".

Foto ordigno  


Pubblicato il :

 
Torna su