Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Belluno

NOTIZIE

 

 Elezioni regionali e comunali 2015 - disciplina propaganda elettorale


COMUNICATO STAMPA DEL 23 APRILE 2015



In vista dello svolgimento delle elezioni regionali ed amministrative del 31 maggio 2015, la propaganda elettorale sarà così disciplinata:

DA VENERDI’ 1 MAGGIO 2015

-  è vietato il lancio o getto di volantini in luogo pubblico o aperto al pubblico ed ogni forma di propaganda elettorale luminosa o figurativa, a carattere fisso in luogo pubblico, escluse le insegne delle sedi dei partiti, nonché ogni forma di propaganda luminosa mobile;

-  l’uso di altoparlanti su mezzi mobili è consentito solo nei termini e limiti previsti dalla legge ed è subordinato alla preventiva autorizzazione del Sindaco o del Prefetto nel caso si svolga in uno o più comuni;

- le riunioni elettorali possono tenersi senza l’obbligo di preavviso al Questore.

DA SABATO 16 MAGGIO 2015 E FINO ALLA CHIUSURA DELLE OPERAZIONI DI VOTO

E’ vietato rendere pubblici o comunque diffondere i risultati di sondaggi demoscopici sull’esito delle elezioni e sugli orientamenti politici degli elettori, anche se tali sondaggi siano stati effettuati in un periodo precedente a quello del divieto.

DA SABATO 30 MAGGIO 2015 E FINO ALLA CHIUSURA DELLE OPERAZIONI DI VOTO

Sono vietati i comizi, le riunioni di propaganda elettorale diretta o indiretta, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, le nuove affissioni di stampati, giornali murali e manifesti.

DOMENICA 31 MAGGIO 2015

E’ vietata ogni forma di propaganda elettorale entro il raggio di metri 200 dall’ingresso delle sezioni elettorali. Resta consentita la nuova affissione di giornali quotidiani o periodici nelle bacheche poste in luogo pubblico, regolarmente autorizzate alla data di pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi.

IL CAPO DI GABINETTO - Andrea Celsi
Pubblicato il :

 Evento commemorativo centenario eccidio armeni

Nella mattinata odierna si è tenuto a Palazzo dei Rettori - sede della Prefettura - un evento commemorativo in occasione del centenario dell'eccidio degli armeni, organizzato dall'Ufficio Scolastico Territoriale di Belluno in collaborazione con il Comune di Belluno; all'incontro hanno preso parte, oltre alle autorità della provincia, un folto gruppo di studenti delle scuole superiori bellunesi.
 
Dopo il saluto del Capo di Gabinetto della Prefettura, vi è stato l'intervento dell'Assessore alla Cultura e Pari Opportunità del Comune di Belluno e del Docente Referente della Consulta Provinciale degli Studenti e delle Scuole in Rete.
 
Successivamente è stato proiettato un video tratto dal documentario Common Ground, recentemente presentato a Venezia, che ha illustrato ai presenti i percorsi di vita di alcuni uomini e donne, armeni e turchi e ricostruito il loro rapporto con i tragici eventi del 1915.
 
E' seguita la lettura di testi relativi al genocidio armeno da parte di alcuni ragazzi della Consulta Provinciale degli Studenti e delle Scuole in Rete, accompagnati da melodie tradizionali armene eseguite da Mauro Martello al duduk (strumento musicale armeno) e da Anna Campagnaro al violoncello.
 
In conclusione il prof. Baykar Sivazliyan, docente di Lingua e Letteratura armena all'Università degli Studi di Milano, in qualità di Presidente dell'Unione degli Ameni d'Italia ha portato la propria testimonianza, ribadendo l'importanza della conoscenza di quelle drammatiche pagine della storia, anche alla ricerca di una possibile riconciliazione.
 
 
 
Pubblicato il :

 Giornata della Dante

Come da tradizione, l’11 aprile 2015  il salone di rappresentanza della Prefettura ha ospitato  la celebrazione della “Giornata della Dante” nel 750° anniversario della nascita del Sommo Poeta.

Oltre alla presidente del Comitato della Società Dante Alighieri di Belluno, prof.ssa Orietta Costantini Longo, erano presenti numerose autorità, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate, i dirigenti degli uffici pubblici e delle categorie economiche.

Dopo il saluto del Vice Prefetto dr. Nicola De Stefano e della Presidente del Comitato di Belluno della Società Dante Alighieri, davanti ad un folto pubblico di soci della Dante e  rappresentanti  del mondo culturale e della stampa, la Compagnia “La Rossignol”   ha intrattenuto gli ospiti con “Armonie suavi et dolci canti” – Ars poetica e musicale al tempo di Dante.

La manifestazione ha riscosso vivo plauso
 
 
Pubblicato il :

 Protocollo d’intesa per l’impiego dei migranti in attività di volontariato

 
      Si comunica che nella giornata odierna è stato sottoscritto in Prefettura un protocollo d’intesa per l’impiego in attività di volontariato dei migranti richiedenti protezione internazionale presenti nelle strutture di accoglienza della Provincia di Belluno.

     All’iniziativa hanno aderito i Comuni di Belluno, Ponte nelle Alpi, Limana, Puos d’Alpago, Feltre, Fonzaso, Valle di Cadore, la Direzione Territoriale del Lavoro, il Comitato d’Intesa e le Cooperative convenzionate con la Prefettura per l’espletamento del servizio di accoglienza.

     Lo scopo del protocollo è quello di definire e semplificare le procedure per consentire ai migranti di svolgere attività di volontariato, con il coinvolgimento di tutte le componenti istituzionali, del mondo del privato sociale e del volontariato.

     In particolare, attraverso l’intesa raggiunta è stata definita la cornice normativa ed amministrativa di riferimento e rafforzata la sinergia tra i soggetti partecipanti al fine di individuare specifici progetti che potranno consentire ai richiedenti protezione internazionale che abbiano sottoscritto il patto di volontariato di svolgere attività di carattere civile e dei servizi alla collettività.

      Nel suo intervento il Viceprefetto Vicario reggente la Prefettura, dr. Carlo De Rogatis, ha ringraziato tutti i presenti per la disponibilità e l’attenzione dimostrata verso la problematica dell’accoglienza ai richiedenti protezione internazionale presenti in questa provincia ed ha evidenziato come la firma del protocollo d’intesa sia la conclusione di un percorso avviato sulla base di quanto emerso nelle diverse riunioni del tavolo provinciale di coordinamento e delle buone pratiche diffusesi in provincia sin dall’inizio dell’emergenza, grazie al diretto coinvolgimento degli enti locali nella gestione della stessa.

                                         

Pubblicato il 01/04/2015 ultima modifica il 01/04/2015 alle 17:36:38

 Riunione del Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica.

      Si comunica che nella giornata odierna si è tenuta presso questa Prefettura una seduta del Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica, presieduta dal Viceprefetto Vicario, dr. Carlo De Rogatis.

 Alla riunione hanno partecipato il Questore, i Comandanti Provinciali dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato, il Consigliere Provinciale, Fabio Bristot, il Sindaco ed il Comandante della Polizia Locale del Comune di Belluno nonché, in relazione agli argomenti trattati, gli assessori dei Comuni di Feltre e Longarone e i rappresentanti delle società calcistiche Unionripa La Fenadora, Biancoscudati Padova, Feltrese ed il rappresentante provinciale della FIGC.

     All’ordine del giorno i seguenti argomenti:

-        Incontro di calcio Unionripa La Fenadora – Biancoscudati Padova in programma il prossimo 3 maggio. In considerazione della possibile partecipazione all’evento sportivo di numerosi tifosi dei Biancoscudati Padova e dell’inadeguatezza dell’impianto sportivo del Boscherai di Pedavena ad ospitare l’incontro, è stato avviato, su indicazione della Questura di Belluno e d’intesa con il Comune di Feltre, l’iter per lo spostamento della sede della partita per motivi di ordine e sicurezza pubblica da Pedavena a Feltre, presso lo stadio comunale Zugni Tauro.  Tale soluzione, che trova l’accordo delle società sportive coinvolte, verrà definita all’esito del procedimento per l’omologazione dell’impianto sportivo prima citato per la disputa di partite di Serie D.

-        Fenomeni di degrado e atti di vandalismo nel centro storico di Belluno. Al riguardo il Sindaco di Belluno ha illustrato le iniziative, anche di carattere educativo, poste in essere dall’amministrazione comunale per contrastare alcuni fenomeni di degrado urbano recentemente manifestatisi in alcune zone del centro storico durante i fine settimana.

Sotto il profilo del controllo del territorio e della prevenzione di simili episodi, il primo cittadino ha comunicato l’intenzione del Comune di potenziare i sistemi di videosorveglianza anche mediante il possibile acquisto di c.d. foto - trappole. Al fine di contrastare il fenomeno è stato deciso che le forze di polizia proseguano nei già avviati controlli nelle zone maggiormente interessate dalla problematica.

-        Aggiornamento del sistema di videosorveglianza del Comune di Longarone. Il Comitato ha approvato il progetto di aggiornamento proposto dal Comune.
Pubblicato il :

 
Torna su