Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Belluno

NOTIZIE

 

 Elenco di Istituti di Vigilanza e di Investigazione autorizzati

Nella sezione "Come fare per… Istituti di Vigilanza Privata " e "Come fare per….Istituti di investigazione privata",  sono pubblicati gli Istituti di Vigilanza e di Investigazione  autorizzati da questa Prefettura ai sensi dell’art. 134 T.U.LP.S..

La pubblicazione è stata eseguita in conformità alle disposizioni impartite dal Ministero dell’Interno con nota n. 557/PAS/U/000325/10089.D.13 del 13 gennaio u.s. in ordine al parere espresso il 21 novembre u.s. dall’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.
Pubblicato il :

 Commemorazione in occasione "Giorno della Memoria"

In data odierna, alle ore 10.30, presso Palazzo dei Rettori, sede della Prefettura,  si è svolta la cerimonia di commemorazione in occasione del “Giorno della Memoria”, alla presenza delle massime autorità provinciali e di numerosi studenti provenienti da diverse classi di istituti di istruzione superiore della provincia di Belluno.

L’evento  è stato organizzato congiuntamente dalla Prefettura e dall’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, Ufficio VIII – Ambito Territoriale di Belluno in collaborazione con l’ISBREC, Istituto Storico Bellunese della Resistenza e dell’Età Contemporanea.

Dopo  gli interventi del Vice Prefetto Vicario reggente della Prefettura, dr. Carlo De Rogatis, del Dirigente dell’Ufficio Scolastico, dr. Giorgio Corà, e della Presidente dell’ISBREC, prof.ssa Paola Salomon, il prof. Enrico Bacchetti, Direttore dell’ISBREC ha ripercorso ai presenti alcune vicende storiche legate al tema della deportazione, con particolare riferimento a quanto accaduto in provincia di Belluno negli anni dal 1943 al 1945.

La narrazione è stata intervallata dalla lettura, da parte dei ragazzi della Consulta Provinciale degli Studenti e delle Scuole in Rete per un Mondo di Solidarietà e di Pace, di alcuni brani estratti da testi scritti da ex deportati bellunesi: Remigio Stiletto, Tea Palman, Augusto Mione e Tullio Bettiol.

Gli studenti hanno inoltre svolto alcune significative riflessioni sul tema del “Giorno della Memoria”.

Nel corso della cerimonia sono state consegnate le Medaglie d’Onore concesse dal Presidente della Repubblica, ai sensi della legge n. 296/2006, ai militari ed ai civili deportati o internati nei lager nazisti.

Il prestigioso riconoscimento è stato attribuito a tre cittadini della provincia di Belluno.

Al termine, il Vice Prefetto Vicario ha esortato i ragazzi a mantenere vivo il ricordo di quei tragici eventi affinché la storia non debba ripetersi.
 
 
 
 
Pubblicato il 27/01/2015 ultima modifica il 27/01/2015 alle 17:09:05

 Sistema di accoglienza dei migranti giunti in provincia di Belluno. Riunione di coordinamento in Prefettura.

Si comunica che nella giornata odierna si è svolto, presso la sala riunioni della Prefettura di Belluno, un nuovo incontro per un aggiornamento sulla tematica dell'accoglienza dei cittadini stranieri giunti in provincia di Belluno a seguito dei trasferimenti disposti dal Ministero dell'Interno in relazione ai continui sbarchi di migranti lungo le coste italiane.

All'incontro, presieduto dal Viceprefetto Vicario, dr. Carlo De Rogatis, hanno preso parte rappresentanti della maggior parte dei Comuni coinvolti nel sistema di accoglienza, delle Forze dell'Ordine, delle ULSS, della Direzione Territoriale del Lavoro di Belluno, delle Cooperative Sociali convenzionate con la Prefettura, del Comitato d’Intesa e della Caritas.

Nel corso della riunione è stata esaminata la situazione generale nel territorio provinciale, nel quale sono presenti al momento 175 migranti.

Durante la riunione sono state approfondite alcune problematiche inerenti all’uscita dei migranti dal sistema di accoglienza, distinguendo la situazione di chi ha ottenuto il riconoscimento della protezione internazionale da quella di coloro ai quali è stata notificata una decisione di rigetto, eventualmente impugnata innanzi l’autorità giudiziaria competente.
 
Al riguardo è stato delineato il quadro normativo di riferimento e sono stati invitati i gestori delle strutture di accoglienza a fornire ai migranti ivi presenti un’informazione chiara e completa in merito ai diritti che sono loro spettanti in forza dello status riconosciuto ovvero in attesa della definizione del relativo iter amministrativo.

Sulla questione, particolarmente complessa e delicata, verranno comunque svolti ulteriori approfondimenti con il concorso di tutti i soggetti presenti al tavolo, in primo luogo, degli enti locali.

L’incontro è stato inoltre l’occasione per illustrare ai presenti, in particolare ai gestori delle strutture affinché ne diano adeguata informazione ai migranti, il progetto di ritorno volontario assistito “Ritornare per Ricominciare” predisposto dalla Rete Italiana per il Ritorno Volontario Assistito e finanziato con risorse del Fondo Europeo per i Rimpatri.

Ferme restando eventuali emergenze, la prossima riunione del tavolo provinciale di coordinamento sarà convocata nel corso del mese di febbraio.

                                                                                          
Pubblicato il :

 Individuazione Ditte autorizzate recupero veicoli

Si avvisa che in data odierna viene pubblicato il decreto, relativo all’anno 2015, di individuazione delle Ditte autorizzate al recupero dei veicoli sottoposti a sequestro e/o fermo amministrativo ai sensi degli artt. 213 e 214 del C.d.S
Pubblicato il 23/01/2015 ultima modifica il 23/01/2015 alle 13:38:47

 Celebrazione del "Giorno della memoria"


I l 27 gennaio p.v. ricorrerà la celebrazione del “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione dei cittadini ebrei, nonché tutti quelli che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, insieme a coloro che si sono opposti al progetto di sterminio ed, a rischio della propria vita, hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

In occasione dell’importante ricorrenza, al fine di conservare la memoria di quei  tragici fatti soprattutto presso le giovani generazioni, alle ore 10.30 del 27 gennaio 2015 si terrà, a Palazzo dei Rettori, un evento commemorativo organizzato dalla Prefettura di Belluno e dall’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, Ufficio VIII – Ambito Territoriale di Belluno, in collaborazione con l’ISBREC, Istituto Storico Bellunese della Resistenza e dell'Età Contemporanea.

A tal fine è prevista la partecipazione, oltre che della massime autorità provinciali, di un folto gruppo di  studenti delle scuole della provincia di Belluno.

L’intervento del Prof. Enrico Bacchetti, intervallato dalla lettura di alcuni brani da parte degli studenti della Consulta Provinciale Studentesca sarà l’occasione per riflettere su quei tragici avvenimenti, con un’attenzione particolare a quanto accaduto nel bellunese.

Verranno inoltre  consegnate, ai cittadini di questa provincia o ai familiari dei deceduti, le Medaglie d’Onore, previste dalla legge 296/2006 per i militari e civili, che siano stati deportati o internati nei lager nazisti.

Il prestigioso riconoscimento sarà attribuito quest’anno a tre cittadini della provincia di Belluno:

  -     BOGO Irma – Belluno

  -     FEDON Aristide Antonio – Domegge di Cadore

-      STACH Pasquale – Cesiomaggiore

 

Pubblicato il :

 
Torna su