Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Belluno

NOTIZIE

 

 Miniera “Pertusola” in località Salafossa – Operazioni di distruzione di esplosivo da cava.

    Si comunica che nella mattinata odierna si sono regolarmente svolte le operazioni di distruzione dell’esplosivo da cava, di tipo nitroglicerina, ritrovato all’interno della dismessa miniera “Pertusola” in località Salafossa del Comune di Santo Stefano di Cadore.
    L’intervento, eseguito da personale specializzato individuato dalla Regola di Presenaio, ha portato all’eliminazione del materiale mediante combustione.
    Nel corso di un primo sopralluogo nelle altre gallerie della ex miniera, effettuato da personale specializzato e dai geologi della Regione Veneto successivamente alla conclusione delle operazioni, non è stata rilevata la presenza di altro materiale esplodente.
    La circolazione lungo la S.P. 355 di Val Degano, che era stata interdetta al fine di consentire lo svolgimento dell’intervento nella massima sicurezza, è ripresa regolarmente.
 
 
 
Pubblicato il :

 Sistema di accoglienza dei migranti giunti in provincia di Belluno. Incontro con i Sindaci.

    Si comunica che nella giornata odierna si è svolto, presso la sala riunioni della Prefettura di Belluno, un incontro per esaminare la tematica dell’accoglienza dei cittadini stranieri giunti in provincia di Belluno a seguito dei trasferimenti disposti dal Ministero dell’Interno in relazione ai continui sbarchi di migranti lungo le coste italiane.
    All’incontro, presieduto dal Viceprefetto Vicario, dr. Carlo De Rogatis, hanno preso parte Sindaci o Assessori dei Comuni di Belluno, Feltre, Ponte nelle Alpi, Limana, Fonzaso, Perarolo di Cadore, Valle di Cadore e Puos d’Alpago.
    Nel corso della riunione sono state esaminate alcune criticità registrate da parte dei Comuni nel sistema di accoglienza ed analizzate alcune proposte per l’integrazione degli stranieri con le comunità locali.
    A tale riguardo è stata illustrata, dall’Assessore ai Servizi Sociali e Flussi Migratori del Comune di Belluno, Valentina Tomasi, la procedura avviata dal comune capoluogo, ma che potrà in futuro essere seguita anche dagli altri comuni interessati, per consentire ai migranti di partecipare ad attività di volontariato organizzate e regolamentate dall’amministrazione comunale. 
    Al contempo, sotto altro profilo, è stato assicurato, da parte della Prefettura, il mantenimento di un elevato livello di attenzione e vigilanza sulle strutture di accoglienza nelle quali proseguiranno le verifiche da tempo avviate da questa Prefettura in ordine al rispetto degli obblighi convenzionali da parte dei gestori.
    Da ultimo, i presenti hanno concordato circa l’opportunità di programmare, con cadenza mensile, apposite riunioni sul tema, con il duplice scopo di esaminare le diverse problematiche che dovessero verificarsi nel tempo e di creare un momento di confronto e di scambio delle “ buone pratiche ” tra tutti i soggetti istituzionalmente coinvolti nel sistema di accoglienza.
Pubblicato il :

 Visita in Prefettura del Comandante Interregionale Carabinieri “Vittorio Veneto” Generale di Corpo d’Armata Antonio Ricciardi

    Si comunica che in data odierna il Prefetto di Belluno, dott. Giacomo Barbato, ha ricevuto la visita del Generale di Corpo d’Armata Antonio Ricciardi, Comandante Interregionale Carabinieri “Vittorio Veneto”.
    Nel corso dell’incontro il Prefetto ed il Generale hanno esaminato la situazione generale dell’ordine e della sicurezza pubblica nel territorio provinciale, con particolare riferimento alle criticità derivanti dal perdurare della crisi economica.
 
 
                                                                                                        
Pubblicato il 07/08/2014 ultima modifica il 07/08/2014 alle 13:57:44

 Miniera “Pertusola” in località Salafossa – Operazioni di distruzione di esplosivo da cava.

    Si comunica che nella giornata dell’11 agosto 2014, a partire dalle ore 5.00, avranno inizio le operazioni di distruzione dell’esplosivo da cava, di tipo nitroglicerina, ritrovato all’interno della dismessa miniera “Pertusola” in località Salafossa del Comune di Santo Stefano di Cadore.
    Il ritrovamento del materiale, in pessime condizioni di conservazione, e per questo altamente pericoloso, è avvenuto il 7 luglio u.s. ed è stato oggetto di due riunioni di coordinamento presso questa Prefettura alle quali hanno preso parte, oltre a tutti i soggetti istituzionalmente interessati (Regione del Veneto, Provincia di Belluno, Sindaci dei Comuni di Santo Stefano di Cadore e San Pietro di Cadore, Forze dell’Ordine, Vigili del Fuoco), anche rappresentanti del 2^ Reggimento Guastatori Trento e della Regola di Presenaio, proprietaria del sito.
    Trattandosi di materiale non bellico le operazioni di distruzione saranno effettuate da personale specializzato in questo tipo di interventi, individuato dalla Regola di Presenaio.
    Al fine di assicurare la massima sicurezza dell’intervento è stata disposta la interdizione del traffico veicolare della S.P. 355 di Val Degano nel tratto più prossimo alla zona interessata a partire dalle ore 5.00 dell’11 agosto p.v., per una durata di circa 90 minuti e comunque fino al termine dei lavori.
    La chiusura della strada sarà assicurata da personale delle Forze dell’Ordine e della Polizia Locale che vigilerà altresì, unitamente al personale dei Vigili del Fuoco, sulla sicurezza delle intere operazioni.  
 
Pubblicato il 07/08/2014 ultima modifica il 07/08/2014 alle 18:39:44

 Detenzione Armi - Nota esplicativa

Detenzione Armi - In Allegato la nota esplicativa per il controllo dell'acquisizione e detenzione
Pubblicato il 06/08/2014 ultima modifica il 06/08/2014 alle 10:45:17

 
Torna su