Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Belluno

NOTIZIE

 

 Livinallongo del Col di Lana - interventi sui paravalanghe

Nella mattina odierna si è tenuta presso la Prefettura di Belluno una riunione per esaminare gli interventi necessari per il ripristino delle opere di paravalanghe insistenti nel territorio di Livinallongo del Col di Lana, compromesse a seguito delle abbondanti nevicate dell’inverno scorso.

All’incontro, presieduto dal Prefetto Giacomo Barbato, hanno partecipato il Sindaco di Livinallongo del Col di Lana, Leandro Grones, ed i rappresentanti di Veneto Strade, della Sezione di Belluno del Bacino Idrografico Piave Livenza, della Provincia di Belluno e di Arpav - Centro Sperimentale Valanghe di Arabba.

Nel corso dell’incontro  l’Ing. D’Agostini di Veneto Strade ha informato che la Regione ha stanziato dei fondi finalizzati alla realizzazione degli interventi che interessano la S.P. 244 del Passo Campolongo e la S.R. 48 tra Pieve di Livinallongo e Arabba.

Ha precisato, inoltre, che già a metà luglio è previsto l’inizio dei lavori per il ripristino dei paravalanghe a monte della S.P. 244 e dell’abitato di Arabba.
Pubblicato il :

 Referendum per il distacco del Comune di Voltago Agordino dalla Regione Veneto e la sua aggregazione alla Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol.

    Si comunica che con decreto del Presidente della Repubblica in data 5 giugno  2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 134 del 12 giugno scorso, sono stati convocati per domenica 31 agosto 2014 i comizi per lo svolgimento del referendum per il distacco del Comune di Voltago Agordino dalla Regione Veneto e la sua aggregazione alla Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol.

    Ai sensi dell’art. 1, comma 399, primo periodo, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 (Legge di stabilità 2014), le operazioni di voto si svolgeranno nella sola giornata di domenica 31 agosto 2014, dalle ore 7,00 alle ore 23,00.

    Le operazioni di scrutinio inizieranno subito dopo la chiusura dei seggi.

 

Pubblicato il :

 Incontro con i ragazzi di Intercultura

     Nella giornata odierna si è svolta nel salone di rappresentanza di Palazzo dei Rettori, sede della Prefettura, una breve cerimonia di saluto per gli studenti bellunesi che stanno per intraprendere un periodo di studio all'estero per il tramite di Intercultura.
    Intercultura è un'associazione di volontariato che da oltre 50 anni organizza scambi studenteschi in tutto il mondo e si pone lo scopo di favorire il dialogo interculturale attraverso gli scambi di ragazzi che scelgono di studiare all’estero.
     Alla cerimonia erano presenti 9 ragazzi bellunesi, che saranno ospiti presso famiglie aderenti a Intercultura seguendo i corsi di studio presso le istituzioni scolastiche delle nazioni prescelte.
     Erano presenti, oltre al Prefetto Dr. Giacomo Barbato, l’Assessore del Comune di Belluno prof.ssa Claudia Alpago Novello, la Presidente del Centro Locale Intercultura avv. Giovanna Losso ed il Dr. Marco Perale i quali hanno rivolto un messaggio di saluto e di augurio agli studenti.
     Al termine dell’incontro è stata consegnata a ciascun studente, che sarà ambasciatore della terra e della cultura bellunese all’estero, la bandiera italiana e pubblicazioni illustrative del territorio e della cultura locale quali strumenti di divulgazione presso le famiglie ospitanti.
 
Pubblicato il :

 Pubblicazione Circolare 557 (D.P.R. 445/2000) - Applicabilità della relativa normativa al certificato d'idoneità al maneggio delle armi e all'attestazione del superamento del corso di tiro a segno

Pubblicato il :

 LR 2.4.1996 n. 10 - Art. 11 Riserva alloggi di edilizia residenziale pubblica agli appartenenti alle Forze dell'ordine. Anno 2014 - Graduatoria provinciale

Si comunica che, in data odierna, è stata pubblicata in allegato la graduatoria provinciale per l'anno 2014 relativa alla riserva degli alloggi di edilizia residenziale pubblica agli appartenenti alle Forze dell'Ordine. Eventuali osservazioni alla predetta graduatoria potranno essere presentate dai diretti interessati entro 10 giorni dalla data di pubblicazione.
Pubblicato il 12/06/2014 ultima modifica il 12/06/2014 alle 13:12:30

 Presentazione della campagna: “IO NON RISCHIO” – Campagna Nazionale per le buone pratiche di Protezione Civile

 

     Nella mattinata odierna la Prefettura di Belluno ha ospitato la conferenza stampa di presentazione del programma "bellunese" della Campagna Nazionale per le buone pratiche di Protezione Civile denominata: "Io non rischio".

    Il progetto, giunto al suo quarto anno, nasce da un'idea del Dipartimento di Protezione Civile, Anpas, Ingv, ReLuis e, da quest'anno, con il coinvolgimento anche di ISPRA e OGS, si propone di sensibilizzare i cittadini sui rischi connessi ad eventi sismici.

    All’evento hanno partecipato il Prefetto di Belluno, Giacomo Barbato, i Sindaci di Belluno, Feltre, Santa Giustina, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, i rappresentanti della Provincia di Belluno, a testimonianza delle significative sinergie raggiunte in questo ambito provinciale dalle varie componenti del sistema di protezione civile.

    In provincia di Belluno, il 14 e 15 giugno prossimi, volontari della Valbelluna Emergenza, dell'Unitalsi e del Coordinamento Feltrino, allestiranno, presso i Comuni di Belluno, Santa Giustina e Feltre, punti informativi con mappature e descrizione dei luoghi di attesa e di ricovero dopo un evento calamitoso, coinvolgendo nell'iniziativa, grazie alla presenza di personale appositamente formato, anche i bambini e le loro famiglie.

    Nel Comune di Belluno, inoltre, la Protezione Civile Comunale condurrà una iniziativa di sensibilizzazione della cittadinanza in merito ai contenuti del Piano Comunale di Protezione Civile.

    Nel suo intervento di apertura il Prefetto Barbato si è detto “ fermamente convinto che siano proprio iniziative come IO NON RISCHIO, dirette a diffondere la conoscenza degli effetti di un evento calamitoso quale il terremoto e di pochi semplici consigli per affrontarlo, ad aumentare la conoscenza e la consapevolezza, nella popolazione, dell’esistenza del pericolo e delle accortezze da adottare per la salvaguardia dell’incolumità personale ”.

    Ciò è ancora più importante, ha sottolineato il Prefetto, in un territorio notoriamente ad elevato rischio sismico, quale il bellunese, teatro lo scorso anno dell’importante esercitazione nazionale Nord Est, organizzata dal Dipartimento di Protezione Civile e dalla Regione Veneto con la attiva partecipazione, oltre che della Prefettura, di tutte le componenti provinciali del sistema di protezione civile e di numerosi comuni del bellunese.

 

 

Pubblicato il :

 Convegno "Come cambia la popolazione nelle Alpi? Scenari economici e nuove possibilità di lavoro"

Si pubblica, in allegato, un documento, fornito dal Comitato Permanente della Convenzione delle Alpi, riepilogativo delle risultanze emerse nel corso del convegno  "Come cambia la popolazione nelle Alpi? Scenari economici e nuove possibilità di lavoro", tenutosi presso questa Prefettura il 6 maggio 2014.
Pubblicato il 05/06/2014 ultima modifica il 05/06/2014 alle 12:04:06

 
Torna su