Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Belluno

ADDETTI AI SERVIZI DI CONTROLLO " BUTTAFUORI "

 
La legge 94/2009 ed il decreto ministeriale di recepimento 6 ottobre 2009, così come modificato dal d.m. 15 giugno 2012, prevedono che gli addetti ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e spettacolo siano iscritti in un apposito elenco prefettizio.

La richiesta di iscrizione può essere presentata dal gestore delle attività di intrattenimento oppure dal titolare di un istituto autorizzato ai sensi dell'art. 134 T.U.L.P.S., che disciplina gli istituti di vigilanza e le agenzie di investigazione, previa apposita estensione ai servizi della licenza posseduta. È' esclusa la possibilità che l'iscrizione venga chiesta da soggetti diversi (ad es. agenzie di lavoro) ovvero direttamente dagli aspiranti "addetti ai servizi di controllo", non essendo infatti possibile svolgere tale attività in forma autonoma.

La richiesta d'iscrizione, redatta in carta libera utilizzando la modulistica appositamente predisposta (Mod. A e B), deve essere presentata alla Prefettura competente per territorio - cioè quella della provincia dove ha sede il gestore del locale o l'istituto di vigilanza/investigazione.
Alla richiesta deve essere allegata la seguente documentazione: 
  • copia dei documenti di riconoscimento in corso di validità (carta di identità, passaporto) e codice fiscale;
  • copia dell'attestato di superamento del corso di formazione di cui all' art. 3 del citato d.m. 06/10/2009 ( si precisa che ai fini dell'avvio dell'istruttoria di rito è possibile produrre un attestato di frequenza del corso al quale dovrà seguire necessariamente copia dell'attestato finale di superamento del corso di formazione );
  • certificato medico di idoneità psico-fisica allo svolgimento dell'attività di controllo di cui all'art. 5 del d.m. 06/10/2009 attestante l'assenza di uso di alcool e stupefacenti accertate con visita medica preassuntiva dal medico competente o dal Dipartimento di Prevenzione della A.S.L. (non saranno accettati i certificati privi dei requisiti indicati e i certificati anamnestici);
  • dichiarazione sostitutiva di autocertificazione (Mod.B), datata e sottoscritta dai singoli operatori di cui è chiesta iscrizione, attestante, ai sensi dell'art. 46 della Legge 445/2000 la sussistenza dei requisiti di cui al d.m. 06/10/2009  con l'indicazione dell'indirizzo mail e/o del numero di utenza di telefonia mobile :

La data di iscrizione ed il numero di iscrizione nell'elenco (unico sul territorio nazionale) verranno comunicati al richiedente, così come l'eventuale divieto di impiego o la cancellazione per sopravvenuta carenza dei requisiti.

L'elenco prefettizio degli addetti ai servizi di controllo è soggetto a  revisione ogni due anni. Si richiama l'attenzione sull'onere di presentare l'istanza di rinnovo (Mod. A e B) con un congruo anticipo prima della scadenza biennale, calcolata a a partire dalla data di iscrizione nell'elenco. Il mancato deposito di tale documentazione comporta la cancellazione dall'elenco provinciale ed il conseguente divieto di svolgimento dei compiti di addetto ai servizi di controllo.

Coloro che intendono avvalersi di addetti ai servizi di controllo già iscritti nell'elenco dovranno darne preventiva comunicazione alla competente Prefettura e Questura, utilizzando il modulo appositamente predisposto (Mod.C).

 
Dirigente : Viceprefetto Vicario Dott. Carlo DE ROGATIS
 
Addetti: Sig.ra Graziella PICCOLIN
email :graziella.piccolin(at)interno.it
 
Orario di apertura al pubblico : dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 12.00
Telefono : 0437- 952425
Fax : 0437-952436
 


Riferimenti normativi
R.D. 18.06.1931, n.773, artt.134 ss.
R.D. 06.05.1940, n.635, così come modificato con D.P.R. 153/2008, artt. 257 ss.
d.m. 06.10.2009

Ultima modifica il 13/03/2015 alle 10:13

 
Torna su