Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Bari

Soccorso Aereo

È disposto in favore di cittadini italiani nei casi di:
 
1)       imminente pericolo di vita, quando non siano trasportabili con altri mezzi e non esista in loco la possibilità di assisterli adeguatamente per carenza di idonee strutture sanitarie; ovviamente, il paziente dev’essere nelle condizioni di poter effettuare il volo, a giudizio del medico della struttura sanitaria richiedente il trasporto;
2)   interventi sanitari da eseguirsi entro limiti di tempo determinati ed improrogabili, come nel caso del trapianto d'organo.
 
La richiesta formale alla Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo, redatta su apposita modulistica scaricabile in allegato, preceduta da una telefonata di avvertimento al funzionario di turno (sempre raggiungibile per il tramite del centralino della Prefettura-U.T.G. tel. 080/5293111), deve essere inoltrata al numero di fax 080/5293198, da:
  a)       Direttore sanitario della struttura ospedaliera presso cui è ricoverato il paziente in imminente pericolo di vita;
  b)       Direttore sanitario della struttura ospedaliera presso cui dev’essere eseguito l’intervento d’urgenza (es. trapianto d’organo);
  c)       Medico curante del paziente in attesa di trapianto d’organo.
L’originale della dichiarazione di cui sopra, una volta trasmessa via fax alla Prefettura, dovrà essere consegnato al Comandante dell'aeromobile al momento dell'imbarco.
 
Inoltre, il familiare accompagnatore dovrà sottoscrivere una dichiarazione con la quale esonera l'Aeronautica Militare e tutti gli altri organismi che concorrono alla organizzazione del trasporto da ogni responsabilità inerente il trasporto stesso.
I trasferimenti per l'aeroporto di partenza e dall'aeroporto di arrivo alla struttura sanitaria di destinazione dovranno essere organizzati e gestiti dalla struttura sanitaria richiedente il trasporto, d'intesa con l'ospedale di destinazione del paziente, nel rispetto tassativo dei tempi stimati di partenza ed arrivo che saranno comunicati dall'U.T.G. al medico referente, sentita la sala operativa dell'Aeronautica Militare.
 
Sempre a cura della struttura sanitaria richiedente, dovranno essere fornite le apparecchiature medicali necessarie all'assistenza del paziente durante il volo (es. aspiratore, defibrillatore, ventilatori per pazienti intubati, bombole ossigeno "omologate uso avio", culla termica, ecc.), in quanto l'A.M. effettua servizio di trasporto con aeromobili non provvisti di dotazioni sanitarie.
 
Dette apparecchiature medicali dovranno essere autosufficienti nel loro funzionamento essendo esclusa, per motivi di sicurezza del volo, la possibilità di utilizzare le reti elettriche di bordo.
Si rende necessaria la comunicazione preventiva delle dimensioni e dell'ingombro (con particolare riferimento a barelle e culle termiche), tenendo conto che la larghezza della porta di un aeromobile non supera, in genere, i 70 cm.
 
Precisazioni
 
Si segnala che la Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23/09/2011 ha evidenziato, all’art. 4, che Il trasporto aereo di Stato per ragioni sanitarie d'urgenza, nel rispetto dell'art. 32 della Costituzione, e' disposto, limitatamente all'ambito nazionale , in favore di cittadini italiani gravemente ammalati o traumatizzati, nei casi di imminente pericolo di vita accertato dalla struttura sanitaria pubblica competente, quando sia stato verificato che non siano trasportabili con altri mezzi e non sussista, nel luogo ove si trovano, la possibilita' di fornire adeguata assistenza.”
Il trasporto sanitario urgente è attivabile nell'arco delle ventiquattro ore in tutti i giorni dell'anno, ma la possibilità di effettuare il trasporto è subordinata alle condizioni meteorologiche ed alla disponibilità dell'aeromobile (che potrebbe essere impegnato in analogo servizio richiesto da altra struttura).
Non è possibile in alcun modo garantire, a priori, i tempi del trasporto seppure tutte le predisposizioni e le attività necessarie saranno assicurate nel minor tempo possibile.
 
RECAPITI TELEFONICI:
Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo di Bari:
Tel.: 080/5293111 (Il numero è attivo in tutte le 24 ore e in tutti i giorni dell'anno)
Fax: 080/5293198

Data pubblicazione il 30/05/2013
Ultima modifica il 04/09/2015 alle 13:28

 
Torna su