Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Avellino

NOTIZIE

 

 Attivo ad Avellino lo sportello “S.O.S Giustizia - Servizio di ascolto e assistenza alle vittime dell’ usura e delle estorsioni ”

SOS- Giustizia

      FOTO EVENTO

 

E’ stato oggi presentato dal Prefetto Carlo Sessa , alla presenza del Vice Ministro all’ Interno Sen. Filippo Bubbico, lo Sportello “S.O.S Giustizia”, che offrirà un sostegno concreto anche in termini di  assistenza legale e psicologica  alle vittime o alle potenziali vittime dell’ usura e del racket delle estorsioni, oltre che un accompagnamento ai familiari delle vittime nella complessa legislazione in materia .

 Il Punto di ascolto, il primo ad essere attivato a livello regionale ,opererà  presso la Camera di Commercio di Avellino con il supporto dell’ Associazione “Libera” . SOS - Giustizia

Presenti, oltre al Presidente della Camera di Commercio  Costantino Capone  e al Vice Presidente di “Libera” don Marcello Cozzi, promotori dell’ iniziativa, i parlamentari irpini Sen. Sibilia, On.li D’agostino,Giordano e Paris, i Consiglieri Regionali  Foglia e D’Amelio, il Sindaco di Avellino Paolo Foti, il Procuratore della Repubblica di Avellino  Rosario Cantelmo, il Comandante del 232° Reggimento Fonte, i vertici provinciali delle Forze dell’ Ordine  Questore Ficarra, Comandante dei Carabinieri Adinolfi, Comandante della Guardia di Finanza Catalano e Comandante del Corpo Forestale Curto, numerosi dirigenti degli uffici pubblici provinciali e la delegazione dell’associazione Libera.

SOS - Giustizia L’ iniziativa, che ha avuto grande risonanza presso gli organi di informazione e di stampa, costituisce un significativo esempio di sinergia istituzionale mirata ad affermare la legalità sul territorio attraverso una rete in grado di intercettare, accogliere e supportare gli imprenditori vittime di intimidazioni,estorsione,usura e a rischio di condizionamento da parte della criminalità organizzata .

 Il Prefetto Carlo Sessa, nel suo discorso introduttivo, ha sottolineato che la lotta all’usura, in questo momento di particolare congiuntura economica, rappresenta uno degli obiettivi primari degli organi investigativi delle Forze di Polizia. Il fenomeno risente notevolmente della carenza di collaborazione da parte delle vittime, che, inizialmente vedono nell’usurario l’unico “amico” disposto, a far fronte ai dinieghi di banche o finanziarie, a concedere fidi o prestiti anche di lieve entità e per brevissimo tempo. Il numero di denunce presentate, ha precisato il Prefetto Sessa, non dà una misura attendibile della reale entità del problema in quanto la maggior parte dei casi di usura continua a rimanere sommersa.    Per tal motivo  assume rilevanza l’iniziativa dello “Sportello S.O.S. Giustizia” che nasce dalla consapevolezza dell’ incidenza del fenomeno del racket e dell’usura, soprattutto nei territori in cui maggiormente si avverte la crisi economica e dalla necessità di individuare azioni mirate a sconfiggere quello che si configura come lo strumento attraverso cui la criminalità organizzata riesce a controllare settori vitali dell’ economia del paese .

L’ attivazione di misure finalizzate sia a contrastare l’azione invasiva delle organizzazioni criminali sia a rendere l’ attività di impresa meno vulnerabile di fronte alle possibili forme di infiltrazione e condizionamento criminale consente di intervenire  a sostegno dell’ economia legale favorendo  le condizioni per lo sviluppo e il miglioramento delle condizioni di vita .

L’obiettivo, ha concluso il Prefetto, è l’ avvio di un percorso articolato, mirato a coinvolgere anche le scuole, sui temi del rispetto della legge e dell’ importanza di sostenere una imprenditorialità sana e libera da condizionamenti criminali.

I diversi punti del  discorso del Prefetto Sessa sono stati ripresi ed approfonditi  dal Presidente della Camera di Commercio, che, in particolare ha evidenziato alcuni aspetti relativi all’ accesso al credito quali azioni per contrastare  il fenomeno e dal Vice Presidente di Libera che ha ampliamente illustrato le iniziative dell’ Associazione nel campo sociale, rimarcando l’importanza del sostegno ai singoli e alle proprie famiglie.

Nel suo discorso conclusivo il Vice Ministro Bubbico, oltre a richiamare  l’ importanza dell’operato delle Forze dell’ Ordine, ha evidenziato l’ esigenza di interventi normativi correttivi e migliorativi delle attuali disposizioni che regolano la materia, sottolineando  che  la sinergia  e la collaborazione tra istituzioni e organismi  che operano sul territorio costituiscono i presupposti per l’individuazione di azioni condivise a tutela della legalità e per consentire un ordinato e corretto svolgimento delle relazioni economiche e delle attività imprenditoriali.

 

Avellino, 28 marzo 2014

                                                                                               

Il Capo di Gabinetto

(Fedullo)

Pubblicato il 28/03/2014
Ultima modifica il 31/03/2014 alle 12:59:50

 
Torna su