Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Avellino

NOTIZIE

 

 "Stella al Merito del Lavoro" Proposte conferimento decorazioni Anno 2015

 
Nella ricorrenza del 10 maggio di ogni anno, si rinnovano le cerimonie per il conferimento della "Stella al Merito del Lavoro" ai soggetti insigniti, così come previsto dalla legge 5 febbraio 1992, n. 143.

Si tratta di una onorificenza, conferita con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, che premia singoli meriti di perizia, laboriosità e buona condotta morale dei lavoratori dipendenti da imprese
pubbliche o private.
La decorazione comporta il titolo di "Maestro del Lavoro".
Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali rilascia, altresì, ai decorati il "brevetto" che fa fede del conferimento della decorazione.

Le proposte di conferimento delle decorazioni in parola possono essereinoltrate dalle aziende, dalle organizzazioni sindacali ed assistenziali e direttamentedai lavoratori interessati alle ex Direzioni Regionali del Lavoro, che a completamento della riorganizzazione del citato Ministero prenderanno la denominazione di Direzioni Interregionali del Lavoro, anche per il tramite delle relative Direzioni Territoriali, non oltre iltermine tassativo del 31 ottobre 2014 , corredate dai seguenti documenti in cartasemplice:

1) autocertificazione relativa alla nascita;

2) autocertificazione relativa alla cittadinanza italiana;

3) attestato di servizio o dei servizi prestati per una o più aziende fino alla data della

proposta o del pensionamento;

4) attesto relativo alla professionalità, laboriosità e condotta morale in azienda;

5) curriculum vitae;

6) autorizzazione da parte dell'interessato al trattamento dei dati personali (D. Lgs.

196/2003);

7) residenza, recapito telefonico ed e-mail ove disponibile.

Le attestazioni di cui ai punti 3) e 4) ed eventualmente il curriculum vitae di cui al punto 5)

possono anche essere contenuti in un documento unico rilasciato dalla Ditta presso cui il
lavoratore presta servizio. Nel caso in cui l'interessato abbia prestato servizio presso più
aziende, occorrerà allegare gli attestati relativi ai servizi precedenti.

Per ogni eventuale informazione, il candidato potrà rivolgersi alla competente
Direzione Interregionale e Territoriale del Lavoro (già sedi di Direzione Regionale del Lavoro) del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Avellino, 23 settembre 2014
Pubblicato il 25/09/2014
Ultima modifica il 25/09/2014 alle 08:53:29

 Presentazione in Prefettura del Protocollo di Intesa sul Monitoraggio Ambientale nella “Valle del Sabato”.

Riunione del 3 settembre 2014 Il Prefetto Carlo Sessa ha convocato, in data odierna , in Prefettura il secondo tavolo di confronto  sulla problematica emergente dell’ inquinamento ambientale in un’ area del territorio irpino ad elevata industrializzazione, denominata “Valle del Sabato”, cui hanno preso parte  i sindaci dei Comuni interessati di  Avellino,  Atripalda, Manocalzati, Pratola Serra e Prata Principato Ultra, i rappresentanti dell’A.S.L. , dell’ARPAC, dei Vigili del Fuoco, della Regione Campania, della Provincia , dell’ ASI , di Confindustria e i referenti dell’ associazione “Ambiente e salute”  oltre che il deputato irpino del movimento 5Stelle Carlo Sibilia.

Al centro dell’ incontro, oltre al resoconto sugli esiti del monitoraggio finora effettuato dall’ Arpac con apposite centraline mobili  e l’ analisi sui dati rilevati dall’ A.S.L. anche su alcuni prodotti ortofrutticoli, una mirata  programmazione sulle prossime azioni che saranno avviate in sede di “Gruppo Tecnico”, che sarà costituito, con la partecipazione degli enti competenti e il coordinamento della Prefettura , per verificare l’eventuale presenza di agenti inquinanti nell’ area.

Tra gli impegni assunti sono da menzionare il prosieguo dell’ analisi dei dati da parte dell’ Arpac  e il raffronto con i risultati  pregressi e  la redazione, da parte dell’ A.S.L., di apposite schede di rilevazione che ciascuna azienda dovrà compilare e che saranno successivamente trasmesse, ad opera dei Sindaci, alla struttura sanitaria per le analisi di competenza, anche di natura epidemiologica al fine di valutare lo stato dell’ ambiente e possibili effetti sulla salute dei cittadini.

 Significativo anche il supporto che il Presidente di Confindustria ha inteso offrire nel promuovere un’ azione di sensibilizzazione nei confronti delle imprese aderenti, in una prospettiva di sviluppo sostenibile e di produttività correlata alla salvaguardia ambientale.

Di rilievo ,altresì,il ruolo delle  Associazioni ambientaliste e dei movimenti a tutela dell’ ambiente  che potrà svilupparsi, anche nel corso dei successivi  incontri del Gruppo tecnico, formulando proposte e mettendo a disposizione i dati e le conoscenze acquisite in materia  . 

 Il Prefetto Carlo Sessa ,a dimostrazione dell’ attenzione costante dell’ istituzione prefettizia sui temi ambientali del territorio irpino, ha sottoposto alle valutazioni  dei presenti, affinché possa essere condiviso , il Protocollo di Intesa sul Monitoraggio Ambientale   contenente l’ impegno degli enti sottoscrittori a svolgere, in base alla competenze di ciascuno,  attività di rilevazione e analisi dei dati, oltre che di programmazione di interventi a tutela di un territorio che necessita di essere valorizzato in un’ ottica di giusto equilibrio tra le esigenze dello sviluppo economico e quelle della tutela della sicurezza e della salute  dei cittadini.

 Grande soddisfazione è stata espressa dai Sindaci presenti sull’ accordo  raggiunto che sancisce l’impegno condiviso ad  agire in maniera concreta e sinergica , con il coinvolgimento  del  mondo imprenditoriale al fine di conciliare gli interessi della produzione con quelli sottesi alla tutela della salute pubblica e dell’ambiente.

                         

 

Avellino ,3 settembre  2014  
Pubblicato il 04/09/2014
Ultima modifica il 04/09/2014 alle 13:44:03

 
Torna su