Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Avellino

Comunicati Stampa

 

 Elezioni 2015 - Agevolazioni a favore degli elettori.

 
SI INFORMA CHE, ANCHE IN OCCASIONE DELLE PROSSIME CONSULTAZIONI REGIONALI E COMUNALI DI DOMENICA 31 MAGGIO 2015 E DELL'EVENTUALE TURNO DI BALLOTTAGGIO PER L'ELEZIONE DIRETTA DEI SINDACI DOMENICA 14 GIUGNO 2015, SONO PREVISTE, IN FAVORE DEGLI ELETTORI, AGEVOLAZIONI PER I VIAGGI FERROVIARI, VIA MARE, CON IL MEZZO AEREO E, LIMITATAMENTE PER GLI ELETTORI RESIDENTI ALL'ESTERO, AUTOSTRADALI.

PER MAGGIORI DETTAGLI, GLI INTERESSATI, OLTRE CHE CONSULTARE LA CIRCOLARE PREFETTIZIA PROT. N. 2110/SE IN DATA 6 MAGGIO 2015 SUL SITO ISTITUZIONALE WWW.PREFETTURA.IT/AVELLINO  NELL'AREA DEDICATA ALLE "CIRCOLARI PREFETTIZIE', POTRANNO RIVOLGERSI ALLE STAZIONI FERROVIARIE, AI PUNTI BLU DELLA SOCIETA' AUTOSTRADE, ALLE AGENZIE DI VIAGGIO ED AGLI UFFICI CONSOLARI.

 

Avellino, 6 maggio 2015

Pubblicato il 07/05/2015
Ultima modifica il 07/05/2015 alle 08:42:26

 LIMITAZIONE TRANSITO STRADA STATALE 7 - OFANTINA - DALLE ORE 6 DEL 6/5 ALLE ORE 18 DEL 19/7 p.v.

 
SI COMUNICA CHE LA SOCIETA' ANAS COMPARTIMENTO DELLA VIABILITA' PER LA
CAMPANIA HA DISPOSTO DALLE ORE 6,00 DEL 6 MAGGIO ALLE ORE 18,00 DEL
19 LUGLIO 2015 LIMITAZIONI AL TRANSITO SULLA STRADA STATALE N. 7 APPIA
"OFANTINA" DAL KM. 309+150 AL KM. 309+350 NEL COMUNE DI MANOCALZATI PER
CONSENTIRE l LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA RELATIVI AD
INTERVENTI DI RIPRISTINO DELLE CONDIZIONI DI SICUREZZA DELLA GALLERIA
"MONTECHIUPPO".
PERTANTO, IL DISPOSITIVO DI TRAFFICO SARA' COSI' ARTICOLATO:
DA MERCOLEDI' 6 MAGGIO 2015 SARÀ ISTITUITO UN SENSO UNICO ALTERNATO
REGOLATO DA IMPIANTO SEMAFORI CO TRA l KM 309,150 E 309,350.
DA MERCOLEDI' 10 GIUGNO A DOMENICA 19 LUGLIO 2015 SARANNO
EFFETTUATE CHIUSURE NOTTURNE NELLA FASCIA ORARIA COMPRESA TRA LE
ORE 20 E LE ORE 6:00 DEL GIORNO SUCCESSIVO.
NEL PERIODO DELLE CHIUSURE NOTTURNE DELLA GALLERIA l VEICOLI
PROVENIENTI DA AVELLINO E DALL' A16 (AVELLINO EST) IN DIREZIONE LIONI
USCIRANNO ALLO SVINCOLO DI ATRIPALDA DELLA SS 7 BIS AL KM 86,600 E
PROSEGUIRANNO SULLA STRADA PROVINCIALE 24 (VIA PIANODARDINE E VIA
MANFREDI), VIA CIRCUMVALLAZIONE E LA STRADA PROVINCIALE 5 (VIA
PROVINCIALE) SINO ALL'INNESTO CON LO SVINCOLO DI MANOCALZATI PER
RIENTRARE SULLA STATALE 7 "OFANTINA" AL KM 309,430 CIRCA. PERCORSO
INVERSO PER l VEICOLI PROVENIENTI DA LIONI E DIRETTI AD AVELLINO.
L'ANAS RACCOMANDA AGLI AUTOMOBILISTI PRUDENZA NELLA GUIDA E RICORDA
CHE L'EVOLUZIONE DELLA SITUAZIONE DEL TRAFFICO IN TEMPO REALE E'
CONSULTABILE SUL SITO WEB HTTP://WWW.STRADEANAS.IT/TRAFFICO OPPURE SU
TUTTI GLI SMARTPHONE E l TABLET, GRAZIE ALL'APPLICAZIONE 'VAl ANAS PLUS',
DISPONIBILE GRATUITAMENTE IN "APP STORE" E IN "PLAY STORE". GLI UTENTI
HANNO POI A DISPOSIZIONE LA WEB TV WWW.STRADEANAS.TV E IL NUMERO 841-
148 'PRONTO ANAS' PER INFORMAZIONI SULL'INTERA RETE ANAS.
Pubblicato il 05/05/2015
Ultima modifica il 05/05/2015 alle 10:49:07

 ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI 2015 - PRINCIPALI SCADENZE ED ADEMPIMENTI

 
In vista delle elezioni regionali e comunali di domenica 31 maggio 2015 si ritiene utile ribadire sinteticamente le scadenze e i principali adempimenti prescritti dalla normativa vigente in materia di propaganda elettorale.

1) Divieto per le Pubbliche Amministrazioni di svolgere attività di comunicazione.

Si rammenta che dalla data di convocazione dei comizi elettorali e fino alla conclusione delle operazioni di voto è fatto divieto a tutte le Amministrazioni Pubbliche di svolgere attività di comunicazione, ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l’efficace assolvimento delle proprie funzioni.

2) Ripartizione degli spazi per le affissioni di propaganda elettorale

Entro due giorni dalla ricezione delle comunicazioni sull’ammissione delle candidature, le Giunte comunali provvederanno ad assegnare appositi spazi da destinare per le affissioni di propaganda elettorale dei partiti o gruppi politici che parteciperanno alle elezioni con liste di candidati.

3) Inizio della propaganda e riunioni elettorali e divieto di alcune forme di propaganda.

Dal trentesimo giorno antecedente quello della votazione, quindi da venerdì 1° maggio 2015, sono vietati il lancio o getto di volantini in luogo pubblico o aperto al pubblico ed ogni forma di propaganda elettorale luminosa o figurativa a carattere fisso in luogo pubblico, escluse le insegne delle sedi dei partiti, nonché ogni forma di propaganda luminosa mobile. Durante tale periodo, l’uso di altoparlanti su mezzi mobili è consentito solo nei termini e nei limiti di cui all’art. 7, comma 2, della legge n. 130/1975.

4) Uso di locali comunali.

Si ricorda che, a decorrere dal giorno di indizione dei comizi elettorali, i Comuni, sulla base di proprie norme regolamentari e senza oneri a proprio carico, sono tenuti a mettere a disposizione dei partiti e dei movimenti presenti nella competizione elettorale, in misura eguale fra loro, i locali di proprietà comunale, già predisposti per conferenze e dibattiti.

5) Soppressione delle agevolazioni postali. Agevolazioni fiscali (artt. 18 e 20 della legge 10 dicembre 1993, n.515)

     Si ritiene opportuno richiamare l’attenzione sull’art. 18, comma 1, del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito con modificazioni dalla legge 23 giugno 2014, n. 89 che ha disposto la soppressione, a decorrere dal 1° giugno 2014, delle tariffe postali agevolate di cui agli artt. 17 e 20 della legge n. 515 del 1993.

Si evidenzia, altresì, che, ai sensi degli artt. 18 e 20 della richiamata legge n. 515 del 1993, e successive modificazioni, nei 90 giorni precedenti le elezioni,  sono previste agevolazioni fiscali per il materiale tipografico, l’acquisto di spazi d’affissione, di comunicazione politica radiotelevisiva, di messaggi politici ed elettorali su quotidiani, periodici e siti web, per l’affitto di locali e per gli allestimenti e i servizi connessi a manifestazioni, commissionati dai partiti e dai movimenti, dalle liste e dai candidati.

6) Parità di accesso ai mezzi di informazione durante la campagna elettorale.

Dalla data di convocazione dei comizi elettorali e per tutto l’arco della campagna elettorale, si applicano le disposizioni della legge 22 febbraio 2000, n. 28 in materia di parità di accesso ai mezzi d’informazione e di comunicazione politica.

7)  Diffusione di sondaggi demoscopici
Nei quindici giorni antecedenti la data di votazione e quindi a partire da sabato 16 maggio 2015, sino alla chiusura delle operazioni di voto, è vietato rendere pubblici o comunque diffondere i risultati di sondaggi demoscopici sull’esito delle elezioni e sugli orientamenti politici degli elettori, anche se tali sondaggi siano stati effettuati in un periodo precedente a quello del divieto.

8)   Inizio del divieto di propaganda
Si rammenta che è consentito lo svolgimento della propaganda elettorale fino alle ore 24.00 di venerdì 29 maggio 2015, pertanto, a decorrere dalle ore 00,01 di sabato 30 maggio 2015 e fino alla chiusura delle operazioni di voto, sono vietati i comizi, le riunioni di propaganda elettorale diretta o indiretta, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, le nuove affissioni di stampati, giornali murali e manifesti.

Inoltre, nei giorni destinati alla votazione, è vietata ogni forma di propaganda elettorale entro il raggio di metri 200 dall’ingresso delle sezioni elettorali.

E’ consentita la nuova affissione di giornali quotidiani o periodici nelle bacheche poste in luogo pubblico, regolarmente autorizzate alla data di pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi.

Sul sito internet della Prefettura, all’indirizzo www.prefettura.it/avellino,  nell’area dedicata alle “Circolari Prefettizie”, è consultabile la circolare n. 2084/S.E. del 21 aprile 2015 che illustra più ampiamente tutti gli adempimenti in materia di propaganda elettorale in vista delle elezioni regionali e  comunali di domenica 31 maggio 2015.


Avellino,  5 maggio 2015

L’ADDETTO STAMPA
Pubblicato il 05/05/2015
Ultima modifica il 05/05/2015 alle 11:14:54

 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 marzo 2015 concernente la programmazione transitoria dei flussi d’ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro stagionale

 
Dalle ore 9 del 5 maggio è possibile precompilare le domande di nulla osta all'assunzione di lavoratori non comunitari per lavoro stagionale e altre tipologie per l'anno 2015. La procedura di compilazione dei moduli è interamente online, accessibile da questo portale all'indirizzo web: www.interno.gov.it

L'invio delle domande, invece, sarà possibile, sempre online, attraverso lo stesso applicativo, dalle ore 8 del giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto del presidente del Consiglio dei ministri 10 marzo 2015 relativo alla 'programmazione transitoria dei flussi d'ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro stagionale ed altre categorie nel territorio dello Stato per l'anno 2015'. Il decreto, già registrato alla Corte dei Conti, è in corso di pubblicazione sulla GU.

Anche in questa occasione, la Associazioni di categoria firmatarie dei Protocolli d' intesa accreditate per le domande relative ai precedenti decreti flussi stagionali, potranno inviare le istanze per conto dei datori di lavoro che aderiscono alle rispettive associazioni.

Tutte le informazioni sulla procedura di compilazione e sulle disposizioni del D.P.C.M. sono contenute nella circolare congiunta Ministero dell'Interno - Ministero del Lavoro e Politiche sociali (circolare 35/0002185/MA001del 29 aprile 2015).

Il decreto flussi stagionali 2015 prevede una quota massima di ingressi in Italia di 13.000 lavoratori non comunitari residenti all'estero, per lavoro subordinato stagionale e altre categorie. I lavoratori ammessi saranno ripartiti tra le regioni e le province autonome dal ministero del Lavoro.

I Paesi di provenienza sono: Albania, Algeria, Bosnia-Herzegovina,Corea (repubblica di Corea) Egitto, Ex Repubblica di Jugoslavia di Macedonia, Filippine, Gambia, Ghana, Giappone, India, Kosovo, Marocco, Mauritius, Moldavia, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Ucraina, Tunisia.

Dei 13.000 ingressi ammessi, il decreto ne riserva 1.500 per lavoratori non comunitari provenienti dagli stessi Paesi che siano entrati in Italia per prestare lavoro subordinato stagionale per almeno 2 anni consecutivi, e per i quali il datore di lavoro presenti richiesta di nulla osta pluriennale sempre per lavoro subordinato stagionale.

 Avellino, 4 maggio 2015

L'ADDETTO STAMPA
Pubblicato il 04/05/2015
Ultima modifica il 04/05/2015 alle 11:05:41

 
Torna su