Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Avellino

Comunicati Stampa

 

 Avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Lire U.N.R.R.A. per l'anno 2018. Direttiva del Ministro del 27 marzo 2018.CUP:F51G18000010001.CIG "padre": 7503918004

 
Con direttiva del Ministro in data 27 marzo 2018 registrata alla Corte dei Conti il 15 maggio 2018, emanata ai sensi dell'art. 8 del D.P.C.M. 20 ottobre 1994, n.755 "Regolamento recante disposizioni sulle modalità per il perseguimento dei fini della Riserva Fondo Lire U.N.R.R.A. e sui criteri di gestione del relativo patrimonio'', sono stati determinati, per l' anno 2018. gli obiettivi generali i e i programmi prioritari per la gestione di detto Fondo e i criteri per rassegnazione dei proventi.

La direttiva ha disposto che per l'anno in corso i proventi derivanti dalla gestione del patrimonio della Riserva ed ogni altra somma della Riserva stessa per euro 1.800.000,00 siano destinati a programmi socio assistenziali aventi come destinatari soggetti cittadini italiani e stranieri in possesso di regolare titolo di permanenza in Italia che si trovano in condizione di marginalità sociale ed in stato di bisogno, diretti a fornire:

1. servizi di assistenza a favore di famiglie in stato di bisogno;

2. servizi di assistenza domiciliare per anziani e disabili che si trovano in stato di bisogno.

I soggetti richiedenti devono presentare i progetti utilizzando esclusivamente il portale https://fondounrra.dlci.interno.it a partire dalle ore 12.00 del giorno 06.08.2018, le domande a pena di irricevibilità dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12.00 del 10.09.2018.

Per le modalità di presentazione delle domande di partecipazione al bando di che trattasi è possibile consultare il sito internet http://www.interno.gov.it - sezione contratti e bandi di gara.

Avellino 9 agosto 2018

 

L'ADDETTO STAMPA

NUZZOLO

Pubblicato il 13/08/2018
Ultima modifica il 13/08/2018 alle 11:44:09

 COMMISSARIAMENTO COMUNE DI TAURASI

 
CON PROWEDIMENTO IN DATA ODIERNA, IL PREFETTO HA SOSPESO IL CONSIGLIO COMUNALE DI TAURASI,  NOMINANDO  IL DOTT. MARIO LA MONTAGNA, VICE PREFETTO AGGIUNTO, COMMISSARIO PREFETTIZIO PER LA TEMPORANEA GESTIONE DELL'ENTE IN ATTESA CHE SI PERFEZIONI LA PROCEDURA DI SCIOGLIMENTO AWIATA AT SEGUITO DIMISSIONI  RASSEGNATE  DA SEI CONSIGLIERI COMUNALI SU l DIECI ASSEGNATI.
 
Lì, 10 agosto 2018
 
L'Addetto Stampa
Pubblicato il 10/08/2018
Ultima modifica il 10/08/2018 alle 19:33:58

 "Stella al Merito del Lavoro" Proposte di candidature

 
per il conferimento della "Stella al Merito del Lavoro" ai soggetti insigniti, così come previsto dalla legge 5 febbraio 1992, n. 143.

Si tratta di una onorificenza, conferita con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, che premia singoli meriti di perizia, laboriosità e buona condotta morale dei lavoratori dipendenti da imprese pubbliche o private.

La decorazione comporta il titolo di "Maestro del Lavoro".

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali rilascia, altresì, ai decorati il "brevetto" che fa fede del conferimento della decorazione.

Le proposte di conferimento delle decorazioni in parola possono essere inoltrate dalle aziende, dalle organizzazioni sindacali ed assistenziali o direttamente dai lavoratori interessati agli Ispettorati interregionali del Lavoro e agli Ispettorati Territoriali del Lavoro aventi sede nei capoluoghi di regione diversi da quelli su cui insistono gli I.I.L., entro e non oltre il termine del 31 ottobre 2018 , corredate dai seguenti documenti in carta semplice:

1) autocertificazione relativa alla nascita;

2) autocertificazione relativa alla cittadinanza italiana;

3) attestato di servizio o dei servizi prestati per una o più aziende fino alla data della

proposta o del pensionamento indicando l'attuale o l'ultima sede di lavoro;

4) attesto relativo alla professionalità, laboriosità e condotta morale in azienda;

5) curriculum vitae;

6) autorizzazione da parte dell'interessato al trattamento dei dati personali (D. Lgs.

196/2003);

7) residenza, recapito telefonico ed e- mail ove disponibile.

Le attestazioni di cui ai punti 3) e 4) ed eventualmente il curriculum vitae di cui al punto 5) possono anche essere contenuti in un documento unico rilasciato dalla Ditta presso cui il lavoratore presta servizio.

l lavoratori italiani all'estero di cui all'art. 5 della legge 143/1992 dovranno presentare le eventuali candidature alla Rappresentanza diplomatica o all'Ufficio consolare di riferimento.

Per ogni eventuale informazione, il candidato potrà rivolgersi direttamente alle strutture competenti - Ispettorati interregionali del Lavoro e Ispettorati Territoriali del Lavoro aventi sede nei capoluoghi di regione diversi da quelli su cui insistono gli li I.I.L.

 

Avellino, 8 agosto 2018

 

L'ADDETTO STAMPA

 

Pubblicato il 09/08/2018
Ultima modifica il 09/08/2018 alle 12:43:34

 
Torna su