Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Avellino

Comunicati Stampa

 

 2 giugno 2014 - 68° Anniversario della proclamazione della Repubblica

 
Lunedì 2 giugno  prossimo, si svolgeranno, alla presenza del Prefetto Carlo Sessa, le cerimonie ufficiali per la celebrazione del 68° Anniversario della proclamazione della Repubblica

L’appuntamento istituzionale della cerimonia è promosso, congiuntamente, dalla Prefettura-U.T.G., dal Comune e dalla Provincia di Avellino, in collaborazione con il 232° Rgt. Trasmissioni, le Forze dell’Ordine, nonché le associazioni combattentistiche, patriottiche e d’arma.

La manifestazione prenderà il via alle ore 10.30 in Via Matteotti con lo schieramento del Reparto di formazione al quale seguiranno  l’afflusso e il posizionamento delle autorità, del Medagliere dei Combattenti e Reduci e delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, il Gonfaloni della Città  di  Avellino, decorato con Medaglia d’Oro al Valore Civile e Medaglia d’Oro al Merito Civile, e il Gonfalone della Provincia.

 Dopo gli onori al Prefetto di Avellino e rassegna del Reparto schierato, seguirà la cerimonia dell’Alzabandiera.

Successivamente, verranno deposte tre corone e la Guardia d’onore al Monumento dedicato ai Caduti.

 La cerimonia dell’Ammainabandiera in Piazza Libertà, prevista alla ore 17.00, chiuderà la celebrazione della Festa della Repubblica.

Avellino, 29 maggio 2014

                                                                       L’ADDETTO STAMPA
Pubblicato il 29/05/2014
Ultima modifica il 29/05/2014 alle 12:19:39

 Il Prefetto Sessa nomina Ines Giannini Commissario prefettizio a seguito della nullità delle elezioni comunali di Andretta per mancato raggiungimento quorum.

 
A SEGUITO DELLA DICHIARAZIONE DA PARTE DELL'ADUNANZA DEI

PRESIDENTI DELLE SEZIONI DI NULLITA' DELLE ELEZIONI COMUNALI DI
ANDRETTA DEL 25 MAGGIO 2014 PER MANCATO RAGGIUNGIMENTO DEL
QUORUM, IL PREFETTO CON PROVVEDIMENTO IN DATA ODIERNA HA
NOMINATO LA DOTT.SSA INES . GIANNINI, VICE PREFETTO AGGIUNTO,
COMMISSARIO PREFETTIZIO PER LA TEMPORANEA GESTIONE DELL'ENTE.
Avellino, 28 maggio 2014

L'ADDETTO STAMPA
 
 
Pubblicato il :

 Norme per il turno di ballottaggio di domenica 8 giugno 2014 nei Comuni di Ariano Irpino e Montoro

 
 
COMUNICATO STAMPA
 
NELLA TORNATA ELETTORALE DEL 25 MAGGIO 2014 NESSUN CANDIDATO ALLA CARICA DI SINDACO DEI COMUNI DI ARIANO IRPINO E MONTORO HA CONSEGUITO LA MAGGIORANZA ASSOLUTA DEI VOTI VALIDI.IN CONSEGUENZA DI CIO', DOMENICA 8 GIUGNO 2014, SI SVOLGERANNO, NEI SUCCITATI COMUNI, LE OPERAZIONI DI VOTAZIONE RELATIVE AL TURNO DI BALLOTTAGGIO PER L'ELEZIONE DEL SINDACO, PRESCRITTO DAL T.U.   N. 267/2000, FRA I DUE CANDIDATI CHE HANNO OTTENUTO IL MAGGIOR NUMERO DI VOTI E, CIOE', PER IL COMUNE DI ARIANO IRPINO, DOMENICO GAMBACORTA E MICHELINO CASO E, PER IL COMUNE DI MONTORO, MARIO BIANCHINO E SALVATORE ANTONIO CARRATU'.
A DETTO TURNO DI BALLOTTAGGIO PARTECIPERA' LO STESSO CORPO ELETTORALE GIA' CHIAMATO AL VOTO IN OCCASIONE DEL PRIMO TURNO ELETTORALE AMMINISTRATIVO DEL 25 MAGGIO 2014. PERTANTO, AL BALLOTTAGGIO DELL'8 GIUGNO 2014  NON POTRANNO PRENDERE PARTE COLORO CHE DOPO IL 25 MAGGIO AVRANNO COMPIUTO IL 18  ANNO DI ETA'.
GLI ELETTORI DOVRANNO ESPRIMERE IL PROPRIO VOTO NELLE STESSE SEZIONI ELETTORALI DEL PRIMO TURNO, PREVIA ESIBIZIONE AL PRESIDENTE DI SEGGIO DELLA TESSERA ELETTORALE PERSONALE E DI IDONEO DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO.
 
COLORO CHE AVESSERO SMARRITO DETTA TESSERA POTRANNO RIVOLGERSI AGLI UFFICI ELETTORALI DEI COMUNI PER OTTENERNE IL DUPLICATO, PREVIA DOMANDA CORREDATA DALLA DENUNCIA PRESENTATA AI COMPETENTI UFFICI DI PUBBLICA SICUREZZA.
 
LE OPERAZIONI DI VOTAZIONE SI SVOLGERANNO NELLA SOLA GIORNATA DI DOMENICA 8 GIUGNO 2014 - DALLE ORE 7 ALLE ORE 23 - MENTRE LE OPERAZIONI DI SCRUTINIO . AVRANNO INIZIO, SENZA SOLUZIONE DI CONTINUITA', ALLE ORE 23 DELLO STESSO GIORNO DI DOMENICA 8 GIUGNO, SUBITO DOPO LA CONCLUSIONE DELLA VOTAZIONE E LE OPERAZIONI DI RISCONTRO.
 
AVELLINO, 28.5.2014
 
L'ADDETTO STAMPA
 
Pubblicato il 29/05/2014
Ultima modifica il 29/05/2014 alle 13:01:18

 Il 30 maggio p.v. inaugurazione a Quindici del “Maglificio Cento Quindici Passi”, villa confiscata al clan Graziano.

 
                        Il prossimo 30 maggio, alle ore 10.30, nel Comune di Quindici, alla presenza del Vice Ministro all’Interno On. Filippo Bubbico, e del Prefetto di Avellino Carlo Sessa si terrà una  cerimonia che siglerà l’inizio dei lavori di riconversione della villa  confiscata al clan Graziano destinata a diventare un impianto produttivo di tipo industriale, denominato “Maglificio Cento Quindici Passi” .

 

                        L’ iniziativa nasce dal progetto presentato lo scorso  aprile  dal Prefetto Carlo Sessa  quale primo esempio in Irpinia  di riutilizzo ad uso sociale di un bene confiscato, redatto nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Le(G)ali al Sud con il coinvolgimento dell’Istituto Tecnico per Geometri di Avellino “Oscar D’Agostino ed  è  frutto della sinergia tra l’ Associazione “Libera”, il Comune di Quindici,la Fondazione“Con il Sud” ela Cooperativa“Oasi Project”, che si occuperà operativamente della gestione della struttura produttiva.

 

Successivamente in  Prefettura il Vice Ministro On. Bubbico ed  il Prefetto Carlo Sessa procederanno  alla consegna di 22 Diplomi dell’ “Ordine al Merito della Repubblica Italiana” che il Presidente della Repubblica ha conferito a cittadini di questa Provincia che si sono particolarmente distinti e di 7 Medaglie d’onore ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra ed ai familiari dei deceduti ed una medaglia al valor civile.

 

                        Avellino, 28 maggio 2014

 

 

                                                                       L’ADDETTO STAMPA
Pubblicato il 28/05/2014
Ultima modifica il 28/05/2014 alle 09:42:32

 Norme per l'espressione del voto da parte degli elettori - Elezioni Europee ed Amministrative 2014

 
 
COMUNICATO STAMPA
IN VISTA DELLE IMMINENTI CONSULTAZIONI· ELETTORALI DI DOMENICA 25 MAGGIO 2014, SI RITIENE OPPORTUNO RICHIAMARE, NUOVAMENTE, L'ATTENZIONE DEGLI ELETTORI. SULL'OBBLIGO - PER LE ELEZIONI EUROPEE E COMUNALI NEGLI ENTI AVENTI UNA POPOLAZIONE SUPERIORE A CINQUEMILA ABITANTI - DI SCEGLIERE UN CANDIDATO DI GENERE DIVERSO DELLA STESSA LISTA VOTATA QUALORA GLI STESSI INTENDANO ESPRIMERE IL NUMERO MASSIMO DI PREFERENZE CONSENTITE PER I CANDIDATI DELLA STESSA LISTA.
NELLO SPECIFICO: PER LE ELEZIONI EUROPEE ATTESO CHE L'ELETTORE PUO' ESPRIMERE FINO AD UN MASSIMO DI TRE PREFERENZE PER CANDIDATI DELLA STESSA LISTA VOTATA, QUALORA VENGANO ESPRESSE TRE PREFERENZE PER CANDIDATI DELLO STESSO GENERE, LA TERZA PREFERENZA SARA' ANNULLATA IN SEDE DI SCRUTINIO.
 
OWIAMENTE, NEL CASO IN CUI L'ELETTORE ESPRIMA SOLO DUE PREFERENZE, QUESTE POSSONO LEGITTIMAMENTE RIGUARDARE ANCHE CANDIDATI DEL MEDESIMO GENERE.
PER LE ELEZIONI COMUNALI, INVECE, NEI COMUNI ARIANO IRPINO, FORINO, GROTTAMINARDA, MERCOGLIANO, MIRABELLA ECLANO, MONTELLA, MONTEMILETTO E MONTORO - AVENTI UNA POPOLAZIONE SUPERIORE A 5.000= ABITANTI - GLI ELETTORI HANNO LA POSSIBILITA' DI ESPRIMERE DUE PREFERENZE PURCHE' PER CANDIDATI DI SESSO DIVERSO DELLA STESSA LISTA PRESCELTA, PENA L'ANNULLAMENTO DELLA SECONDA PREFERENZA.
 
Avellino, 21 maggio 2014
 
L'ADDETTO STAMPA
 
Pubblicato il 21/05/2014
Ultima modifica il 21/05/2014 alle 11:50:41

 Verifica possesso tessera elettorale da parte degli elettori Europee e Amministrative 2014

 
 
COMUNICATO STAMPA
CON L'APPROSSIMARSI DELLE ELEZIONI EUROPEE ED AMMINISTRATIVE DI DOMENICA 25 MAGGIO 2014 SI INVITANO NUOVAMENTE GLI ELETTORI A VERIFICARE SE SIANO IN POSSESSO DELLA TESSERA ELETTORALE AL FINE DI RIVOLGERSI TEMPESTIVAMENTE, IN CASO DI SMARRIMENTO, AGLI UFFICI ELETTORALI COMUNALI PER OTTENERNE IL DUPLICATO, PREVIA DOMANDA CORREDATA DALLA DENUNCIA PRESENTATA AI COMPETENTI UFFICI DI PUBBLICA SICUREZZA, EVITANDO AFFOLLAMENTI NEI GIORNI PROSSIMI ALLA VOTAZIONE E PER USUFRUIRE ESSI STESSI DI UN SERVIZIO PIU' RAPIDO E FUNZIONALE.
A TALE SCOPO SI INFORMA CHE I PREDETTI UFFICI COMUNALI RESTERANNO APERTI, NELLE GIORNATE DI VENERDI' 23 E SABATO 24 MAGGIO 2014, ALMENO DALLE ORE 9 ALLE ORE 18 MENTRE IN QUELLA DI DOMENICA 25 MAGGIO 2014 PER TUTTA LA DURATA DELLE OPERAZIONI DI VOTAZIONE E, CIOE' DALLE ORE 7 ANTIMERIDIANE ALLE 23.
 
NON SEMBRA INUTILE RAMMENTARE, INFINE, CHE L'ELETTORE, PER ESERCITARE IL DIRITTO   DI VOTO, DOVRA' PRESENTARSI AL SEGGIO MUNITO DI UN VALIDO DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO . OLTRE CHE DELLA TESSERA ELETTORALE O DEL SUO DUPLICATO.
SI PREGA DI DARE A TALE NOTIZIA LA PIU' AMPIA E RIPETUTA DIVULGAZIONE.
 
Avellino, 20 maggio 2014
 
L'ADDETTO STAMPA
 
Pubblicato il 21/05/2014
Ultima modifica il 21/05/2014 alle 11:56:39

 Incontro in Prefettura con 51 Sindaci dei Comuni della Valle dell'Ofanto. Sottoscrizione del "Manifesto del Patto Val d'Ofanto"

 
Mercoledì 7 maggio p.v., alle ore 11.00, il Prefetto Carlo Sessa ospiterà presso la Prefettura di Avellino 51 Sindaci dei Comuni della Valle dell'Ofanto appartenenti alle quattro province di Avellino, Barletta-Andria-Trani, Foggia e Potenza per la sottoscrizione del "Manifesto del Patto Val d'Ofanto", che punta a promuovere lo sviluppo interregionale sostenibile dell'intero territorio ofantino.
Il Manifesto che verrà sottoscritto segue il precedente Manifesto di Melfi di luglio 2009, che ha già prodotto in questi pochi anni tangibili risultati per lo sviluppo dei vari contesti territoriali bagnati dal fiume Ofanto.
All'incontro saranno presenti, oltre agli amministratori locali, i rappresentati delle Università, delle Camere di Commercio e dei GAL dei territori interessati.
Con detto Manifesto i diversi soggetti impegnati per lo sviluppo del territorio ofantino puntano a rafforzare il partenariato territoriale, e la sua capacità di collaborazione su scala interregionale, così da superare i confini amministrativi, che sin qui hanno ostacolato una proficua collaborazione fra
territori.
 
Con tale rinnovata intesa sarà possibile progettare interventi capaci di guardare allo sviluppo socio-economico dell'intero territorio ofantino e di attivare i finanziamenti europei e nazionali della programmazione 2014-2020.
IL Manifesto pone, in particolare, l'accento sul "Contratto di Fiume", uno strumento giuridico previsto dalla legislazione italiana, che consentirebbe a tutti i 51 Comuni della Val d'Ofanto, ai suoi 420 mila abitanti, alle 4 Province e alle tre Regioni interessate di affrontare unitariamente la tutela ambientale del fiume.
Avellino, 5 maggio 2014
 
EF/
 
Pubblicato il 06/05/2014
Ultima modifica il 06/05/2014 alle 08:11:43

 
Torna su