Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Asti

NOTIZIE

 

 Riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica

Nella mattinata odierna, si è tenuta in Prefettura una seduta del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica.

La riunione è stata prioritariamente dedicata all'analisi della situazione dell'ordine e della sicurezza pubblica in provincia e alla definizione delle conseguenti linee di intervento, anche in vista delle imminenti festività pasquali e delle attività e cerimonie religiose caratterizzanti tale ricorrenza.

In particolare, al fine di prevenire eventuali azioni criminose connesse alla consueta, significativa presenza di persone nei luoghi interessati da tali eventi, il Prefetto Formicola, su conforme avviso del Consesso, ha disposto, anche in base a recenti direttive ministeriali, l'intensificazione delle attività di prevenzione a carattere generale e di vigilanza dei siti ritenuti maggiormente a rischio, peraltro in un contesto di servizi straordinari di controllo del territorio già periodicamente svolti.

Tale azione preventiva, unitamente all'implementazione delle attività informative e investigative, è finalizzata a garantire la tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica in provincia, anticipando ogni possibile turbativa, sia di natura eversiva sia ascrivibile alla cosiddetta "criminalità diffusa".

Considerato inoltre il consueto incremento dei flussi di traffico che caratterizza le festività pasquali, il Comitato ha altresì esaminato e valutato positivamente il dispositivo di polizia stradale predisposto al fine di garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione in provincia. 

L'incontro è proseguito con un approfondimento della situazione dell'immobile occupato di via Orfanatrofio, attualmente oggetto di procedura giudiziaria di rilascio, finalizzato a prevenire possibili turbative per l'ordine e la sicurezza e ad assicurare il concorso della Forza pubblica all'esecuzione del predetto rilascio.

Il Prefetto e i convenuti hanno valutato positivamente le attività poste in essere dai Servizi sociali del Comune di Asti al fine di individuare soluzioni alloggiative alternative per gli occupanti, a tutela delle situazioni di disagio economico-sociale. Nell'occasione, è stato ribadito che la tutela delle famiglie e delle persone vulnerabili costituisce condizione prioritaria per la definizione dell'esecuzione delle operazioni di sgombero, nel rispetto di principi già consolidati nell'ordinamento vigente e come confermato, da ultimo, dal decreto legge 14/2017 (c.d."decreto Minniti") in materia di sicurezza urbana.

Si è quindi preso atto della nuova data fissata per il prossimo accesso nello stabile (18 aprile prossimo) e dell'evoluzione del percorso finalizzato al suo completo rilascio, già concordato con la proprietà e gli attori istituzionali coinvolti nel corso di riunioni tenutesi nei mesi scorsi.

 

Asti, 27 marzo 2018  
Pubblicato il :

 Saluto di commiato al Questore Filippo Claudio Di Francesco

Nel corso della seduta del Comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutasi nella mattinata odierna, il Prefetto di Asti, Paolo Formicola, e i componenti il Consesso hanno salutato il Questore di Asti, Filippo Claudio Di Francesco, che a partire dal prossimo primo aprile verrà collocato a riposo.

Nell'occasione, tutti i presenti hanno riconosciuto la qualificata attività svolta dal Questore Di Francesco nel lungo periodo trascorso ad Asti, che, in virtù delle sue indiscutibili doti umane e professionali, ha consentito alla Polizia di Stato astigiana il raggiungimento di risultati operativi di valore unanimemente riconosciuto.

Il Prefetto Formicola, in particolare, ha manifestato i suoi personali sentimenti di stima e amicizia nei confronti del Questore e la sua riconoscenza per la leale e proficua collaborazione, per l'appoggio pieno e altamente qualificato e per la grande professionalità che ha caratterizzato, in questi anni, le sue funzioni di Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza a livello tecnico-operativo.

Analoghe espressioni sono pervenute da tutti i componenti il Comitato, che hanno, a loro volta, rivolto parole di apprezzamento per una carriera pluritrentennale, caratterizzata da rilevanti incarichi anche in altre realtà territoriali, e per un approccio di lavoro che, ad Asti, ha contribuito, in maniera costante e determinante, al perseguimento dell'interesse generale, testimoniando la concreta presenza delle Istituzioni sul territorio e il loro impegno nel garantire la sicurezza dei cittadini e la convivenza civile.

Al termine, il Prefetto, a nome di tutti i convenuti, ha formulato i migliori auguri al Questore Di Francesco per un futuro sempre più ricco di soddisfazioni, giusto coronamento del prezioso lavoro svolto come infaticabile servitore dello Stato.

 

 

Asti, 27 marzo 2018
 
Saluto del Prefetto Formicola al Questore Di Francesco
 
Pubblicato il :

 Safety e security: nell'astigiano è "gioco di squadra"

Nel pomeriggio di ieri, si è tenuto il secondo incontro formativo - informativo dal titolo " La gestione degli eventi pubblici alla luce delle recenti direttive del Ministero dell'Interno. Un gioco di squadra ", iniziativa, fortemente voluta dal Prefetto Paolo Formicola, che affronta questioni di rilevante interesse soprattutto per i comuni più piccoli e per gli enti organizzatori meno strutturati, impegnati nel percorso di pieno adeguamento alle disposizioni ministeriali impartite nell'estate scorsa.

L'incontro, tenutosi presso la sala consiliare del Comune di Costigliole d'Asti, con il patrocinio della Comunità delle colline tra Langa e Monferrato, si è rivolto ad amministratori e tecnici comunali, promotori di eventi e organizzazioni di volontariato, al fine di approfondire il tema dell'adozione di adeguati modelli organizzativi in caso di pubbliche manifestazioni, a tutela della sicurezza pubblica e della salvaguardia delle persone.

Oltre al Sindaco di Costigliole, che ha fatto gli onori di casa e ha assunto il ruolo di moderatore, apprezzati relatori dell'iniziativa - come già accaduto in occasione dell'analogo evento tenutosi lo scorso 1° dicembre presso la sala congressi del Comune di Isola d'Asti - sono stati il Capo di gabinetto della Prefettura, il Comandante del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Arma dei Carabinieri e il Vicecomandante provinciale dei Vigili del Fuoco. 

Nell'occasione, è stato illustrato il modello organizzativo condiviso in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica che, sino ad ora, ha consentito la realizzazione di tutti gli eventi pubblici programmati dalle Amministrazioni locali in un'adeguata cornice di sicurezza, a partire dal "Settembre astigiano", con il suo culmine rappresentato dal Palio di Asti, fino al "Capo d'Asti", con il concerto di fine anno della nota cantautrice Elisa, tenutosi nella prestigiosa cornice della centrale piazza Alfieri di Asti, alla presenza di circa quindicimila persone.

Il predetto modello, incentrato sul concetto di prevenzione collaborativa che presuppone una strettissima sinergia fra organizzatori, amministratori locali, Forze di polizia e Vigili del Fuoco, è finalizzato alla realizzazione di manifestazioni pubbliche più ordinate, più organizzate e migliori anche in termini di fruibilità per la cittadinanza, in un'ottica di continuità nell'organizzazione dei momenti di aggregazione pubblica, parte integrante della cultura, delle tradizioni, della storia e delle consuetudini sociali del Paese e del territorio astigiano, in particolare.

 L'iniziativa, che come già per il precedente incontro, ha suscitato il vivo interesse, l'apprezzamento e un animato dibattito della platea, ha costituto, secondo le dichiarazioni stampa rese dal Sindaco di Costigliole d'Asti, " un'occasione davvero importante per capire le disposizioni della direttiva ministeriale del 28.07.2017 e le sue applicazioni: molto utile per gli organizzatori delle diverse tipologie di eventi, fiere e manifestazioni di vario genere allestite ogni anno sul territorio."

Al fine di diffondere un'informazione capillare del modello di gestione degli eventi pubblici che investa tutti gli amministratori e operatori del settore attivi in provincia, è previsto che il ciclo di incontri sia riproposto anche in altre sedi territoriali.

 

 

Asti, 6 marzo 2018
Pubblicato il :

 
Torna su