Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Asti

NOTIZIE

 

 Prevenzione delle tossicodipendenze: studenti dell'Alfieri al "lavoro" in Prefettura

Nella settimana dal 5 al 9 febbraio 2018 la Prefettura di Asti accoglierà quattro studentesse del Liceo Classico "Vittorio Alfieri" per 40 ore di stage del percorso formativo "Alternanza Scuola Lavoro".

Le studentesse saranno inserite all'interno dell'Ufficio NOT - Nucleo Operativo Tossicodipendenze, che già da 5 anni è attivo nelle scuole secondarie di secondo grado (superiori) di Asti e Provincia con il progetto "Why NOT?", che  mira ad informare i ragazzi sulle conseguenze giuridico amministrative determinate dal possesso di sostanze stupefacenti per uso personale e a prevenire le tossicodipendenze.

Le ragazze, che hanno partecipato ad ottobre al progetto con le loro classi, saranno impegnate nella rielaborazione dei lavori realizzati dai loro compagni ed aiuteranno le tutor della Prefettura a modulare il progetto che in primavera entrerà per la prima volta nelle scuole secondarie di primo grado (scuola media), adattandolo al nuovo target.

Le studentesse torneranno in Prefettura a giugno per svolgere le restanti 40 ore di stage che completeranno l'esperienza formativa.

 

Palazzo del Governo, 31 gennaio 2018
Pubblicato il :

 Cerimonia del Giorno della Memoria

Nella mattinata odierna, presso il Teatro Alfieri di Asti,  si è tenuta la manifestazione che ha dato avvio alle iniziative programmate sul territorio per la ricorrenza del "Giorno della Memoria",  realizzata, come di consueto, dalla Prefettura, d'intesa con il Comune, la Provincia e l'Ufficio Scolastico Territoriale.

L'evento, che ha visto il Teatro Alfieri gremito, ha goduto del sostegno e della qualificata collaborazione dell'Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea di Asti, della scuola di danza Orsolina 28 di Moncalvo e della compagnia Teatro degli Acerbi.

All'iniziativa, presentata da Pierluigi Berta, con la collaborazione artistica di Patrizia Camatel e Aldo Delaude, hanno presenziato le Istituzioni provinciali, oltre ad una nutrita rappresentanza di studenti degli istituti primari e secondari di primo grado, intervenuti in circa duecentosettanta, in rappresentanza di diciannove classi appartenenti a nove scuole del territorio.

Proprio i più giovani, avvicendandosi sul palco, sono stati i protagonisti della giornata, grazie a una serie di allestimenti scenici a contenuto musicale e poetico di riflessione e approfondimento sugli orrori della Shoah, e, più in particolare, sul tema proposto alle scuole dall'Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea di Asti, quest'anno relativo a quanto, quotidianamente, avveniva nel campo boemo di Theresienstadt (conosciuto come "Terezín"), struttura di internamento e deportazione nota per una notevole presenza di bambini.

Particolarmente toccante anche il momento della consegna, da parte del Prefetto Formicola e del Sindaco Rasero, della Medaglia d'Onore conferita dal Presidente della Repubblica ai cittadini italiani, militari e civili, deportati e internati nei campi di concentramento nazisti, a Mery e Roberto Beccio, figli di Eugenio Beccio, internato nel campo di concentramento K.Z. 4° B di Halle (Germania), non più in vita.

La giornata è stata ulteriormente valorizzata grazie a tre esibizioni di danza classica e contemporanea, con protagonisti gli allievi della prestigiosa scuola Orsolina 28 di Moncalvo, che hanno saputo coinvolgere ed emozionare tutti i presenti scandendo, con l'eleganza dei loro balletti, i vari momenti dell'evento.

 

Asti, 25 gennaio 2018.
Pubblicato il 25/01/2018
Ultima modifica il 27/02/2018 alle 12:25:54

 Procedura di estrazione a sorte di revisori dei conti

Il giorno 19 gennaio prossimo alle ore 11,00 si terrà in Prefettura, in seduta pubblica, l'estrazione a sorte dei revisori dei conti dei comuni di Castelnuovo Don Bosco, Cerreto d'Asti, Isola d'Asti, Montaldo Scarampi, Montegrosso d'Asti, Pino d'Asti e Tonco.

La scelta verrà effettuata, con procedura informatizzata, nell'ambito degli iscritti nell'apposito elenco predisposto dal Ministero dell'Interno, in applicazione del regolamento ministeriale n. 23 del 15 febbraio 2012.

 

Asti, 17 gennaio 2018
Pubblicato il :

 Elezioni politiche del 4 marzo 2018. Provvedimenti in materia di comunicazione politica

Nella Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 8 dell'11 gennaio 2018  sono stati pubblicati il  provvedimento in data 9 gennaio 2018 della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi recante "Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi d'informazione relative alle campagne per le elezioni della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica fissate per il giorno 4 marzo 2018", nonché la delibera n. 1/18/Cons del 10 gennaio 2018 dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni avente analogo contenuto.

Si sottolinea la puntuale osservanza, da parte di tutti i soggetti interessati, delle prescrizioni contenute nei citati provvedimenti, come pure di ogni altra disposizione normativa in materia di parità di accesso agli spazi di propaganda sulla stampa quotidiana e periodica e sulla radiodiffusione sonora e televisiva.

 

Asti, 17 gennaio 2018

Pubblicato il :

 Cerimonia del Giorno della Memoria

Il 25 gennaio 2018, presso il Teatro Alfieri di Asti, a partire dalle ore 10.30, in occasione della ricorrenza del "Giorno della Memoria", il Prefetto di Asti, Paolo Formicola, unitamente al Sindaco di Asti, Maurizio Rasero, consegnerà ai figli di Eugenio Beccio, non più in vita, la Medaglia d'Onore conferita dal Presidente della Repubblica ai cittadini italiani, militari e civili, deportati e internati nei campi di concentramento nazisti destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra durante il secondo conflitto mondiale.

La cerimonia, come per gli anni scorsi, è realizzata dalla Prefettura, d'intesa con il Comune, la Provincia e l'Ufficio Scolastico Territoriale, grazie al sostegno e alla collaborazione, dell'ISRAT, della scuola di danza Orsolina 28 di Moncalvo e della compagnia Teatro degli Acerbi.

All'evento saranno presenti le Istituzioni cittadine e, come di consueto, una rappresentanza degli studenti delle scuole di Asti e provincia. Quest'anno, saranno i giovani delle scuole primarie a partecipare alla giornata con lavori ispirati a quanto avveniva quotidianamente nel campo boemo di Theresienstadt (conosciuto come "Terezín"), struttura di internamento e deportazione nota per una notevole presenza di bambini.

A corollario della cerimonia di consegna del riconoscimento presidenziale e della presentazione dei contributi dei ragazzi delle scuole primarie, tre significativi momenti di danza classica e contemporanea, con protagonisti gli allievi della prestigiosa scuola Orsolina 28 di Moncalvo, scandiranno i diversi momenti della manifestazione.

Nel quadro degli eventi organizzati sul territorio astigiano per la ricorrenza del Giorno della Memoria e del programma "Asti in concerto 2017-18" del Circolo Filarmonico Astigiano,   presso la Sala Pastrone del Teatro Alfieri, alle ore 21.15, Les Nuages Ensemble & Celeste Gugliandolo proporranno il reading teatrale accompagnato da sonorità klezmer e rom "Foto di gruppo con violino", e il giorno successivo, alle ore 10.30, Maria Teresa Milano & Ensemble Miskalè presenteranno la lezione concerto " La musica del popolo ebraico: il Klezmer e la canzone Yiddish ", performance già protagonista di un notevolissimo successo nel corso della cerimonia dello scorso anno.

 

Asti, 16 gennaio 2018.
Pubblicato il :

 Progetti di accoglienza di richiedenti protezione internazionale

Con decreto pubblicato il 28 dicembre 2017, il Ministro dell'interno ha approvato le graduatorie relative alle nuove proposte progettuali e alle richieste di prosecuzione dei progetti di accoglienza già attivati dagli Enti locali nell'ambito del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR).

Si registra con soddisfazione che i quattro progetti già presenti nella provincia di Asti sono stati ammessi alla prosecuzione per il triennio 2018/2020, prevedendo anche un significativo ampliamento dei posti disponibili. In particolare, il progetto del Comune di Asti passa da 44 a 69 posti, con un aumento di 25 unità; il progetto del Comune di Chiusano d'Asti passa da 39 a 45 posti, con un aumento di 6 unità; il progetto del Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale CISA Asti Sud passa da 25 a 50 posti, raddoppiando la capienza. Proseguirà invariato per il prossimo triennio il progetto dell'Unione dei Comuni Comunità Collinare Alto Astigiano, con 25 posti.

In totale, il sistema SPRAR della provincia di Asti metterà a disposizione, nei prossimi tre anni, 189 posti in luogo degli attuali 133, con un aumento di circa il 42%. Lo sforzo posto in essere dalle Amministrazioni locali è pienamente coerente con il Piano nazionale condiviso dal Ministero dell'interno e dall'ANCI, che prevede la graduale riduzione dei posti di accoglienza straordinaria a fronte del graduale ampliamento della capienza dei progetti ordinari facenti capo allo SPRAR, allo scopo di rendere sempre più diffusa e sostenibile l'accoglienza dei cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale presenti in Italia.

Altra notizia positiva è l'avvio dell'attuazione concreta del protocollo di intesa finalizzato ad assicurare adeguati livelli di integrazione dei richiedenti asilo, sottoscritto il 27 luglio 2017 dal Prefetto, dai Sindaci di Castello di Annone, Azzano d'Asti, Castagnole Monferrato, Cerro Tanaro, Refrancore e Rocchetta Tanaro e dal Comitato di Asti della Croce Rossa Italiana.

Dopo un periodo di formazione iniziale dei "volontari civici", cittadini stranieri ospitati nel Centro polifunzionale CRI di Castello di Annone, a partire dall'inizio dello scorso dicembre è iniziato l'impiego concreto delle squadre che, sotto la regia della Croce Rossa, hanno effettuato lavori di pulizia e piccola manutenzione in aree pubbliche, nel territorio di tutti i Comuni firmatari, con cadenza regolare, riscuotendo il sincero apprezzamento degli Amministratori locali e della cittadinanza.

 

Palazzo del Governo, 10 gennaio 2018
Pubblicato il :

 Elezioni politiche del 4 marzo 2018. Istruzioni per la presentazione delle candidature

In occasione delle prossime elezioni politiche, il Ministero dell'Interno ha predisposto le pubblicazioni contenenti le istruzioni per la presentazione e l'ammissione delle candidature.
Le pubblicazioni hanno lo scopo di facilitare le operazioni preparatorie alle elezioni politiche del 4 marzo prossimo considerate le innovazioni introdotte dalla nuova legge elettorale (legge 3 novembre 2017, n.165, Modifiche al sistema di elezione della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica).

 

Asti, 10 gennaio 2018
Pubblicato il 10/01/2018
Ultima modifica il 17/01/2018 alle 09:26:11

 Commissariamento del comune di Cinaglio

Con le dimissioni rassegnate in data 8 e 9 gennaio 2018 da sette consiglieri comunali, si sono creati i presupposti previsti dagli artt.38, comma 8, e 141, comma 1, lett. b) nr. 4 del D. Lgs. nr. 267 del 18.8.2000, per lo scioglimento del Consiglio Comunale di Cinaglio. 

Il Prefetto Paolo Formicola ha quindi immediatamente provveduto a proporre al Ministero dell'Interno lo scioglimento del predetto Organo consiliare.

In attesa del Decreto presidenziale di scioglimento, al fine di garantire il corretto e completo funzionamento del Comune nell'interesse della collettività locale, si è proceduto alla sospensione del Consiglio Comunale, con contestuale nomina di un Commissario Prefettizio per la provvisoria gestione dell' Ente nella persona del   Funzionario Economico Finanziario dr. Paolo Mastrocola, al quale sono stati attribuiti, ai sensi della vigente normativa, i poteri spettanti al Sindaco, al Consiglio ed alla Giunta.

 

 

Asti, 10 gennaio 2018
Pubblicato il :

 Sottoscrizione del protocollo di intesa per l'attivazione del progetto "controllo di vicinato" fra Prefettura e Comune di Asti

Nella mattinata odierna, presso la Prefettura di Asti, è stato sottoscritto dal Prefetto Paolo Formicola e dal Sindaco di Asti Maurizio Rasero, alla presenza del Questore, dei Comandanti dell'Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale, un protocollo di intesa per l'attivazione del progetto "controllo di vicinato", allo scopo di incrementare le condizioni di sicurezza del capoluogo - e, in primo luogo, delle frazioni cittadine (le cosiddette "ventine", già comuni autonomi) - valorizzando percorsi di cittadinanza attiva, di partecipazione diretta alla cura del territorio e di coesione sociale.

L'iniziativa si innesta nel più ampio quadro di interventi concordati per incrementare i livelli di sicurezza urbana delineati dal decreto-legge n. 14 del 2017 e, più in particolare, nella strategia condivisa nella seduta del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica del 18 dicembre scorso per il miglioramento dei livelli di sicurezza e per incidere positivamente sulle situazioni di degrado e illegalità del Capoluogo.

Come evidenziato durante l'incontro di oggi, il progetto "controllo di vicinato" intende contribuire all'attività di prevenzione generale e di controllo del territorio, istituzionalmente svolta dalle Forze di Polizia, implementando, in un'ottica di leale collaborazione fra Stato e Enti locali e di sicurezza integrata e partecipata, le tradizionali linee di intervento a tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica, mediante la valorizzazione di forme di controllo sociale su comportamenti ritenuti sospetti, al fine di prevenire i fenomeni criminosi e, in particolare, i furti nelle abitazioni.

In tale ottica, nel promuovere un modello realmente sinergico attraverso formule e modalità di reciproca attenzione e vicinato solidale, prevede l'istituzione di appositi gruppi di cittadini volontari che svolgeranno, esclusivamente, un'attività di osservazione riguardo a fatti e circostanze che accadono nella propria zona di residenza (ad esempio, passaggi ritenuti sospetti di veicoli o di persone, allarmi, rumori, ....). Eventuali informazioni di interesse raccolte nell'ambito di tale attività verranno trasmesse ai coordinatori dei gruppi, preventivamente individuati dai comuni e appositamente formati, per il successivo inoltro alle Forze di polizia. 

Il protocollo, ha evidenziato il Prefetto, ha lo scopo di formalizzare e definire adeguatamente un'attività che si svolge tradizionalmente e in maniera talvolta spontanea in svariate realtà locali, garantendo, mediante la preventiva definizione di regole condivise e di una "rete" di contatti con le Forze dell'ordine, la circolarità delle informazioni raccolte dai gruppi di controllo del vicinato e la capacità delle Istituzioni di rispondere tempestivamente alle esigenze di sicurezza dei cittadini.

 

Asti, 9 gennaio 2018 
Pubblicato il :

 Elezioni politiche del 4 marzo 2018. Voto dei cittadini residenti all'estero.

In occasione delle prossime elezioni politiche, gli elettori residenti all'estero esercitano nell'occasione il proprio voto per corrispondenza per eleggere i propri rappresentanti in Parlamento, scegliendoli tra i candidati che si presentano nella propria ripartizione della circoscrizione Estero.
Essi hanno anche la facoltà di optare per il voto in Italia; in tal caso devono presentare apposita domanda all'ufficio consolare competente entro l'8 gennaio 2018.
L'istanza può essere consegnata a mano oppure trasmessa per posta,  
Si allega un apposito modello di opzione che può essere utilizzato dai suddetti elettori che desiderano tornare in Italia per votare per le elezioni politiche.
Maggiori informazioni possono essere richieste agli uffici elettorali comunali.

 

Asti, 3 gennaio 2018
Pubblicato il 03/01/2018
Ultima modifica il 10/01/2018 alle 18:20:05

 'Capo d'Asti 2018" ... Concerto di Elisa

In relazione a "Capo d'Asti 2018" - Concerto di Elisa che ha aperto il nuovo anno nella Città di Asti, il Prefetto Paolo Formicola intende rivolgere un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno lavorato con impegno, dedizione e sacrificio per consentire il sereno svolgimento della manifestazione, fortemente voluta dall'Amministrazione comunale, che ha portato migliaia di persone a vivere Piazza Alfieri e il centro storico cittadino nell'ambito di un evento musicale, per dimensioni e rilevanza, mai verificatosi prima in questa provincia.
La preparazione e l'approfondimento degli aspetti di sicurezza generale e di incolumità dei partecipanti e dei cittadini ("security" e "safety"), secondo le recenti indicazioni ministeriali in materia, sono stati esaminati in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica e hanno anche richiesto riunioni di coordinamento in Prefettura e diversi tavoli tecnici in Questura, fino alle valutazioni tecniche di competenza della Commissione Provinciale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo presso la Prefettura, che ha effettuato due sedute preliminari nelle settimane precedenti l'evento e l'ultimo sopralluogo nella giornata del 31 dicembre.
Tutte le componenti coinvolte hanno dato prova di elevate professionalità e capacità di lavorare insieme per l'interesse generale, sia nella fase preparatoria che in quella attuativa della complessa progettazione posta in essere, per cui il plauso va rivolto alle Forze di Polizia, ai Vigili del Fuoco, al Comune - in particolare alla Polizia municipale e al Settore Cultura -, all'A.S.L., al Servizio emergenza sanitaria 118, alla Croce Rossa Italiana e alla Croce Verde di Asti, ai componenti tecnici della Commissione di Vigilanza e, in ultimo ma non per ultimo, al Consorzio per la tutela dell'Asti e alla società Collisioni che hanno curato l'organizzazione del concerto.
La piena riuscita di "Capo d'Asti 2018" dimostra, qualora ce ne fosse bisogno, che l'impegno sinergico tra Amministrazioni statali e locali e tra organismi pubblici e privati, in uno spirito di leale e proficua collaborazione e di integrazione delle responsabilità, costituisce la migliore e più efficace risposta alle determinanti esigenze di sicurezza, che non devono far venire meno, in nessuna occasione, la serenità e la voglia di aggregazione delle nostre comunità.

 

Asti, 1 gennaio 2018
Pubblicato il :

 
Torna su