Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Asti

NOTIZIE

 

 Cerimonia di consegna delle onorificenze 'Al Merito della Repubblica Italiana"

Nella mattinata odierna, si è svolta la cerimonia di consegna delle onorificenze "Al Merito della Repubblica Italiana", conferite dal Capo dello Stato a quattro benemeriti cittadini astigiani.

L'evento, tenutosi alla presenza delle Autorità religiose, civili e militari del territorio, ha avuto luogo - grazie alla disponibilità del Sindaco di Asti, Maurizio Rasero - nella prestigiosa cornice della Sala del Podio di Palazzo Alfieri.

La consegna dei diplomi è stata effettuata dal Prefetto Paolo Formicola, dai Sindaci dei comuni di residenza degli insigniti, Maurizio Rasero per Asti, Francesca Capellino per Buttigliera d'Asti, Ambrogio Spiota per Monastero Bormida, da Paolo Borgnino, Vice Sindaco di Baldichieri, e, per un insignito, appartenente alla Guardia di Finanza, anche dal Comandante Provinciale del Corpo, Col. Fabio Canziani.

I neo Cavalieri dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana sono il Sig. Livio Gramaglia, già coltivatore diretto nella storica impresa di famiglia, e il Cap. Dott. Roberto Ravazza, Ufficiale della Guardia di Finanza attualmente Capo Ufficio Comando del Nucleo di Polizia Tributaria di Torino.

Nell'occasione, è stato altresì insignito dell'Onorificenza di Ufficiale il Sig. Vincenzo Soverino - Consigliere nazionale dell'A.I.S.L.A. (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), Cavaliere dell'Ordine dal 2013 - e di quella di Grande Ufficiale il Prof. Giorgio Calabrese, notissimo medico nutrizionista, Presidente del Comitato Nazionale Sicurezza Alimentare, del Comitato Scientifico Nazionale Alimenti Origine Animali e del Dipartimento Ricerca Scientifica della Fondazione internazionale Luigi Einaudi, già membro dell'Authority Europea della Sicurezza Alimentare.

La Cerimonia è stata altresì occasione per il tradizionale scambio degli auguri per le imminenti festività.

 

Asti, 19 dicembre 2017
Pubblicato il 19/12/2017
Ultima modifica il 10/01/2018 alle 10:11:23

 Riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica

Nel pomeriggio odierno si è tenuta in Prefettura una seduta del Comitato Provinciale per l'Ordine e la sicurezza pubblica, presieduta dal Prefetto Paolo Formicola, nel cui ambito è stato approfondito il tema della sicurezza pubblica nella città di Asti.

Alla riunione hanno preso parte, oltre ai rappresentanti delle Forze di Polizia, il Sindaco di Asti Dott. Maurizio Rasero, il Vice Sindaco Marcello Coppo e gli Assessori alla Sicurezza Andrea Giaccone, ai Servizi Sociali Mariangela Cotto e alle Manifestazioni Elisa Pietragalla.

L'incontro è stato l'occasione per un approfondita disamina dei temi della sicurezza e dell'illegalità nel Capoluogo, allargando lo sguardo anche a situazioni di degrado.

Durante la riunione sono state individuate le seguenti iniziative per il miglioramento della sicurezza e per incidere sulle situazioni di degrado nel Capoluogo:

  • Intensificazione, nell'ambito del Piano coordinato di controllo del territorio, dei servizi di vigilanza e pattugliamento, con incremento dei passaggi e numero degli equipaggi nelle aree maggiormente critiche della città;
  • Predisposizione di servizi interforze, a cadenza periodica per un trimestre, finalizzati a contrastare il degrado provocato da prostituzione e accattonaggio;
  • Prossima sottoscrizione del "protocollo per il controllo del vicinato" tra il Comune di Asti e la Prefettura per promuovere la partecipazione attiva dei cittadini nella segnalazione di situazioni sospette o anomale, in particolare nelle zone frazionali.
  • Diffusione del vademecum predisposto dal Comitato per la prevenzione delle truffe finanziarie che reca utili informazioni, rivolte in particolare alla popolazione anziana, per fronteggiare le truffe in strada o a domicilio, mediante incontri di rappresentanti delle Forze di Polizia con i cittadini, specialmente nelle frazioni;
  • Costituzione di una "task force" per affrontare situazioni di degrado urbano ed illegalità, partecipata da Rappresentanti delle Forze di Polizia e del Comune di Asti, integrabile all'occorrenza con altri Enti interessati;
  • "Zonizzazione" del territorio urbano, a cura del Comune di Asti, ai fini dell'applicazione delle misure previste dal Decreto Legge 14/2017 (c.d. "daspo urbano").


    Asti, 18 dicembre 2017 
Pubblicato il :

 Realizzazione di progetti finanziati con il F.A.M.I. ed istituzione di nuovi centri di accoglienza

Nella mattinata di giovedì 7 dicembre 2017 il Prefetto Paolo Formicola, unitamente ai Funzionari della Prefettura e della Questura, ha incontrato la responsabile del "Regional Focal Point" per il Piemonte della "Rete Ritorno Volontario Italia - RE.V.ITA." Federica De Stefani.
La dott.ssa de Stefani ha illustrato il progetto, co-finanziato dall'Unione Europea attraverso il Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione - F.A.M.I., che ha lo scopo di promuovere l'accesso ai programmi di ritorno volontario assistito e di reintegrazione nei Paesi di origine dei cittadini stranieri non comunitari presenti in Italia. Il "Focal Point", d'intesa con la Prefettura, effettuerà una mirata e capillare campagna informativa finalizzata alla più ampia diffusione di uno strumento ancora poco utilizzato, che consente agli stranieri che non hanno reali prospettive di integrazione in Italia o in Europa, o la cui permanenza diventerebbe irregolare in base alle vigenti normative, di ricevere un aiuto concreto e fruire di un programma individuale per il viaggio di ritorno e per il reinserimento sociale nel proprio Paese.
Nella giornata odierna è pervenuta anche la notizia dell'approvazione da parte del Ministero dell'interno, in qualità di Autorità nazionale responsabile, di un nuovo progetto proposto dalla Prefettura, denominato "In.Contr.Asti", finanziato con il F.A.M.I. e finalizzato ad ampliare e approfondire le attività di monitoraggio dei centri di accoglienza straordinaria per cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale. Il progetto prevede, in particolare, il coinvolgimento delle professionalità di enti esterni per definire e predisporre strumenti e metodi di rilevazione della qualità dei servizi di accoglienza e analisi preliminari dei relativi contesti locali.
A tale riguardo, si ritiene utile sottolineare che, allo scopo di garantire un miglior livello di sostenibilità e diffusione nel territorio provinciale delle attività di accoglienza, nel secondo semestre del 2017 sono stati istituiti in diversi Comuni sei nuovi centri straordinari, l'ultimo dei quali, all'inizio di dicembre, in Rocca d'Arazzo. In tutte le strutture è stato fissato un numero di presenze graduale e compatibile con la realtà sociale di ogni Comune interessato, anche al fine di poter avviare proficue attività di integrazione mediante il volontariato civico degli stranieri e la partecipazione degli stessi a corsi di formazione professionale e tirocini aziendali. È prevista a breve l'attivazione di altri centri di accoglienza, previ contatti e intese con gli Amministratori dei Comuni che verranno coinvolti.

Asti, 7 dicembre 2017

Pubblicato il :

 Procedura di estrazione a sorte di revisori dei conti

Il giorno 14 dicembre prossimo alle ore 11,00 si terrà in Prefettura, in seduta pubblica, l'estrazione a sorte dei revisori dei conti dei comuni di Buttigliera d'Asti, Castello di Annone e Mombercelli.
La scelta verrà effettuata, con procedura informatizzata, nell'ambito degli iscritti nell'apposito elenco predisposto dal Ministero dell'Interno, in applicazione del regolamento ministeriale n. 23 del 15 febbraio 2012.

 

Asti, 7 dicembre 2017
Pubblicato il :

 Differimento del termine di approvazione dei bilanci di previsione degli Enti locali

Il Ministro dell'Interno, con decreto del 29 novembre scorso, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 285 del 6 dicembre 2017, ha stabilito che il termine di approvazione del bilancio di previsione 2018/2020 da parte degli Enti locali è differito al 28 febbraio 2018.

 

Asti, 7 dicembre 2017

Pubblicato il :

 
Torna su