Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Asti

NOTIZIE

 

 Approvazione dei bilanci di previsione degli Enti locali

Il Ministro dell’Interno, con decreto del 19 dicembre 2013, ha stabilito, d’intesa con la Conferenza Stato-città ed autonomie locali, che il termine di approvazione del bilancio di previsione degli Enti locali per l’anno 2014 è differito al 28 febbraio 2014 .

 

Asti, 30 dicembre 2013
Pubblicato il :

 Sottoscritto ad Asti l’accordo per l’attuazione delle sessioni di formazione civica e di informazione per i Cittadini stranieri

Il 19 dicembre è stato sottoscritto ad Asti dal Prefetto Pierluigi Faloni, dal Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale Alessandro Militerno e dal Direttore delle Politiche Sociali e delle Politiche per la Famiglia della Regione Piemonte Raffaella Vitale l’Accordo per l’attuazione delle sessioni di formazione civica e di informazione per i Cittadini stranieri.
 
L’accordo integra il protocollo firmato il 20 marzo 2013 dal Prefetto e dal Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale in materia di formazione degli stranieri, prevedendo in particolare che – secondo le disposizioni emanate dal Ministero dell’Interno – le competenze finanziarie per le sessioni di formazione civica ed informazione erogate dalle Scuole sedi di Centri territoriali permanenti per l’istruzione in età adulta, che si svolgeranno nel primo semestre 2014, saranno a carico della Regione nell’ambito del progetto “Petrarca 3”, finanziato con i fondi del Fondo europeo per l’integrazione dei Cittadini di Paesi terzi.

 

Palazzo del Governo, 20 dicembre 2013
Pubblicato il :

 Consegna delle onorificenze dell’O.M.R.I.

Nella mattinata dell’11 dicembre, il Prefetto di Asti dr. Pierluigi Faloni ha consegnato le onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” a dieci cittadini benemeriti residenti in questa provincia.
 
La consegna dei diplomi è stata effettuata dal Prefetto unitamente ai Sindaci dei Comuni di residenza degli insigniti, al Vescovo di Asti Mons. Francesco Ravinale, al Procuratore Capo della Repubblica di Asti Cons. Dott. Giorgio Vitari, alle Autorità religiose, civili e militari del territorio e ai Rappresentanti della Regione Piemonte e degli Enti Pubblici provinciali.

Grazie alla disponibilità della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, la cerimonia si è svolta nel prestigioso Palazzo Mazzetti, sede dei Musei Civici del Capoluogo.

 
Asti, Palazzo del Governo 12 dicembre 2013
 
 
  
 
  
 
 
  
    
  
  onorificenze O.M.R.I. 2013
  onorificenze O.M.R.I. 2013   onorificenze O.M.R.I. 2013
  onorificenze O.M.R.I. 2013   onorificenze O.M.R.I. 2013
 
 
 
 
Pubblicato il :

 Progetto “Why NOT?”

Venerdì 6 dicembre 2013, presso l’ Istituto Professionale Statale “Giovanni Penna” di Asti, ha preso il via il progetto “Why NOT?” ideato e realizzato dall’Ufficio NOT (Nucleo Operativo Tossicodipendenze) della Prefettura di Asti.
Il progetto trae spunto dall’operatività quotidiana ed è stato pensato per fornire agli studenti uno spazio informativo inerente la normativa sulle tossicodipendenze nonché le condotte sanzionate dal Codice della Strada per il consumo di sostanze psicoattive; la finalità più ampia è quella di promuovere un confronto sul tema della legalità uscendo dall’autoreferenzialità delle istituzioni per incontrare i ragazzi nelle scuole e aiutarli a riflettere su una condotta pericolosa prima che venga messa in atto, in un’ottica di prevenzione primaria.
Appare importante confrontarsi con loro, accogliere le loro curiosità, le loro perplessità e, perché no (why not?), anche le loro provocazioni, per ridurre le distanze e contestualmente fornire un’informazione esaustiva e corretta, non fatta di luoghi comuni e “leggende metropolitane”.
Inoltre il tema dibattuto può anche essere uno spunto per arrivare a trattare aspetti più ampi, sia individuali come l’autodeterminazione e la responsabilità personale, sia collettivi quali il rispetto delle regole e delle norme sociali.
Il progetto “Why not?” è stato inserito nel catalogo formativo dell’Ufficio Istruzione del Comune di Asti relativo all’anno scolastico 2013-2014 e, ad oggi, hanno aderito quattro istituti professionali (Penna e Castigliano di Asti e relative sedi succursali di San Damiano e Castelnuovo Don Bosco) con la partecipazione complessiva di 30 classi per un totale di circa 700 allievi.
Referenti del progetto sono le Assistenti Sociali Patrizia Maria Binello e Federica Zoin che, per informazioni ed eventuali adesioni, possono essere contattate al n. 0141 418740.

Asti, 09/12/2013
Pubblicato il :

 Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica

Si è svolta oggi, presso la Sala del Consiglio della Provincia, una riunione del Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, alla quale hanno partecipato il Prefetto Dr. Pierluigi Faloni, il Commissario Straordinario dell’Amministrazione Provinciale Dr. Alberto Ardia, il Questore di Asti Dr. Filippo Claudio Di Francesco , il Comandante Provinciale dei Carabinieri T. Col. Fabio Federici, per il Comando Provinciale Guardia di Finanza il T. Col. Domenico Oliveto, il Comandante Provinciale f.f. del Corpo Forestale dello Stato Dr.ssa Chiara Arnaudo, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco Dr. Francesco Orrù, l’Assessore Mario Sorba in rappresentanza del Comune di Asti, il Dr. Riccardo Saracco Comandante della Polizia Municipale di Asti ed i Sindaci della Provincia con i relativi rappresentanti delle Polizie Locali.
L’iniziativa di riunire tutti i Sindaci nell’incontro odierno, fa seguito a quella avviata, sin dal settembre 2011, con la quale sono stati organizzati i Comitati per l’ordine e la sicurezza pubblica in forma itinerante.
Si è in tal modo spostata sul territorio dell’intera provincia la sede ove Sindaci, Prefetto, rappresentanti della Provincia e Forze di Polizia si sono confrontati per condividere esperienze, problematiche, iniziative e proposte e trovare soluzioni pragmatiche volte non solo a far fronte alle necessità del momento, ma soprattutto per avviare strategie comuni d’azione nel rispetto dei singoli ruoli, funzioni e competenze in uno spirito di massima e leale collaborazione.
Il Prefetto ha aperto i lavori del Comitato evidenziando e mettendo a fattor comune le esperienze maturate nel corso degli 11 Comitati svolti con i citati Sindaci. Ha poi ricordando le tematiche che sono state oggetto di confronto e discussione durante gli incontri, con particolare riferimento al Patto di Stabilità, ai trasferimenti erariali, alle attività di protezione civile, ai problemi connessi alla rete stradale provinciale, ai trasporti, allo smaltimento abusivo e abbandono dei rifiuti, alle problematiche connesse all’aumento di presenza di ungulati nelle campagne, alla sicurezza e al disagio avvertito dai cittadini a fronte di un aumento dei reati predatori ed in particolare dei furti in appartamento e nei cascinali.
Unanime è stata la considerazione che la crisi economica ha rappresentato e rappresenta ancora il principale scoglio da superare e che ha portato con sé molte situazioni di disagio, quali la mancanza o la precarietà del lavoro, l’aumento della diseguaglianza tra cittadini , il peggioramento della qualità della vita ed una caduta dei valori . Tutti, questi, fattori che hanno inciso ed incidono notevolmente sul senso di insicurezza dei cittadini stessi.
E’ stata condivisa dai Sindaci l’utilità dell’esperienza della creazione di una rete tra le Istituzioni che operano sul territorio, per ottimizzare, in un momento di scarsa disponibilità di risorse, gli strumenti disponibili allo scopo di garantire il mantenimento dei servizi e rendere più efficiente l’azione di prevenzione.
In particolare è stata sottolineata l’importanza che, in tale quadro, assume il nuovo sistema di sicurezza condivisa e partecipata, nel quale tutti i cittadini sono sensibilizzati a collaborare con le Forze di Polizia segnalando reati e situazioni sospette in un clima di reciproca fiducia.
Il Signor Prefetto ha, infine, informato tutti i presenti sull’andamento della delittuosità nella Provincia, evidenziando come a fronte di un aumento dei reati predatori, si registra anche un aumento delle persone arrestate e denunciate.
Inoltre, si è fatto riferimento ad alcune iniziative avviate sul territorio per la prevenzione, il controllo e il contrasto alla criminalità, quali la “Campagna Informativa Antitruffe” per gli anziani, le nuove modalità operative di controllo del territorio e l’intensificazione dell’uso delle misure di prevenzione da parte dei competenti organi.
Da ultimo ha evidenziato che prossimamente si procederà alla firma di un nuovo Patto per Asti Sicura, dove sono previsti, tra l’altro, interventi di formazione degli Operatori di Polizia Locale, educazione alla legalità, prevenzione generale e miglioramento del sistema cittadino di videosorveglianza, non appena la Regione formalizzerà la sua adesione.
 
Asti, 6 dicembre 2013
 
   
C.P.O.S.P. 6 dicembre 2013   C.P.O.S.P. 6 dicembre 2013
   
Pubblicato il :

 Incontro con il Presidente della Sezione di Asti dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato

In occasione della ricorrenza del quarantaquattresimo anno di costituzione dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato, il Prefetto di Asti Dr. Pierluigi Faloni ha incontrato il dr. Tullio Dezzani, Presidente della Sezione di Asti dell’Ente.
 
 
Asti, 4 dicembre 2013

 
 
 
 
 
Pubblicato il :

 
Torna su