Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Asti

NOTIZIE

 

 Protocollo d’intesa - I richiedenti asilo ospitati nelle strutture di accoglienza di Asti e provincia potranno svolgere attività di volontariato a favore delle comunità che li ospitano

Il 26 febbraio 2015, alle ore 12.30, il Vice Prefetto Reggente, Dott. Paolo Ponta ed il Presidente della Provincia nonché Sindaco del Capoluogo, Avv. Fabrizio Brignolo, hanno firmato il Protocollo d’intesa che consentirà ai richiedenti asilo ospitati nelle strutture di accoglienza di Asti e provincia di svolgere attività di volontariato a favore delle comunità che li ospitano. Erano presenti anche alcuni Sindaci dei Comuni nei quali sono presenti strutture di accoglienza per i migranti richiedenti asilo.
L’iniziativa è rivolta ai due grandi destinatari: i richiedenti asilo e la collettività ospitante. 
Si intende così sviluppare la formazione di una coscienza della partecipazione attraverso la graduale conoscenza del contesto sociale nel quale i migranti si trovano a vivere, ma nel contempo si vuole trasmettere ai cittadini il messaggio che non si profondono a vuoto le risorse che, pure, lo Stato italiano è tenuto a sostenere in quanto firmatario di convenzioni internazionali a tutela dei richiedenti asilo.
Premesso che per i primi sei mesi di permanenza non è consentita dalla legge al richiedente asilo alcuna attività lavorativa, il protocollo prevede la libera adesione del migrante ad un ente od organismo di volontariato, con l’impegno di rendere una o più prestazioni personali, volontarie e gratuite, individualmente o in gruppi, per il perseguimento delle finalità di carattere sociale, civile e culturale dell’organizzazione cui aderisce e secondo le indicazioni del Comune ospitante.
Il Sindaco del Comune ospitante individuerà, in sinergia con l’associazione e/o organizzazione interessate, i servizi di volontariato che potranno essere svolti dai cittadini stranieri.
Ai migranti che aderiranno alla proposta sarà garantita la formazione necessaria e fornita l’attrezzatura per l’esercizio delle attività. 
Le attività saranno individuate fra quelle di carattere civile e dei servizi alla collettività che non richiedono particolare specializzazione.
Il protocollo d’Intesa sarà portato a conoscenza degli Enti gestori delle strutture di accoglienza e  aperto all’adesione dei Sindaci che ne faranno richiesta, aprendo così il territorio a una esperienza che possa creare le condizioni di una fruttuosa e pacifica convivenza.

Asti, 26 febbraio 2015

Protocollo d'intesa - Richiedenti asilo come volontari   Protocollo d'intesa - Richiedenti asilo come volontari  
  Protocollo d'intesa - Richiedenti asilo come volontari   Protocollo d'intesa - Richiedenti asilo come volontari
  Protocollo d'intesa - Richiedenti asilo come volontari  
Pubblicato il :

 Procedura di estrazione a sorte di revisori dei conti

Il giorno 26 febbraio  prossimo alle ore 11, si terrà in Prefettura, in seduta pubblica, l’estrazione a sorte del revisore dei conti dei comuni di Cessole, Roccaverano e Villafranca d'Asti, che hanno comunicato la scadenza dell’incarico del proprio organo di revisione.

La scelta verrà effettuata, con procedura informatizzata, nell’ambito degli iscritti nell’apposito elenco predisposto dal Ministero dell’Interno, in applicazione del regolamento ministeriale n. 23 del 15 febbraio 2012.

 

Asti, 19 febbraio 2015

Pubblicato il :

 
Torna su