Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ascoli Piceno

NOTIZIE

 

 Iscrizione albo collegio professionale tecnici sanitari di radiologia medica di Ancona e Ascoli Piceno dei Dr.Ferdinando Casaburo e Dr.Gianluca Laurenzi.

Il Consiglio direttivo del Collegio Professionale  Tecnici Sanitari di Radiologia Medica di Ancona e Ascoli Piceno rispettivamente nelle riunioni del 21 marzo e 28 aprile u.s. ha provveduto alla iscrizione al propiro Albo del Dott.Ferdinando Casaburo e del Dott.Gianluca Laurenzi.
Pubblicato il :

 Prefettura di Ascoli Piceno - Fatturazione elettronica.

Si comunica che a partire dal 6 giugno 2014 entrerà in vigore l’obbligo della fattura elettronica, pertanto la Prefettura di Ascoli Piceno non potrà più accettare fatture emesse o trasmesse in formato cartaceo
       Inoltre nei tre mesi decorrenti dalla medesima data, non si potrà procedere al pagamento, neppure parziale, degli importi dovuti fino alla ricezione del documento contabile in formato elettronico. 
       La documentazione tecnica, le modalità di trasmissione e i servizi di supporto e assistenza sono disponibili su sito http://www.fatturapa.gov.it/export/fatturazione/it/index.htm , dedicato esclusivamente alla fatturazione elettronica verso le Amministrazioni pubbliche. 
       Il Codice Univoco della Prefettura di Ascoli Piceno è HD3095 .
Pubblicato il :

 ELENCO DEI MEZZI GIACENTI PRESSO LE DEPOSITERIE AUTORIZZATE DI ASCOLI PICENO E FERMO

Nella sezione Amministrazione Trasparente, seguendo il percorso: DISPOSIZIONI GENERALI - PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' - sono stati pubblicati i dati riferiti agli elenchi dei mezzi giacenti presso le depositerie autorizzate, ai sensi dell'art. 8 D.P.R. 29.07.1982 N. 571, sia per la Provincia di Ascoli Piceno che per quella di Fermo.
Pubblicato il :

 Attuazione della Direttiva 2011/98/UE - Procedura unica di domanda per il rilascio di un permesso unico lavoro/soggiorno cittadini Paesi Terzi.

Si comunica che è disponibile, sul sito del Ministero dell’Interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione, il decreto legislativo n. 4 marzo 2014, n. 40 concernente: “attuazione della Direttiva 2011/98/UE relativa alla procedura unica di domanda per il rilascio di un permesso unico che consente ai cittadini di Paesi terzi di soggiornare e lavorare nel territorio di uno Stato membro ed a un insieme comune di diritti per i lavoratori di Paesi terzi che soggiornano regolarmente in uno Stato membro”.
Pubblicato il :

 ACCORDO 2014 - disciplina della campagna elettorale.

Accordo disciplina dello svolgimento della campagna elettorale.
Pubblicato il 16/04/2014 ultima modifica il 16/04/2014 alle 17:01:16

 Flussi d'ingresso stagionali 2014 - al via la precompilazione on line delle domande.

Dalle ore 9 del 4 aprile u.s. è possibile precompilare le domande di nulla osta all'assunzione di lavoratori non comunitari per lavoro stagionale e altre tipologie per l'anno 2014.La procedura di compilazione dei moduli è interamente on line, accessibile dal portale del Ministero dell’Interno (www.interno.it) all'indirizzo web https://nullaostalavoro.interno.it/Ministero/index2.jsp -
L'invio delle domande, invece, sarà possibile, sempre on line, attraverso lo stesso applicativo, dalle ore 8 del giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta ufficiale del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 marzo 2014 relativo alla “programmazione transitoria dei flussi d’ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro stagionale ed altre categorie nel territorio dello Stato per l’anno 2014 “. Il decreto, già registrato alla Corte dei Conti, è in corso di pubblicazione sulla G.U.
Tutte le informazioni sulla procedura di compilazione e sulle disposizioni del D.P.C.M. sono contenute nella circolare congiunta
Ministero dell'Interno-Ministero del Lavoro e Politiche Sociali (circolare 3 aprile 2014, n.2458).
Il decreto flussi stagionali 2014 prevede una quota massima di ingressi in Italia di 15.000 lavoratori non comunitari residenti all'estero, per lavoro subordinato , stagionale ed altre categorie.
I lavoratori ammessi saranno ripartiti tra le regioni e le province autonome dal Ministero del Lavoro.
I Paesi di provenienza sono: Albania, Algeria, Bosnia-Herzegovina, Egitto, Repubblica delle Filippine, Gambia, Ghana, Giappone, India, Kosovo, Repubblica ex Jugoslava di Macedonia, Marocco, Mauritius, Moldavia, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Ucraina, Tunisia.
Dei 15.000 ingressi ammessi, il decreto ne riserva 3.000 per lavoratori non comunitari provenienti dagli stessi Paesi che siano entrati in Italia per prestare lavoro subordinato stagionale per almeno 2 anni consecutivi e per i quali il datore di lavoro presenti richiesta di nulla osta pluriennale sempre per lavoro subordinato stagionale.
Anticipazione quota di ingresso lavoratori non comunitari per lavoro non stagionale-anno 2014.
A titolo di anticipazione della quota di ingresso di lavoratori non comunitari per motivi di lavoro non stagionale per il 2014, il provvedimento prevede che siano ammessi, in via di programmazione transitoria, 2.000 cittadini dei Paesi non comunitari che partecipano all’Esposizione Universale di Milano del 2015 (Paesi definiti in base all'accordo di sede tra il governo italiano e il Bureau International del Expositions dell’11 luglio 2012, ratificato con la legge n.3/2013).
Pubblicato il :

 
Torna su