Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ascoli Piceno

NOTIZIE

 

 ACCORDO 2015 DISCIPLINA PROPAGANDA ELETTORALE

Si pubblica qui di seguito il file concernente l'Accordo 2015 della Disciplina della Propaganda Elettorale.
Pubblicato il 30/04/2015 ultima modifica il 30/04/2015 alle 18:24:25

 25 Aprile 2015 - 70° Anniversario della Liberazione

25 aprile 2015
 
25 aprile 2015
 
25 aprile 2015
DISCORSO PRONUNCIATO DAL PREFETTO DI ASCOLI PICENO, DOTT.SSA GRAZIELLA PATRIZI IN OCCASIONE DEL 70 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE - 25 APRILE 2015 -
Desidero porgere un cordiale saluto all’Eccellenza Reverendissima il Vescovo, alle Autorità  civili  e militari, alle Associazioni combattentistiche e d’arma, all’Associazione nazionale partigiani d’Italia ed a tutti i cittadini presenti.
Siamo oggi sul Colle S.Marco per commemorare il 70° anniversario della Liberazione, per ricordare gli eventi che dettero inizio alla nostra Repubblica democratica, per commemorare i caduti che si immolarono in nome della libertà e che riposano in questo sacrario.
Proprio dagli ideali propugnati dalla Resistenza, dalla  condivisione dei valori che la ispirarono e che furono posti alla base dell’unità nazionale nacque la nostra democrazia e quei valori furono consacrati nella Costituzione, fondamento della nuova Italia repubblicana.
Il Presidente della Repubblica Mattarella, nel suo discorso di insediamento ha affermato che “Garantire la Costituzione significa ricordare la resistenza e il sacrificio di tanti che settanta anni fa liberarono l’Italia dal nazifascismo”.
Questa celebrazione è perciò una occasione per rinnovare le ragioni di coesione nazionale, per ritrovare quello spirito di unità di intenti sulla base dei valori legati alla Resistenza,  che ci permette, dopo 70 anni,  di essere un paese democratico.
L’attuale contingenza caratterizzata da  profondi cambiamenti, sconvolta da  tante drammatiche vicende nazionali ed internazionali    richiede oggi più che mai un grande impegno collettivo ed una comune assunzione di responsabilità per ricostruire un clima di fiducia nelle istituzioni e rilanciare un grande progetto di crescita del Paese.
Sono convinta che potremo riuscirci tutti insieme traendo insegnamento dai valori provenienti dalla Resistenza, consacrati nella Carta Costituzionale,  frutto di  lunghe lotte  e di difficili conquiste, che devono, perciò, essere gelosamente custoditi, consolidati e vissuti quotidianamente per non disperdere un patrimonio così grande, per non dimenticare gli enormi sacrifici compiuti, per  continuare a convergere verso un cammino di civiltà che si concretizzi nell’uguaglianza di tutti i cittadini con l’obiettivo esclusivo del bene comune.
Ecco perché l’anniversario del 25 aprile è  irrinunciabile per  portare, soprattutto tra i giovani,  la conoscenza di quella complessa e drammatica esperienza vissuta dai partigiani della Resistenza, nella convinzione che la memoria storica costituisce la base della coscienza civica di un popolo e rafforza  la consapevolezza che le attuali condizioni di vita sono in realtà frutto di lunghe e dolorose conquiste ottenute con sacrifici, anche di vite umane.
In quella primavera del 1945 che mai come allora fu reale e non metaforica espressione di rinascita, gli italiani tutti ed in particolare la comunità ascolana poterono salutare la fine della lunga e sofferta occupazione e fu la festa della libertà, di una nuova coscienza di popolo che in questa ricorrenza vogliamo riaffermare senza  mai dimenticare coloro che  la resero possibile.
Su questo Colle, ove trovarono rifugio molti giovani della resistenza ascolana, il 3 ottobre 1943, nel  tentare di difendere la postazione  ed i compagni,  sacrificarono  la  loro vita.
Nella commemorazione dei caduti rievochiamo il coraggio di tutta la comunità ascolana  che  seppe essere  uno straordinario esempio di amore per la libertà, che valse alla città di Ascoli Piceno ed alla Provincia la medaglia d’oro al valor militare.
Con la ricorrenza del 25 aprile  ci viene restituito  il profondo significato del senso di appartenenza ai valori della Resistenza che i nostri partigiani hanno amato e difeso perché oggi tutti noi, rappresentanti delle Istituzioni democratiche fossimo in grado di garantire un paese libero, democratico e pacifico.
 Auspichiamo che questa giornata sia di incoraggiamento per tutti noi e, in particolare per i nostri giovani cui è affidato il futuro del nostro Paese perché sappiano trarre dai valori di unità e di democrazia trasmessi dalla Resistenza la capacità e il discernimento necessari ad attuare e mantenere sempre viva  nel nostro Paese la libertà democratica su cui, solamente, è possibile costruire un futuro  migliore.
Pubblicato il :

 avviso pubblico per il finanziamento di ulteriori proposte progettuali per la realizzazione, in strutture ad alta specializzazione, attività accoglienza temporanea minori stranieri non accompagnati.

 Si informa  che  il Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione , a seguito delle economie rilevate sull’Assistenza Emergenziale del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione ( FAMI ) 2014-2020, ha adottato un avviso pubblico per il finanziamento di ulteriori proposte progettuali per la realizzazione, in strutture ad alta specializzazione, di attività di accoglienza temporanea per minori stranieri non accompagnati (MSNA). L’avviso prevede l’attivazione di almeno 414 posti giornalieri e la garanzia di servizi di ospitalità per un breve periodo per MSNA, con l’erogazione di circa 81.558 giornate di accoglienza complessive nel periodo 3 giugno 2015 – 17 dicembre 2015. I soggetti proponenti potranno presentare le proposte progettuali usando la procedura telematica predisposta dal Ministero, sul sito  https://accoglienzamsna.dlci.interno.it dall’8 aprile 2015 e fino al 28 aprile 2015 ore 18.00’.00’’  . A tal fine i soggetti proponenti dovranno dotarsi di casella di posta elettronica  certificata (P.E.C.) e firma digitale e fare la registrazione sul sito.
Pubblicato il :

 
Torna su