Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ancona

NOTIZIE

 

 Presieduto oggi dal Prefetto Antonio D'Acunto il Comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica

Il Prefetto di Ancona Antonio D'Acunto ha presieduto, in data odierna, presso il Palazzo del Governo, una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Alla riunione hanno partecipato i vertici delle Forze di Polizia, i Dirigenti della Polizia Ferroviaria e Stradale, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, il Comandante della Capitaneria di Porto, un rappresentante dell'Autorità di sistema portuale, il Presidente della Provincia e l'Assessore alla sicurezza del comune di Ancona.

Nel corso dell'incontro è stata svolta una accurata analisi della situazione della sicurezza nel territorio provinciale nell'approssimarsi delle festività pasquali.

Il Prefetto, nel ricordare l'importanza degli indirizzi strategici che emergono nel corso delle riunioni del Comitato, ha invitato le Forze dell'Ordine a rafforzare il sistema di sicurezza per le cerimonie religiose previste sul territorio, anche in chiave di prevenzione antiterrorismo.

I rappresentanti delle Forze dell'Ordine hanno assicurato una intensificazione dei servizi di controllo del territorio secondo le direttive del Ministero dell'Interno, con particolare riguardo ai reati predatori.L'aliquota di militari, che potrà essere impiegata  per il concorso nel controllo del territorio, è 20 unità.

Sono stati pianificati servizi di vigilanza e controllo degli obiettivi sensibili, ed attenzione rivolta al Porto di Ancona dove è previsto l'incremento del traffico di passeggeri.

Verranno intensificati, inoltre i controlli stradali sull'autostrada A14 e sulle principali arterie che collegano il Capoluogo con le zone terremotate.

Nelle stazioni ferroviarie sono previsti controlli sui passeggeri e sui bagagli anche con l'ausilio di unità cinofile.

Il livello di attenzione e le attività previste proseguiranno anche in occasione delle successive festività del 25 aprile e 1° maggio.

 

L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il :

 Sostegno finanziario dello Stato ai Comuni che accolgono richiedenti protezione internazionale

L'art. 16 co. del D.L. n. 91/2017 prevede un Fondo a favore dei Comuni che accolgono richiedenti protezione internazionale, quale concorso dello Stato agli oneri sostenuti nell'anno 2017.

In base a quanto disciplinato dalla normativa in questione, su indicazione della Prefettura di Ancona, sono stati stanziati gli importi di seguito indicati ai Comuni della provincia in cui siano ubicate strutture CAS e SPRAR in base alla presenza di migranti.
 
Comune
 
Contributo
per presenze migranti

CAS
 
Contributo
per presenze migranti

SPRAR
Agugliano  €              9.000,00  
Ancona  €           249.000,00  €            42.700,00
Arcevia  €            69.000,00  
Camerano  €              1.500,00  
Castelbellino  €              2.500,00  
Castelplanio  €            23.500,00  
Cerreto d'Esi  €            10.500,00  
Chiaravalle  €            12.000,00  €            16.100,00
Corinaldo  €            27.500,00  €              6.300,00
Cupramontana  €              6.500,00  
Fabriano  €            29.500,00  
Falconara Marittima  €            39.500,00  
Filottrano  €              3.000,00  
Genga  €              4.000,00  
Jesi  €            45.000,00  €            38.500,00
Loreto  €              3.500,00  
Maiolati Spontini  €              3.000,00  
Monsano  €              9.000,00  
Montecarotto  €              5.500,00  
Montemarciano  €            12.500,00  
Monte San Vito  €              3.000,00  
Osimo  €              3.500,00  €            25.900,00
Ostra  -   €              9.800,00
Ostra Vetere  €            26.000,00  
Santa Maria Nuova  €              4.500,00  
Sassoferrato  €              8.500,00  
Senigallia  €            42.500,00  €            36.400,00
Serra San Quirico  €              2.500,00  
Staffolo  €              3.500,00  
Trecastelli
 €              8.500,00  €              2.100,00
Totali contributi stanziati  €           668.000,00  €           177.800,00
 
 
Pubblicato il :

 SENIGALLIA - PRECIPITAZIONI ATMOSFERICHE - FIUME MISA

La Prefettura di Ancona ha seguito ieri a Senigallia, l'evolversi dell'onda di piena del fiume Misa, tenuto conto che le forti precipitazioni e lo scioglimento dei residui nevosi avevano portato al raggiungimento dei livelli di guardia idrometrica.

Tutte le componenti del sistema territoriale di protezione civile riunite nel Comune (Prefettura, Regione, Vigili del Fuoco, Comune, Forze dell'ordine, Croce Rossa, Volontariato), in applicazione della vigente pianificazione, hanno operato in stretta sinergia per tenere costantemente sotto controllo le zone di possibile esondazione.

La popolazione è stata tenuta costantemente informata. Le famiglie residenti nei quartieri più direttamente interessati dal pericolo sono state invitate a rimanere nei piani alti delle abitazioni, ovvero a recarsi presso una struttura di accoglienza allestita in una scuola.

Intorno alle ore 23 il picco dell'onda di piena è transitato senza esondazione, con conseguente cessazione dello stato di emergenza.

  

L'ADDETTO STAMPA
Pubblicato il :

 SENIGALLIA - PRECIPITAZIONI ATMOSFERICHE- FIUME MISA

La Prefettura di Ancona, in stretto collegamento con la Regione Marche, il Comando Provinciale dei Vigili del fuoco e l'Amministrazione comunale di Senigallia, sta seguendo costantemente l'evolversi della situazione di criticità del fiume Misa.

 

Ancona, 5 marzo 2018

 

                                                                           L'ADDETTO STAMPA
Pubblicato il :

 
Torna su