Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ancona

NOTIZIE

 

 VISITA OSPEDALE COVID-19 A CIVITANOVA MARCHE

Il Prefetto di Ancona Antonio D'Acunto si è recato, nella mattinata odierna, a Civitanova Marche (MC), presso la nuova struttura ospedaliera dedicata ai pazienti Covid-19.

Il Prefetto ha incontrato sul posto il Sindaco di Civitanova Marche e il dott. Bertolaso.

Ancona, 22 maggio 2020

                                                                                             

                                                               L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il
:

 EMERGENZA COVID-19. Nuove misure governative in vigore dal 18 maggio 2020 - Servizi di controllo

Il Prefetto di Ancona Antonio D'Acunto ha presieduto in data odierna, in videoconferenza, una riunione di coordinamento dei Vertici delle Forze di polizia (Questore, Comandanti prov.li Carabinieri e Guardia di finanza) per esaminare la situazione dell'ordine e sicurezza pubblica, con particolare riguardo alla applicazione del nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020.

Nel corso dell'incontro si è convenuto che, in questa fase di ripresa delle attività economiche, produttive e sociali, i servizi di vigilanza e controllo siano orientati al rispetto del divieto di assembramento e al distanziamento sociale. L'attenzione delle Forze dell'ordine sarà pertanto orientata al controllo del territorio evitando che nei luoghi tradizionalmente frequentati specie dai giovani per la cd. movida possano verificarsi affollamenti non consentiti.

Il Prefetto, inoltre, ha richiamato l'attenzione sulla possibile ricomparsa di forme di delittuosità comune e di criminalità diffusa, al fine delle opportune attività di prevenzione nell'intero territorio provinciale.

In questa fase di ripresa, il Prefetto confida nel rispetto delle nuove norme da parte della cittadinanza.

Ancona, 21 maggio 2020

                                                                                             

                                                               L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il
:

 Riunione del Comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica. Emergenza Covid-19 - Misure in materia di accesso al credito delle imprese e disagio sociale

Il Prefetto di Ancona Antonio D'Acunto ha presieduto nella giornata del 14 maggio u.s., in modalità videoconferenza, una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica dedicata alla tematica in oggetto.

Alla riunione hanno preso parte il Procuratore Generale presso la Corte di Appello Sottani, il Procuratore Antimafia dr.ssa Garulli, i vertici provinciali delle Forze di polizia, il presidente della Camera di Commercio, il vice direttore della Banca d'Italia, il presidente della Provincia e l'assessore alla sicurezza del comune di Ancona.

Per l'Associazione Bancaria Italiana ( ABI ) erano presenti il presidente della commissione regionale ABI delle Marche Gabrielli, il segretario Capomagi e, in collegamento da Roma, il coordinatore centro di ricerca ABI sulla Sicurezza Anticrimine Iaconis.

L'incontro segue la riunione del C.P.O.S.P. del 16 aprile scorso.

Il Prefetto, in relazione anche alla direttiva del Ministro dell'Interno, ha ricordato l'impegno comune a garantire l'accesso al credito legale, al fine di prevenire il ricorso ad ogni forma di prestiti usurari o di infiltrazioni criminali in questo periodo di crisi.

In tal senso si sono espressi anche i procuratori presenti, richiamando l'esigenza di procedere a tutela dell'economia legale, verificando le richieste della clientela con particolare attenzione alle modifiche degli assetti societari.

A più di un mese dalla entrata in vigore delle specifiche norme, i rappresentanti dell'ABI hanno riferito che gli istituti di credito stanno procedendo all'esame delle richieste di finanziamento e le istruttorie si concludono in tempi brevi.

Gli sportelli bancari saranno aperti su appuntamento anche nel pomeriggio per favorire la clientela e non viene segnalato contenzioso bancario sulla applicazione della nuova normativa.

Da parte della Banca d'Italia è stato riferito che alla data del 13 maggio corrente sono state accolte nella regione n. 4.510 richieste e n. 1.305 nella provincia di Ancona .

Il presidente della Camera di Commercio ha confermato la richiesta di liquidità da parte delle imprese e che in tal senso si sta procedendo, dopo la messa a punto delle procedure da parte degli istituti bancari.

I rappresentanti degli Enti locali hanno riferito che continua la distribuzione dei buoni spesa alla popolazione considerato strumento efficace e che, al momento, non si registrano tensioni.

I vertici delle Forze di polizia hanno assicurato che sta proseguendo un attento monitoraggio della situazione economica-sociale del territorio al fine di prevenire forme di illegalità.

Tutti i componenti del Consesso hanno, infine, convenuto con la proposta del Prefetto di continuare a riunirsi, con cadenza periodica, al fine di monitorare congiuntamente l'evolversi della crisi economica del territorio rafforzando la tutela della legalità e prevenire forme di disagio sociale.

Ancona,15 maggio 2020                                     

 

                                                                         L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il
:

 Emergenza Covid-19. Istituzione Nucleo a composizione mista per controlli applicazione protocolli sicurezza negli ambienti di lavoro

Il Prefetto di Ancona Antonio D'Acunto, anche su indicazione del Ministero dell'Interno, ha costituito in data 12 maggio il Nucleo a composizione mista che ha il compito di effettuare servizi di controllo sull'applicazione dei Protocolli condivisi per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, approvati dal Governo.

Il suddetto organismo, ai sensi dell'art. 2, comma 6 del D.P.C.M. 26 aprile 2020, è composto da personale designato dall'Ispettorato Territoriale del Lavoro, dal Comando nucleo Carabinieri ispettorato lavoro, dal comando provinciale dei Vigili del fuoco nonché dal Dipartimento di prevenzione dell'Azienda Sanitaria delle Marche, con la supervisione della Prefettura.

In particolare, in questo momento di ripresa delle attività produttive, saranno pianificate attività ispettive che potranno essere svolte congiuntamente o in autonomia dalle singole componenti, al fine di garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro.

 

         Ancona,13 maggio 2020                                    L'addetto stampa

                                                                 

Pubblicato il
:

 AFFIDAMENTO DEL SERIVIZIO DI INTERPRETARIATO IN CONSECUTIVA E DI TRADUZIONE A SUPPORTO DELLA COMMISSIONE TERRITORIALE PER IL RICONOSCIMENTO DELLA PROTEZIONE INTERNAZIONALE DI ANCONA

DETERMINA DI PROROGA
Pubblicato il 12/05/2020
Ultima modifica il 12/05/2020 alle 12:32:44

 PROCEDURA PER AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RECUPERO, CUSTODIA E ACQUISTO DEI VEICOLI IN SEQUESTRO AMMINISTRATIVO, FERMO E CONFISCA AI SENSI DELL'ART. 214BIS DEL D. Lgs. 285/1992 PROVINCIA ANCONA

DETERMINA AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PUBBLICITÀ LEGALE AVVISO DI GARA

 
Pubblicato il 11/05/2020
Ultima modifica il 11/05/2020 alle 11:30:20

 PROCEDURA PER AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RECUPERO, CUSTODIA E ACQUISTO DEI VEICOLI IN SEQUESTRO AMMINISTRATIVO, FERMO E CONFISCA AI SENSI DELL'ART. 214BIS DEL D. Lgs. 285/1992 PROVINCIA ANCONA

DETERMINA AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PUBBLICITÀ LEGALE AVVISO DI SOSPENSIONE GARA
Pubblicato il 11/05/2020
Ultima modifica il 11/05/2020 alle 11:33:09

 EMERGENZA COVID-19 - Servizi di controllo nella "Fase ". Comuni di Numana e Sirolo

Il Prefetto di Ancona Antonio D'Acunto ha presieduto una riunione di coordinamento delle Forze di polizia per esaminare la situazione dell'ordine e sicurezza pubblica con particolare riguardo alla entrata in vigore delle nuove misure governative (D.P.C.M. del 26 aprile 2020).

Nel corso della riunione si è convenuto che l'attività di controllo in atto, che coinvolge quotidianamente circa 480 operatori, prosegua fino al 17 maggio prossimo. Alla luce delle nuove norme, i servizi di vigilanza e controllo sono stati modulati principalmente al rispetto del divieto di assembramento e al distanziamento sociale. Verrà altresì verificata l'osservanza delle apposite ordinanze adottate dai sindaci per vietare o limitare l'accesso nei principali luoghi di aggregazione (parchi, giardini e litorale).

Nei primi 3 giorni di questa settimana, sono stati eseguiti i seguenti controlli: persone controllate 4.743, persone sanzionate 60, esercizi commerciali controllati 2.629.

Per quanto riguarda le ordinanze emesse il 6 maggio c.m. dalle amministrazioni comunali di Sirolo e Numana che vietano, tra l'altro, l'effettuazione dell'attività motoria e sportiva in tutto il territorio comunale, il Prefetto ha invitato i Sindaci a procedere ad una modifica delle stesse, in quanto troppo limitative della libertà di movimento, individuando specifiche aree di divieto..

Ancona, 8 maggio 2020

                                                                                             

                                                               L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il
:

 EMERGENZA COVID-19 - ATTIVITA' DI CONTROLLO

Durante il ponte del 1° maggio sono proseguite le attività di controllo disposte dal Prefetto di Ancona Antonio D'Acunto, d'intesa con i vertici delle Forze di polizia, sul rispetto delle vigenti disposizioni normative in materia di Covid-19. Sono state controllate 4.033 persone, sanzionate 145 e 3 denunciate, mentre gli esercizi commerciali controllati sono stati 2.026 (nessuna sanzione).

Per quanto concerne le attività produttive , nel periodo dal 23 marzo scorso al 3 maggio, la Prefettura, a fronte di oltre 2.000 comunicazioni inoltrate da imprese della provincia, ha emesso 111 provvedimenti di sospensione di attività non rientranti nei codici ATECO consentiti. I provvedimenti hanno interessato prevalentemente il settore della lavorazione di metalli e stampi, nonché i settori della meccanica e nautica.

Con l'avvio della "fase 2" le disposizioni consentono la riapertura di gran parte delle attività industriali a condizione dell'osservanza dei Protocolli di sicurezza siglati di recente dal Governo e dalle Parti sociali in tema di prevenzione e contenimento anticovid-19.

Per la verifica del rispetto di tali protocolli verranno impartite disposizioni per l'effettuazione di coordinati controlli sui luoghi di lavoro da parte degli organi di vigilanza preposti: Ispettorato del lavoro, Nucleo Carabinieri tutela lavoro, Servizio prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro dell'ASUR, Vigili del Fuoco.

Per le aziende che non risulteranno in regola è prevista la sospensione dell'attività fino al ripristino di condizioni di piena sicurezza, nonché sanzioni amministrative pecuniarie, ove il fatto non costituisca reato.

Il Prefetto D'Acunto, in questa delicata fase di riavvio di attività economiche e della mobilità delle persone e dei mezzi pubblici, rinnova l'invito ai cittadini ad osservare con consapevole senso di responsabilità le misure di contenimento previste.

 

Ancona, 5 maggio 2020

                                                                                                               

                                                                           L'ADDETTO STAMPA
Pubblicato il
:

 
Torna su