Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ancona

NOTIZIE

 

 Neo amministratori dei piccoli Comuni: ventidue ore di formazione con la WebTV per un buon governo

Amministrare bene per vivere meglio. Lo chiede il cittadino ai suoi amministratori ed è certamente il proposito di chi si è candidato, con successo, a svolgere questa missione.
L’impegno, la sensibilità e la fantasia orienteranno le scelte politiche dei neo sindaci e assessori, ma la concreta attuazione dipenderà anche dalla disponibilità degli strumenti di attuazione: qualità ed efficienza degli uffici di supporto, esperienza e sapere. Su questo terzo requisito punta l’iniziativa lanciata da FormazioneWebTV , il portale per la formazione giuridica a distanza, in collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Piccoli Comuni Italiani (ANPCI), consistente in un breve corso informativo/formativo rivolto ai neo amministratori dei piccoli Comuni italiani che sarà trasmesso in diretta streaming sul sito www.formazionewebtv.it a ridosso dell’insediamento delle nuove giunte, a partire dal 12 giugno per terminare il 3 luglio.
L’amministratore del piccolo Comune: competenze, gestione e problematiche – questo il titolo del corso – vede in campo diciotto docenti, tra amministratori, docenti universitari, funzionari della PA, professionisti e magistrati che, in ventidue ore di lezione distribuite su due pomeriggi a settimana, approfondiranno le principali norme che regolano le competenze e le responsabilità del sindaco e degli assessori (dal potere d’ordinanza, alla responsabilità in tema di protezione civile, fino alle responsabilità dirette patrimoniali e penali ecc.) ed illustreranno i fondamenti normativi che l’amministratore di un piccolo Comune non può ignorare, a partire dalla legislazione anticorruzione per proseguire con la gestione amministrativa ed economico patrimoniale, con la finanza locale e la fiscalità, il Welfare, l’immigrazione e la discriminazione.
Il corso sarà trasmesso su base nazionale e vi potranno partecipare tutti gli Amministratori dei piccoli Comuni interessati a questa iniziativa. Programma, informazioni e scheda di iscrizione sono disponibili sul sito www.formazionewebtv.it .
Iscrizioni entro il 9 giugno e fino al raggiungimento dei collegamenti disponibili.
Pubblicato il :

 Furti di rame - 21 e 22 maggio Action Day. La Prefettura di Ancona aderisce all’iniziativa Action day promossa dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale presso il Ministero dell’Interno

Il fenomeno dei furti di rame crea particolare disagio perché spesso provoca l'interruzione di pubblici servizi essenziali con ripercussioni di natura economico/sociale e di particolare rilievo e possibili implicazioni di ordine e sicurezza pubblica.  
 
Il problema è assai avvertito anche in ambito europeo ragion per cui Europol (agenzia dell'Unione  Europea per la lotta al crimine), ha recentemente organizzato una 2^ Conferenza dell'Unione Europea sul fenomeno del furto di metalli all'interno dell'Unione Europea   alla quale ha preso parte anche l'Italia.  
 
La Direzione Centrale della Polizia Criminale, particolarmente attenta al fenomeno, aderendo all'iniziativa, ha coordinato gli aspetti organizzativi della massiva azione di prevenzione e contrasto in ambito Nazionale.  
 
Presso il Ministero dell'Interno è operativo l 'Osservatorio Nazionale sui Furti di Rame istituito in data 24 febbraio 2012 dal Ministro dell'Interno pro tempore.  
 
Nell'Osservatorio siedono i rappresentanti degli Uffici centrali delle Forze di Polizia e dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nonché delle maggiori aziende italiane esposte al fenomeno per realizzare una forma  di partenariato pubblico-privato che individui priorità strategie e priorità d'interno per una efficace prevenzione e contrasto del fenomeno (per gli approfondimenti si rimanda alla pagina web dedicata: http://www1.interno.gov.it/mininterno/export/sites/default/it/temi/sicurezza/sottotema011.html ).  
 
Lo scorso anno il Dipartimento della Pubblica Sicurezza aveva favorevolmente accolto l'iniziativa promossa da Europol, denominata action day che si era svolta il 27 e 28 maggio  contemporaneamente in 18 stati membri: l'Italia si era collocata tra gli Stati che con maggiore  efficacia avevano contrastato il fenomeno durante l 'action day grazie al notevole riscontro dato dai  Prefetti, dalle Forze di Polizia e dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.  
 
Anche quest'anno la Direzione Centrale della Polizia criminale, aderendo all"action day" promosso da Europol in 20 Stati Membri, ha pianificato e coordinato una grande attività contro i furti di rame con il coinvolgimento della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Corpo Forestale dello Stato, dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, delle Autorità Provinciali di Pubblica Sicurezza, delle Polizie e degli enti locali al fine di porre in essere dispositivi di controllo capillari ed efficaci.  
 
Le attività di controllo da parte di tutti i soggetti coinvolti nelle operazioni sono state coordinate a livello locale in sede di Riunione Tecnica di Coordinamento delle Forze di Polizia svoltasi in data 14 maggio u.s..
 
L'action day, ancora in itinere, ha avuto inizio il 21 maggio e i primi dati acquisiti confermano performance in attesa con le aspettative. Grazie anche ad azioni come questa, che denotano un impegno istituzionale strutturato su base nazione, lo Stato dimostra la sua decisa e concreta risposta ad un fenomeno che spesso ha delle importanti ripercussioni sociali ed economiche.
 
                                                                                     IL CAPO GABINETTO
                                                                                           (Buzzanca)
 
Pubblicato il :

 Sostituzione componente del Comitato consultivo provinciale presso l’I.N.A.I.L. - Rettifica parziale decreto

Decreto a parziale rettifica del provvedimento prot.n.17113/Area IV-bis del 19 marzo 2014 pubblicato in data 21 marzo 2014 relativo alla ricostituzione del Comitato consultivo provinciale presso l’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro.
Pubblicato il 26/05/2014 ultima modifica il 10/06/2014 alle 13:44:31

 Elezioni europee ed amministrative 2014 - Affluenza

Nelle 468 sezioni della provincia di Ancona si sono concluse le operazioni di voto. L'affluenza alle urne  per le elezioni Europee è del 63,89% mentre per le Amministrative del 70,27%. 
Pubblicato il :

 3^ GIORNATA NAZIONALE DEDICATA ALLE VITTIME DEL DOVERE FERITI O CADUTI NELL’ADEMPIMENTO DEL DOVERE

Domenica 11 maggio 2014, al Santuario della Santa Casa – Basilica di Loreto, il Prefetto della Provincia di Ancona, Alfonso Pironti ha partecipato alla Cerimonia commemorativa della 3^ Giornata Nazionale dedicata alle Vittime del Dovere, della Criminalità e del Terrorismo, organizzata dall’Associazione Nazionale Onlus “Le Vittime del Dovere d’Italia”.
 
Dopo la deposizione della corona di alloro al Monumento dei Caduti, il Prefetto Pironti, ha ricordato il sacrificio di quanti hanno immolato le loro vite per servire lo Stato, per assicurare il bene comune, per garantire le Istituzioni democratiche e la civile convivenza minacciata da pericoli sempre incombenti; oltre che per soccorrere cittadini in occasione di pubbliche calamità, riconfermando al riguardo il sostegno dello Stato e la riconoscenza della Nazione ai loro familiari così duramente colpiti negli affetti più cari.
 
 
                                                                                       IL CAPO GABINETTO
                                                                                             (Buzzanca)
Pubblicato il :

 Emergenza profughi, riunione del Comitato di coordinamento regionale

Si sono riuniti, nel pomeriggio odierno in Prefettura ad Ancona,  i Prefetti delle province marchigiane, per Pesaro - Urbino Attilio Visconti, per Ascoli Piceno Graziella Patrizi, per Macerata il viceprefetto vicario Rosalia Mazza, per Fermo Angela Pagliuca. coordinati dal Prefetto Pironti per trovare soluzioni di accoglienza all’attuale flusso migratorio ed in particolare alle 142 unità da ultimo assegnate al territorio della regione Marche.
 
Ha preso parte alla riunione anche l’assessore regionale Luigi Viventi.
 
“Il Ministero dell’Interno  - ha affermato Pironti -  a fronte della perdurante pressione migratoria, legata ai continui sbarchi sulle coste italiane ha interessato i Prefetti di tutti i capoluoghi di Regione per la immediata predisposizione di un piano di accoglienza per 4.986 migranti, tra cui i ricordati 142 destinati al territorio marchigiano. Il predetto piano esula dal programma nazionale sui richiedenti asilo (SPRAR), le cui disponibilità si sono progressivamente esaurite”.
 
 
Al riguardo si è concordato che gli anzidetti stranieri vengano ripartiti nei territori delle cinque province marchigiane in proporzione alla relativa popolazione per soluzioni di accoglienza già in gran parte individuate dai rispettivi Prefetti.
 
 E' stata affrontata anche la problematica relativa alla seconda fase dell'accoglienza, quella dell'integrazione nel territorio marchigiano, per quanti, una volta ottenuto lo status di rifugiati, decideranno di rimanere nelle Marche. Nel corso dell'incontro è stata auspicata la realizzazione di una rete unitaria di interventi che sviluppi politiche di inclusione e integrazione a livello territoriale per evitare ulteriori problematiche di disagio sociale.
 
 
 
                                                                                       IL CAPO GABINETTO
                                                                                             (Buzzanca)
 
 
Pubblicato il :

 LA PREFETTURA DI ANCONA E’ SU TWITTER

Attivo da oggi il suo profilo
Un social network anche per la Prefettura che si adegua ai nuovi mezzi di comunicazione ed entra in Twitter. Per dare e ricevere più velocemente le informazioni a tutti: cittadini, imprese, istituzioni, stampa. E’ attivo da oggi il suo nuovo profilo: Prefettura Ancona . Il prefetto Alfonso Pironti ha espresso soddisfazione per questa nuova, rapida ed informale comunicazione attraverso il social network.
Ormai è indispensabile per una moderna ed efficiente pubblica amministrazione utilizzare le nuove tecnologie informative che favoriscano la partecipazione ed il dialogo delle attività poste in essere dalla Prefettura.
Avvalersi delle opportunità offerte da questo strumento mediatico per ampliare i canali di comunicazione tra la Prefettura e i suoi utenti, è un obiettivo importante - ha aggiunto Pironti - per essere al passo con una moderna e dinamica informazione.
 
 
 
                                                                                IL CAPO GABINETTO
                                                                                      (Buzzanca)
Pubblicato il :

 SINERGIA OPERATIVA OTTIMALE PER L’ARRIVO DI MIGRANTI NELLA NOTTE DEL 2 MAGGIO SCORSO

La notte del 2 maggio sono arrivati all’Aeroporto di Fiumicino numerosi migranti soccorsi nei giorni precedenti nel mare antistantela Sicilia. Ventidi essi sono stati assegnati alla provincia di Ancona.
 
La Prefetturadi Ancona ha coordinato le operazioni di accoglienza e, grazie alla sinergia dei vari Enti pubblici e privati coinvolti (Questura, Comune di Ancona, CRI, A.S.L., Compartimenti Autostradali Marche – Abruzzo e Lazio, Sezione Polstrada Ancona Gruppo Umana Solidarietà (GUS)), è stato assicurato ai migranti screening medico, un primo ristoro e ospitalità a tutti.
 
Si tratta di 20 persone, di sesso maschile, di età tra i 19 ed i 31 anni, e di varie nazionalità (n. 10 Gambia, n. 2 Mauritania, n. 2 Mali, n. 1 Sudan, n. 3 Guinea, n. 2 Senegal).
 
La presenza dei mediatori culturali ha consentito di informare i migranti sui propri diritti e sulle garanzie loro assicurate dallo Stato Italiano in base alla normativa europea.
 
Dei n. 20 ragazzi accolti, 3 sono stati inviati al locale Pronto Soccorso per le cure necessarie al loro stato.
 
 
                                                                                  IL CAPO GABINETTO
                                                                                        (Buzzanca)
Pubblicato il :

 EMERGENZA MALTEMPO NELLE MARCHE - ALLUVIONE A SENIGALLIA

Lentamente la situazione di emergenza sta ritornando verso la normalità grazie alla incessante attività di tutte le Competenti che, con sinergia operativa, hanno fronteggiato la grave emergenza alluvionale, determinatasi per lo straripamento del fiume Misa.
 
Il Prefetto della Provincia di Ancona, Alfonso Pironti, fin dall’insorgere dell’emergenza ha personalmente raggiuntola Sala Operativa  Integrata, attivata dalle prime ore di sabato e si è quindi recato unitamente al Direttore del Dipartimento della Protezione Civile della Regione Marche, nel Centro Operativo Comunale istituito presso il comune di Senigallia, sede coordinamento degli interventi e dei soccorsi. Tra le principali azioni disposte va segnalata la perlustrazione delle aree colpite attraverso mezzi anfibi, unità di soccorso acquatico e sommozzatori dei Vigili del Fuoco, convenuti anche da Province e Regioni con termini unitamente a battelli pneumatici della C.R.I. e di volontari della protezione civile, nonché mezzi del Corpo Forestale dello Stato e di sommozzatori della Guardia di Finanza.
 
Nella mattina di domenica il Prefetto Pironti ha presieduto un briefing con i Vertici delle Forze dell’Ordine e dei Vigili del Fuoco per una verifica delle attività svoltesi nella precedente notte e sulle attività da porre in essere.
 
Nelle operazioni di intervento sono state impiegate per quanto riguarda gli Organismi statali circa 240 unità di personale di cui 195 Vigili del Fuoco.
 
E’ giunto nel pomeriggio di ieri a Senigallia il Presidente del Consiglio dei Ministri, accompagnato dal Presidente del Dipartimento della Protezione Civile che - dopo una perlustrazione in elicottero nel territorio - ha tenuto in incontro presso la sede Comunale, cui hanno partecipato il Prefetto Pironti, i Vertici delle Forze dell’Ordine, le Istituzioni locali nonché tutti gli Organismi che hanno operato per fronteggiare la emergenza.
 
Il Presidente Renzi ha preannunciato la dichiarazione dello stato di emergenza per il territorio interessato.
 
 
                                                                                IL CAPO GABINETTO
                                                                                     (Buzzanca)
Pubblicato il :

 Primo Maggio, a 36 lavoratori marchigiani le Stelle al Merito del Presidente della Repubblica

In occasione della Festa del Lavoro, si è svolta, alle ore 10.30, all’Auditorium della Mole Vanvitelliana di Ancona la cerimonia di consegna delle “Stelle al Merito del Lavoro” a trentasei lavoratori marchigiani insigniti dal Capo dello Stato per «particolari meriti di perizia, laboriosità e condotta morale».
 
I nuovi Maestri del Lavoro sono:
  1. BALLERINI Eugenio – Laboratorio Ortopedico Duranti
  2. CIARMATORI Claudio - Rete Ferroviaria Italia
  3. DELLI CARPINI Antonio – ENEL Distribuzione
  4. GIOVANROSA Chiara – Ferservizi
  5. PAGLIARINI Maria Annunziata – Federmaneger
  6. RAGNI Maurizio – Conerobus Spa Ancona
  7. RINALLO Luigi Antonio – Trenitalia
  8. ROCCHI Elvio – Rete Ferroviaria Italiana
  9. ROMANI Tiziana – ACRAF di Ancona
  10. RUFFINO Stefano – Poste Italiane Spa
  11. VISERTA Claudio – Telecom Italia Spa
  12. BAIONI Doriana – Loccioni General Impianti
  13. CATRARO Nazzareno – ACRAF di Ancona
  14. PALLUCCA Stefania – Fedrigoni Spa
  15. ZENOBI Graziella – CNH Italia Spa
  16. MORELLI Alberto – ASA Linea Srl
  17. PALANCA Renzo – ASA Linea Srl
  18. PAGLIONI Luciano – Loccioni AEA Srl
  19. BARTOLI Claudio – Gruppo Fiorini SACART Spa
  20. PELONI Domenico – Cooperlat Soc. Coop.
  21. GENTILI Pietro – Travaglini Srl Costruzioni e Restauri
  22. VIRGULTI Sergio – Confindustria di Ascoli Piceno
  23. CINTIO Giancarlo – TOD’S Spa
  24. RIPANI Antonio – TOD’S Spa
  25. CONSALVI Raffaele – CNH Italia Spa
  26. TOSO Erminio – Rete Ferroviaria Italiana Spa
  27. BUFARINI Nicoletta – Ferservizi Spa
  28. SANTORELLI Armando – Telecom Italia Spa
  29. FRANCOLINI Franco – Banca di Pesaro Credito Cooperativo Soc.Coop.va
  30. PIERLEONI Daniele – CNA Assoc. Prov. Di Pesaro e Urbino
  31. SKALAMERA Arno – BIESSE Spa
  32. ROMITI Rosaldo – BIESSE Spa
  33. BUSTELLI Armelio – Benelli Armi Spa
  34. CALDARI Rolando – Benelli Armi Spa
  35. DOMINICI Fabrizio – BIESSE Spa
  36. PATANI Gianfranco – Poste Italiane Spa
 
La cerimonia: le onorificenze ai neo Maestri del Lavoro, accompagnati dai rispettivi Sindaci dei Comuni di residenza e dal rappresentante della Ditta di appartenenza, sono state consegnate dal Prefetto di Ancona Alfonso Pironti e dai Prefetti delle provincie marchigiane.
 
Presenti alla cerimonia gli onorevoli Emanuele Lodolini e Piergiorgio Carrescia , l’assessore regionale Paola Giorgi, il Sindaco di Ancona Valeria Mancinelli, il Direttore regionale del Lavoro Giovanni De Paolis, ed il console regionale della “Federazione Maestri del Lavoro d’Italia” Iridio Mazzucchelli, insieme a numerose altre Autorità delle quattro province ed ai vertici delle Forze di Polizia.
 
Le motivazioni : perizia, laboriosità, integrità personale, capacità di contribuire attraverso invenzioni e innovazioni al miglioramento delle tecniche e dei metodi di lavorazione, impegno a trasmettere alle nuove generazioni il proprio patrimonio di professionalità; “ la possibilità di un lavoro è condizione imprescindibile e propedeutica al mantenimento della coesione sociale e della convivenza democratica ” “ l’esempio dei decorati di questa mattina costituisce un intramontabile patrimonio di valori da trasmettere alle nuove generazioni e costituisce per loro un necessario punto di riferimento ”, ha sottolineato il Prefetto Pironti nel suo discorso introduttivo.
 
L’assessore regionale Giorgi nell’esprimere il plauso per i concittadini insigniti conla Stellaal Merito ha annunciato un nuovo ed innovativo strumento, che parte nelle Marche, proprio dal I° maggio, per dare una risposta concreta alla disoccupazione giovanile. Il Progetto GIANT (Guidance Innovative Actions and New Tools) è stato realizzato attraverso un accordo tra le Regioni e il Ministero del Lavoro e mira ad orientare i giovani alla ricerca di un’occupazione.
 
Soddisfazione è stata espressa dal Direttore regionale del Lavoro, De Paolis, perché “ seppur in un difficile momento di crisi dell’economia, si è registrato un miglioramento delle misure di sicurezza del lavoro a tutela dei dipendenti aziendali ”.
 
Ai nuovi Maestri del Lavoro è andato il caloroso benvenuto nella “Federazione” del Console regionale, Mazzucchelli, il quale si è detto orgoglioso di rappresentare i Maestri delle Marche che con i loro sforzi e sacrifici, durante la vita lavorativa, hanno contribuito allo sviluppo delle proprie Aziende mantenendo alto il nome del ‘Made in Italy’ con le ‘eccellenze’ che ci onorano nel mondo intero.
 
 
                                                                                         IL CAPO GABINETTO
                                                                                               (Buzzanca)             
 
Pubblicato il :

 
Torna su