Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ancona

NOTIZIE

 

 17 MARZO, “GIORNATA DELL’UNITA’ NAZIONALE, DELLA COSTITUZIONE, DELL’INNO E DELLA BANDIERA”

 
Una conferenza in Prefettura per celebrare un’importante festa nazionale.
Unità nazionale: una questione di grande attualità.
 
 
Per celebrare la ricorrenza del 17 marzo – data della proclamazione nel 1861 dell’Unità d’Italia, che la legge 23 novembre 2012, n.222 ha riconosciuto quale “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera” - è stata organizzata, nel pomeriggio di ieri, dal Prefetto di Ancona, Alfonso Pironti, una conferenza commemorativa alla quale hanno partecipato i rappresentanti delle istituzioni civili e militari della provincia e gli allievi del Liceo Classico “Carlo Rinaldini” di Ancona.
 
Particolare e originale l’esecuzione dell’Inno di Italia eseguito con toccante bravura al pianoforte dal giovane Maestro Valeria Picardi cui è seguito il saluto del Prefetto Pironti che ha ricordato come “l’Unità nazionale è transitata anche attraverso percorsi silenziosi e non narrati”, fatti di sacrifici e deve essere, pertanto, un bene comune da salvaguardare.
 
Il Prefetto ha ricordato tre date cardine nella nostra storia: 17 marzo l’Unità nazionale, 25 aprile la Liberazione , il 2 giugno la Repubblica, un fil rouge che lega indissolubilmente quali pagine fondanti della nostra Unità nazionale.
 
Il Prof. Marco Severini dell’Università di Macerata ha esposto, con chiarezza, eleganza di stile e sapiente conoscenza della materia, la questione relativa all’Unità nazionale e della sua grande attualità nonostante siano trascorsi 153 anni dal 17 marzo 1861. Significativa la figura di Giuseppe Mazzini che- ha ricordato Severini- è stato il primo patriota a evidenziare che essere cittadini significa essere portatori di doveri verso lo Stato e non solo di diritti.
 
In conclusione Valeria Picardi ha eseguito al pianoforte l’Inno di Garibaldi e Va Pensiero, omaggio a Giuseppe Verdi il compositore italiano che meglio seppe incarnare i valori dell’Italia unita.
 
 
        
Foto_1
 
                                                        
  Foto_2    
 
 
  Foto_3

 
  Foto_4
   

 
      
Pubblicato il 21/03/2014 ultima modifica il 15/04/2014 alle 12:11:07

 Decreto di ricostituzione Comitato consultivo provinciale presso l’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro

Decreto di ricostituzione Comitato consultivo provinciale presso l’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro per la Provincia di Ancona per il quadriennio 01.12.2013 – 30.11.2017
Pubblicato il 21/03/2014 ultima modifica il 15/04/2014 alle 12:11:29

 Riunione dei Prefetti della Regione Marche

Si sono riuniti questa mattina, presieduti dal Prefetto di Ancona Alfonso Pironti, i prefetti della Regione Marche, di Pesaro – Urbino Attilio Visconti, di Ascoli Piceno Graziella Patrizi, di Macerata Pietro Giardina, di Fermo Angela Pagliuca.
 
Gli argomenti trattati hanno riguardato la protezione civile anche alla luce dei compiti di direzione unitaria dei servizi di soccorso affidati ai prefetti ex lege 100/2012 rispetto a quanto contenuto nelle leggi regionali ed alle attuali proposte di modifiche normative in itinere.
 
Attenzione è stata riservata anche al coordinamento anche interregionale delle diverse ordinanze di limitazione e/o di chiusura al traffico pesante nei tratti autostradali della Regione in caso di precipitazioni nevose.
 
Ulteriori argomenti all’ordine del giorno, la disamina delle strategie organizzative a livello interprovinciale sulle risultanze fornite con il supporto del nuovo sistema tecnologico denominato SIGR – Sistema Informativo di Georeferenziazione dei reati, che consente una mappatura delle diverse tipologie di reati e della loro distribuzione sul territorio con riguardo ai furti e alle rapine.
 
Occorrerà, quindi, mettere a fattor comune le risultanze fornite dal SIGR per un efficace contrasto strategico dei diversi reati.
 
Infine tutti i prefetti concordano nel sottoscrivere un Protocollo di Intesa regionale con l’ENEL per il contrasto a fenomeni di criminalità organizzata dello specifico settore.
 
 
 
                                                                                         IL CAPO GABINETTO
                                                                                               (Buzzanca)
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Pubblicato il :

 Comunicato Stampa - Comune di Falconara Marittima - Ordinanza di limitazione alla circolazione fuori dal centro abitato

Si comunica che è stata pubblicata nel link " Circolari Codice della Strada " l'ordinanza prot.n.14894 dell’11 marzo 2014 con cui è stata limitata la circolazione, fuori dai centri abitati, ai veicoli e per i periodi, indicati nel provvedimento, per il Comune di Falconara Marittima.
 
                                                                               IL CAPO GABINETTO
                                                                                    (Buzzanca)
                                                                                  
Pubblicato il 12/03/2014 ultima modifica il 21/03/2014 alle 12:06:57

 Razionalizzazione delle risorse e dei presidi della Polizia di Stato nella Provincia di Ancona

Si è tenuta in data odierna, in questo Palazzo del Governo, una riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduta dal Prefetto Alfonso Pironti, con la partecipazione dei Sindaci di Fabriano e Falconara Marittima, degli Assessori alla sicurezza dei Comuni di Ancona e Osimo, e di un rappresentante della Provincia per procedere alla disamina del Progetto di razionalizzazione delle risorse e dei presidi della Polizia di Stato che coinvolge il Commissariato di P.S. di Osimo, i Posti Polfer di Fabriano e Falconara Marittima e la Squadra Nautica di Ancona.
 
I rappresentanti degli Enti locali interessati hanno manifestato forti preoccupazioni circa il rischio di una diminuzione della presenza delle Forze di Polizia sul territorio, con conseguenti negative ripercussioni sulla sicurezza dei cittadini.
 
Il Prefetto, recependo anche le indicazioni emerse dagli approfondimenti effettuati congiuntamente al Questore di Ancona, ai Responsabili Provinciali delle Forze dell’Ordine, e al Dirigente del Compartimento Ferroviario Umbria-Marche-Abruzzo, ha rassicurato i Sindaci che anche nell’ipotesi di una riduzione dei presidi presenti sul territorio, la rimodulazione dei servizi garantirà il mantenimento degli attuali standards di sicurezza.
 
In particolare, per quanto concerne la riorganizzazione della polizia ferroviaria, il progetto prevede il mantenimento di “punti di appoggio ad organico zero” sia a Falconara Marittima che a Fabriano, con una presenza, sia pure non continuativa, di personale di polizia ferroviaria per lo svolgimento dei compiti d’ufficio. Inoltre le risorse umane del Posto Polfer di Fabriano andrebbero a rinforzare l’organico del Commissariato di P.S., mentre il personale di Falconara verrebbe trasferito nell’istituenda Sezione operativa di polizia ferroviaria di Ancona che potrà garantire una presenza flessibile e adeguata alle peculiari esigenze della stazione di Falconara. D’altronde con la soppressione della Squadra Navale di Ancona e il trasferimento del relativo personale alla Questura di Ancona, quest’ultima potrà potenziare i servizi di controllo del territorio nell’ambito del Comune di Falconara.
 
Peraltro la sorveglianza e la vigilanza in mare e sulle strutture portuali è ampiamente assicurata dal personale della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza.
 
Maggiori perplessità, condivise anche dal Comitato, sono emerse in ordine alla prospettata soppressione del Commissariato di Polizia di Osimo, e verranno conseguentemente rappresentate in sede centrale per le conseguenti determinazioni.
 
In conclusione il Prefetto, nel ribadire la propria attenzione per il mantenimento dei massimi livelli di sicurezza del territorio, ha garantito agli amministratori locali la disponibilità della Prefettura ad un ulteriore confronto sulla materia a seguito della conclusione del processo di riorganizzazione.
 
A seguito dell’incontro il Prefetto ha incontrato i rappresentanti delle sigle sindacali della Polizia di Stato a cui ha riferito l’esito del Comitato.
 
 
                                                                          IL CAPO GABINETTO
                                                                                (Buzzanca)
Pubblicato il :

 Persone senza fissa dimora presenti all’interno dell’Ospedale di Torrette

Nei giorni scorsi il Prefetto di Ancona Alfonso Pironti ha tenuto un incontro con il Direttore Generale degli Ospedali Riuniti Torrette Paolo Galassi e il Questore di Ancona Stefano Cecere per discutere della problematica concernente la presenza di senza tetto soggiornanti – specie nelle ore notturne – all’interno del nosocomio cittadino.
 
Tali presenze si intensificano soprattutto nel periodo invernale, per ovvi motivi, e costituiscono senza dubbio motivo di disagio oltre che per i pazienti anche per il personale dipendente.
 
Il Prefetto ha preliminarmente raccomandato al Direttore Generale di porre in essere ogni idonea misura per la tutela della struttura ospedaliera e nel contempo a predisporre utili strumenti atti a evitare l’accesso a non autorizzati.
 
Il Direttore Generale ha condiviso tale suggerimento ed ha assicurato l’utilizzo di personale interno dedicato al controllo degli accessi alla struttura, ricorrendo se del caso anche ad appositi Istituti di Vigilanza privata.
 
Il Questore ha precisato che le croniche carenze di personale della Polizia di Stato non consentono di predisporre, come richiesto, un presidio di polizia notturno garantendo comunque il supporto e l’intervento ove si dovessero riscontrare comportamenti che integrino gli estremi di reato.
 
Il Prefetto ha quindi ha ritenuto di segnalare al Sindaco di Ancona con una apposita nota la questione, per i risvolti di natura socio-assistenziali tesi a trovare una sistemazione alloggiativa nell’ambito della lodevole azione che l’Amministrazione comunale sta svolgendo a sostegno dei senza fissa dimora.
 
 
                                                                              IL CAPO GABINETTO
                                                                                     (Buzzanca)
Pubblicato il :

 
Torna su