Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ancona

NOTIZIE

 

 Riunione in Prefettura sui fenomeni della criminalità minorile e delle cd. “baby gang”

Si è tenuta oggi nel Palazzo del Governo, una riunione di Coordinamento delle Forze di Polizia sui fenomeni della criminalità minorile e delle cd. “baby gang”, presieduta dal Prefetto dott. Alfonso Pironti, con la partecipazione del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Ancona, dott. Vincenzo Venezia e dei Vertici Provinciali delle Forze di Polizia.
La problematica che crea allarme sociale per la minore età degli autori dei reati, è stata approfondita alla luce dei dati statistici concernenti l’intero territorio Provinciale e ricompresi nel periodo dal 1° gennaio 2013 ad oggi.
L’incontro ha consentito di evidenziare che i fenomeni sono sporadici. Vengono commessi, senza il vincolo dell’associazione, da italiani e da stranieri, nella maggior parte dei casi studenti, di estrazione sociale media, senza precedenti penali e consistono per lo più nella perpetrazione di furti e danneggiamenti.
Sono stati evidenziati quali strumenti efficaci di contrasto: l’attività di prevenzione generale delle Forze di Polizia e la loro presenza nei luoghi maggiormente frequentati dai minori, l’educazione alla legalità posta in essere mediante campagne di sensibilizzazione e di formazione operate dalle Forze di Polizia nelle scuole, le azioni dirette a combattere il fenomeno della “dispersione” e dell’abbandono scolastico.
Il Prefetto ha posto altresì in risalto l’opera preventiva posta in essere dalla Questura che, conla DivisioneAnticrimine, rappresenta un punto fondamentale di ascolto e di intervento per situazioni di disagio giovanile legata a contesti familiari degradati o in difficoltà economiche.
È stato, infine, annunciato e programmato, a breve, un incontro con il Procuratore della Repubblica e con il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni per affrontare la problematica della prostituzione minorile e dei mezzi per contrastarla.
Pubblicato il :

 
Torna su