Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ancona

NOTIZIE

 

 Decreto divieto circolazione - Calendario anno 2016

Adottato il decreto che individua, sulla base degli indirizzi formulati dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, il calendario 2016 contenente le limitazioni alla circolazione dei veicoli di massa superiore ai 7,5 tonnellate.

I veicoli interessati sono quelli adibiti al trasporto di merci che nei giorni di divieto non potranno circolare fuori dai centri abitati.

Pubblicato il 28/12/2015 ultima modifica il 28/12/2015 alle 15:48:41

 COMUNICATO STAMPA - Giornata di studio sull´incidentalità stradale nelle Marche

 
Si è tenuta presso la Prefettura di Ancona una riunione congiunta degli Osservatori provinciali sugli incidenti stradali istituiti presso le Prefetture delle Marche, con la partecipazione di una rappresentanza delle Polizie Locali provenienti da tutta la regione.

La giornata di studio, coordinata dalla Dott.ssa Branca, responsabile dell’Osservatorio della Prefettura di Ancona, si è aperta con un saluto del Vice Prefetto Vicario di Ancona, Dott. Paolo De Biagi, e del dirigente della sede regionale dell’Istat, dott. Marco Ricci, cui ha fatto seguito la presentazione dei dati Istat, relativi agli incidenti stradali con esito mortale occorsi nell’anno 2014 sul territorio regionale.

Dall’elaborazione dei dati, realizzata dalla sede regionale dell’Istat ed illustrati dalla dott.ssa Stefania Taralli, è emerso che le Marche, che già rientravano tra le poche regioni che hanno conseguito l’obiettivo, fissato dal precedente piano di azione europeo 2003-2010, del dimezzamento degli incidenti stradali mortali entro il 2010, continuano il loro percorso positivo verso un’ulteriore riduzione percentuale, nonostante una congiunturale inversione di tendenza registrata nell’anno 2014 che ha fatto segnare un incremento del numero delle vittime, sia pure controbilanciato da una diminuzione del numero degli incidenti e dei feriti. Particolare attenzione è stata dedicata alle c.d. “fasce deboli”, ossia quegli utenti della strada particolarmente esposti al rischio di incidenti mortali, quali pedoni e conducenti di veicoli a due ruote.

La raccolta e l’elaborazione dei dati, come evidenziato dall’intervento del Comandante della Sezione Polizia Stradale di Ancona, lungi dal rimanere fine a se stessa, deve tradursi in un valido strumento operativo che consenta di addivenire alla predisposizione, da parte dell’Osservatorio di Ancona, di linee guida che forniscano utili indicazioni per ridurre l’incidentalità su alcuni tratti stradali rivelatisi particolarmente insidiosi.

Sempre nell’ottica della prevenzione, infine, si è svolto l’intervento della Prof.ssa Ionna, in rappresentanza dell’Ufficio Scolastico Regionale, che ha illustrato i programmi e le attività di educazione stradale svolti nelle scuole che hanno ottenuto risultati incoraggianti e l’apprezzamento di studenti e famiglie.

 
                                                L'ADDETTO STAMPA
Pubblicato il :

 
Torna su