Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ancona

NOTIZIE

 

 Sottoscritto "Protocollo d'intesa sulla Sicurezza Urbana" con il Comune di Osimo

Mercoledì 16 gennaio, in occasione della seduta del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica svoltasi presso il Palazzo Municipale di Osimo, è stato sottoscritto tra il Prefetto di Ancona Alfonso Pironti ed il Sindaco Stefano Simoncini il Protocollo d’intesa sulla Sicurezza Urbana.

Il Patto sancisce e tende a sviluppare, sotto l’azione coordinatrice del Prefetto, forme di collaborazione tra le Forze dell’Ordine Statale e la Polizia Locale.
Pubblicato il :

 Preoccupazioni per crisi economica. Incontro del Prefetto con le segreterie territoriali CGIL-CISL-UIL

Una delegazione delle segreterie territoriali CGIL-CISL-UIL di questa Provincia, ricevuta dal Prefetto, dott. Alfonso Pironti, ha rappresentato l’auspicio di interventi di sostegno all’occupazione nonché di allocazione di maggiori risorse per gli ammortizzatori sociali per scongiurare tensioni sociali anche gravi.

Similmente ad analoghe iniziative promosse in altre realtà del territorio nazionale nella stessa giornata, gli intervenuti hanno voluto sottolineare come il perdurare della crisi economica colpisca duramente questa Provincia (così come l’intera Regione Marche), strutturata sull’operosità di piccole e medie imprese che, da sempre, hanno costituito l’ossatura della produzione manifatturiera, apprezzata anche al di fuori dei confini nazionali.

Il Prefetto si è impegnato a notiziare la Presidenza del Consiglio dei Ministri ed il Ministero del Lavoro.

 

Pubblicato il :

 Ordinanza prefettizia PM10 Senigallia e Camerata Picena

In vigore da oggi, lunedì 18 febbraio 2013, l'ordinanza prefettizia per la limitazione del traffico per consentire la riduzione della concentrazione delle polveri sottili ed il miglioramento della qualità dell'aria nei comuni di Senigallia e Camerata Picena
Pubblicato il 18/02/2013 ultima modifica il 15/02/2013 alle 13:09:52

 Riunione 31 gennaio 2013 per eccessiva presenza cinghiali

La diffusa presenza di cinghiali su alcune aree del territorio provinciale, segnatamente su quelle ricadenti nel Parco Naturale del Conero e nel Parco Naturale Gola della Rossa e di Frasassi, é stato oggetto di una riunione tenutasi in questa Prefettura il 31 gennaio 2013, con l’intervento dei rappresentanti delle Istituzioni interessate tra i quali il Sindaco di Sirolo, il Presidente del Parco del Conero ed il Direttore di quello di Gola della Rossa, il Comandante del Corpo Forestale dello Stato ed altri, mirata a prevenire o quanto meno a contenere i riflessi che ne derivano sulla incolumità delle persone e sulla integrità dei beni.
E’ noto difatti che le cronache registrano periodicamente il verificarsi di incidenti stradali, alcuni anche con conseguenze di una certa gravità, determinati dall’attraversamento della carreggiata da parte di detti ungulati. Anche alcuni Sindaci di Comuni ricadenti nel territorio dei suddetti Parchi si sono più volte resi interpreti delle preoccupazioni dei propri amministrati, con riguardo oltre che ai pericoli per la circolazione stradale, anche ai danni per le colture e ai rischi connessi allo sconfinamento dei cinghiali nelle periferie dei centri abitati.
Ciò premesso, anche alla luce di quanto è emerso nella citata riunione, nel prendere atto degli sforzi in corso attraverso la pratica dell’abbattimento selettivo, il Prefetto ha richiamato i rappresentanti dei due Parchi ad una costante, rigorosa attenzione per il fenomeno in parola, all’uopo ponendo in essere ogni ulteriore misura diretta alla drastica riduzione del numero dei cinghiali stanziati specialmente sul territorio del Parco del Conero, se non al loro eradicamento, tenuto conto che si tratta di specie probabilmente non autoctona e, comunque, incompatibile con quel territorio, antropizzato ed interessato da un notevole flusso turistico e da coltivazioni.
In tale ottica, nella riunione di cui sopra, è stata esaminata la possibilità, tra l’altro, di conseguire, anche attraverso la concessione di incentivi, il concorso dei privati per la cattura di esemplari della ricordata specie e di intensificare il prelievo selettivo.
Ai rappresentanti della Amministrazione Provinciale è stato raccomandato di volersi adoperare affinché sia intensificato il posizionamento della cartellonistica verticale sulle strade provinciali indicante situazioni di pericolo (limiti di velocità, attraversamento di animali selvatici) nonché l’utilizzo di recenti tecnologie oppure cospargendo il terreno di sostanze odorose dei naturali predatori per prevenire l’attraversamento di tali animali.
Pubblicato il :

 Decreto revoca divieto circolazione mezzi pesanti

Decreto revoca divieto circolazione mezzi pesanti.
Pubblicato il 11/02/2013 ultima modifica il 19/02/2013 alle 18:34:09

 
Torna su