Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ancona

NOTIZIE

 

 Elezioni 2013 – Pubblicazione n.5 'Istruzioni per la presentazione e l'ammissione delle candidature'

Il Ministero dell'Interno - Direzione Centrale dei Servizi Elettorali ha diffuso le ‘Istruzioni per la presentazione e l’ammissione delle candidature’ relative all’elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale
Pubblicato il 16/04/2013 ultima modifica il 20/04/2011 alle 09:33:04

 Esito del procedimento di estrazione della banca dati revisori

In data 4 aprile si è svolto il sorteggio per procedere alla nomina di un revisore per l’Unione dei Comuni della Media Vallesina.
Pubblicato il 12/04/2013 ultima modifica il 12/04/2013 alle 08:44:33

 Elezioni Amministrative 2013 - Attribuzione dell'elettorato attivo e passivo ai cittadini dell'UE residenti in Italia

Si rammenta che il decreto legislativo 12 aprile 1996, n. 197, ha recepito la direttiva comunitaria che prevede l’attribuzione dell’elettorato attivo e passivo, alle elezioni comunali e circoscrizionali, ai cittadini dell’Unione europea residenti in Italia, equiparandoli, per tale verso e a tutti gli effetti, ai cittadini italiani.

Com’è noto, oltre all’Italia, i paesi che fanno parte dell’Unione europea sono i seguenti: Austria, Belgio, Bulgaria, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna (Regno Unito), Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica di Cipro, Repubblica di Malta, Repubblica Slovacca, Romania, Slovenia, Spagna,Svezia e Ungheria.

Partecipazione al voto dei cittadini dell’Unione europea residenti in Italia per l’elezione diretta del Sindaco e del Consiglio Comunale (D. Lgs. 12 aprile 1996, n. 197).

  I cittadini di un altro Paese dell’Unione europea, residenti nei comuni di ANCONA – CHIARAVALLE – FALCONARA MARITTIMA – MORRO D’ALBA – OSTRA VETERE, qualora intendano partecipare alle elezioni del Sindaco e del Consiglio Comunale, previste nei giorni 26 e 27 maggio 2013, con eventuale turno di ballottaggio nei giorni 9 e 10 giugno 2013, dovranno presentare presso il Comune di residenza - ove non l’abbiano già fatto nello stesso o in altro Comune italiano - domanda di iscrizione nell’apposita lista elettorale aggiunta entro il quinto giorno successivo a quello dell’affissione del manifesto di convocazione dei comizi elettorali e cioè entro il termine perentorio di martedì 16 aprile 2013.

Le domande presentate oltre tale data non potranno essere accolte.

Presentazione delle candidature dei cittadini dell’Unione europea residenti in Italia per l’elezione diretta del Sindaco e del Consiglio Comunale (D. Lgs. 12 aprile 1996, n. 197).

  I cittadini dell’Unione europea, che intendano presentare la propria candidatura a consigliere comunale (essendo riservate ai cittadini italiani le cariche di sindaco e di vice sindaco), devono produrre, all’atto del deposito della lista dei candidati e in aggiunta a tutta la documentazione richiesta per i cittadini italiani dal decreto del Presidente della Repubblica 16 maggio 1960, n. 570, e dalla legge 25 marzo 1993, n. 81, i seguenti altri documenti fissati dall’art.5 del decreto legislativo 12 aprile 1996 n. 197:

 

  1. una dichiarazione contenente l’indicazione della cittadinanza, dell’attuale residenza e dell’indirizzo nello Stato di origine;
  2. un attestato, in data non anteriore a tre mesi, rilasciato dall’autorità amministrativa competente dello Stato membro di origine, dal quale risulti che non sono decaduti dal diritto di eleggibilità.
  3. I cittadini dell’Unione europea – ove non siano stati iscritti nelle liste elettorali aggiunte del comune di residenza – devono presentare un attestato dello stesso comune dal quale risulti che la domanda di iscrizione nelle liste elettorali aggiunte sia stata presentata nel termine stabilito dall’articolo 3, comma 1, del decreto legislativo 12 aprile 1996, n. 197, cioè non oltre il quinto giorno successivo a quello in cui è stato affisso il manifesto di convocazione di comizi elettorali (16 aprile 2013).
La commissione elettorale circondariale comunica agli interessati le decisioni relative all’ammissione della candidatura, con l’espressa avvertenza, in caso di ricusazione della stessa, che essi possono avvalersi delle forme di tutela giurisdizionale previste dalle norme vigenti.
Pubblicato il :

 
Torna su