Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ancona

NOTIZIE

 

 Comunicato stampa - Concluse le operazioni di bonifica degli ordigni al fosforo rinvenuti nell’area portuale di Ancona

Si sono concluse positivamente le complesse operazioni di bonifica degli ordigni residuati bellici al fosforo rinvenuti nel porto di Ancona.
L'intervento è stato realizzato con due distinte modalità.
Per quanto concerne i 4 proiettili di artiglieria, si è seguita la procedura ordinariamente utilizzata dagli artificieri dell’Esercito, ossia la bonifica in luogo isolato. In questo caso, all’uopo è stata individuata una cava sita nel comune di Jesi e, conseguentemente, è stato predisposto il relativo dispositivo di sicurezza che ha riguardato la viabilità circostante e la vigilanza affinché fosse allontanata dall’area qualsiasi persona estranea alle operazioni.
Per quanto riguarda, invece, la bonifica delle 4 bombe d’aereo da 100 lbs, è stata seguita una procedura che può essere sicuramente considerata innovativa in questo campo.
Infatti, la intrasportabilità degli ordigni (dovuta al pessimo stato di conservazione in cui sono stati rinvenuti), ha reso impraticabile la procedura ordinaria sopra descritta. Inoltre, le complesse problematiche di carattere ambientale emerse nel corso della lunga istruttoria, connesse agli effetti tossici dovuti allo sprigionarsi dei fumi di fosforo che avrebbero potuto interessare l’intero abitato di Ancona, hanno indotto a ricercare una diversa e, si può dire, creativa soluzione: effettuare la bonifica in mare aperto.
Per realizzare tale soluzione si è fatto ricorso ad un pontone sul quale è stato montato un manufatto che fungeva da cassa di contenimento dell’ordigno. Una volta rimorchiato e ormeggiato al largo il pontone (a circa 3,5 miglia dalla costa), seguiva il trasporto dell’ordigno che veniva fatto brillare, dopo essere stato posizionato all’interno del manufatto, utilizzando un comando in remoto.
Tutte le attività, sia quelle effettuate in mare aperto che quelle effettuate all’interno di una cava sita nel Comune di Jesi, hanno visti impegnati, per ben 10 giorni, gli artificieri del Reggimento Genio Ferrovieri di Castel Maggiore (BO) e del Nucleo Sdai di Ancona, coordinati per le operazioni in mare dalla locale Capitaneria di Porto.
Hanno fornito il loro supporto alle operazioni l’Autorità Portuale, la Centrale 118 di Ancona, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, i Comuni di Ancona e Jesi, il Centro funzionale multirischi della Regione Marche e l’ENAC.
Pubblicato il :

 Comunicato Stampa - Operazioni di brillamento bombe al fosforo rinvenute in area portuale di Ancona

Dalla prima mattinata di domani 24 giugno riprenderanno al largo di Ancona, condizioni meteo marine permettendo, le operazioni di brillamento delle restanti tre bombe d’aereo al fosforo da100 libbre rinvenute nell’area portuale.

Le operazioni si svolgeranno su un pontone appositamente realizzato ed attrezzato dall’Autorità Portuale ed ormeggiato al largo, allo scopo di poter effettuare il brillamento della bomba e successiva combustione del fosforo in totale sicurezza.

Nelle operazioni saranno impegnati, sotto il controllo della Prefettura di Ancona, il nucleo SDAI della Marina Militare ed il Reggimento Genio Ferrovieri dell’Esercito di Bologna, con la collaborazione del personale sanitario dell’Area Vasta 2 e con il coordinamento in mare della Capitaneria di Porto di Ancona.

Nel caso in cui le condizioni del mare non dovessero consentire domani lo svolgimento dell’intervento, le operazioni saranno effettuate nei prossimi giorni, appena possibile.
 
In parallelo, continua anche l’attività di smaltimento, presso una cava sita nel comune di Jesi, dei 4 proiettili di artiglieria al fosforo rinvenuti insieme alle bombe d’aereo.

 
                          
Pubblicato il :

 ACTION DAY – DATI E NOTIZIE DAL MINISTERO DELL’INTERNO

Il Ministero dell’Interno – Dipartimento P.S. in occasione dell’“Action Day” promosso dall’Europol, nelle giornate del 21 e 22 maggio scorso, ha divulgato, nell’allegata scheda, le notizie concernenti i furti di rame e le sinergiche attività svolte dai Prefetti, Forze di Polizia, Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, per contrastare detto fenomeno criminoso ed i conseguenti risultati ottenuti.
 
 
                                                                              IL CAPO GABINETTO
                                                                                     (Buzzanca)
Pubblicato il 17/06/2014 ultima modifica il 07/07/2014 alle 16:29:33

 ABROGATA LA COMPILAZIONE DEI “MODELLI G.A.P.” (Gestione Appalti Pubblici)

Il Ministero dell’Interno, con direttiva del 16/05/2014, ha implicitamente abrogato l’obbligo di compilazione dei moduli ”Gare di appalto”, cosiddetti “Modelli G.A.P”.
 
Secondo l’interpretazione del Ministero l’obbligo di compilazione dei “Modelli G.A.P.” è stata superata dalla evoluzione normativa nonché dai Protocolli d’Intesa stipulati tra il Ministero dell’Interno e l’Autorità per la Vigilanza sui Lavori Pubblici (A.V.C.P).
 
 
                                                                                            IL CAPO GABINETTO
                                                                                                  (Buzzanca)
Pubblicato il :

 Elezioni Amministrative 2014 - Ballottaggio Comune Osimo

L'affluenza alla chiusura delle urne è del 51,32%.
 
L'affluenza alle urne delle ore 19.00 è del 32,63%.
 
L'affluenza alle urne delle ore 12.00 è del 13,78%.
 
Tutte le 33 sezioni del Comune di Osimo si sono regolarmente insediate.
 
Gli elettori interessati sono:
- Maschi:      14455
- Femmine:   15250
- Totale:       29705
 
 
 
Pubblicato il :

 2 giugno “Festa della Repubblica”

Le celebrazioni della Festa della Repubblica ad Ancona, hanno preso avvio nella mattinata del 2 giugno con le deposizioni delle corone di alloro al Monumento ai Caduti da parte del Prefetto, Alfonso Pironti, accompagnato dal Sindaco di Ancona Valeria Mancinelli e dall’Ammiraglio Gerald Talarico, alla presenza delle massime Autorità, della cittadinanza e di una rappresentanza di studenti della provincia.
 
Il Prefetto Pironti dopo la lettura del messaggio del Ministro della Difesa e del Capo dello Stato indirizzato ai Prefetti, ha rivolto il proprio personale saluto alla comunità anconetana.
 
Le celebrazioni sono proseguite presso il Palazzo del Governo, dove il Prefetto ha consegnato le Medaglie d’Onore conferite dal Presidente della Repubblica a cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra e le Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana a diciassette cittadini di questa provincia.
 
La cerimonia è iniziata con l’ascolto dell’Inno d’Italia magistralmente eseguito dal soprano Federica Balucani accompagnata al pianoforte dal M° Andrea Bicego.
 
Il Prefetto Pironti ha ricordato a tutti i presenti l’iter storico che 68 anni fa portò alla scelta della forma di governo della Repubblica e poi della Costituzione.
 
Il senso della celebrazione odierna è – ha continuato il Prefetto – la condivisione di quei valori nei quali ciascuno di noi si riconosce oltre le distinzioni e le contrapposizioni culturali ed ideologiche.
 
A tutti quei connazionali che furono deportati nei lager, ha infine aggiunto Pironti, va un particolare riconoscimento perché seppero dare prova di attaccamento ai valori nazionali di altissima dignità ed anche sul loro esempio è stata fondatala Repubblica.
 
La cerimonia è proseguita con omaggi musicali di grande effetto, affidati alla voce e alle mani di Federica Balucani e Andrea Bicego, che sono riusciti a regalare e a creare una atmosfera di grande emozione.
 
 
                                                                                  IL CAPO GABINETTO
                                                                                        (Buzzanca)
 
 
 
 
 
 
   02062014_1         02062014_2
 
 
 
 
Pubblicato il 03/06/2014 ultima modifica il 17/06/2014 alle 08:57:35

 
Torna su