]]>

Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ancona

NOTIZIE

 

 AVVISO – Consultazione Bollettino anno 2012 (redditi 2011) “Dichiarazioni patrimoniali titolari cariche elettive e direttive di alcuni enti”

Si comunica che presso l'Ufficio di Raccordo Enti Locali di questa Prefettura, sito in via Matteotti n. 46, è consultabile, su supporto informatico, il bollettino relativo all'anno 2012 (redditi 2011) concernente le dichiarazioni patrimoniali e reddituali di titolari di cariche elettive e direttive di alcuni Enti, redatto ai sensi della Legge 5.07.1982, n. 441.
La consultazione, ammessa a chiunque abbia interesse, potrà essere effettuata tramite appuntamento da fissare utilizzando - nei giorni di lunedì, martedì e giovedì, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 - i seguenti recapiti telefonici:
  • Dr.ssa Maria Teresa Gemelli   071.2282432;
  • Sig. Avelino Scalpelli               071.2282647. 
Il richiedente, previa annotazione in apposito registro, potrà visionare gli atti richiesti senza possibilità di estrarne copia, secondo le modalità prescritte dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri così come riportate dal Ministero dell'Interno con circolare n. 4 dell'11 gennaio 1996.
Pubblicato il 29/08/2013

 Comunicato Stampa - Incontro del Consiglio Territoriale dell'Immigrazione

Ieri 27 agosto u.s., presso la Prefettura di Ancona, si è tenuto un incontro del Consiglio Territoriale per l'Immigrazione, organismo di coordinamento di carattere provinciale previsto dall'art. 3 co. 6 del T.U. sull'immigrazione del 1998 e disciplinato dall'art. 57 del Regolamento di attuazione, avente principalmente compiti di analisi delle esigenze e di promozione degli interventi da effettuare a livello locale a favore degli immigrati.
 
Al tavolo erano presenti le diverse componenti istituzionali, Enti Locali, Forze dell'Ordine, Sindacati, A.S.U.R., mondo dell'associazionismo, ecc., a cui sono state enunciate le modalità di partecipazione a bandi del Ministero dell'Interno tesi ad ottenere i fondi europei per l'integrazione degli immigrati (F.E.I) e per i rifugiati (F.E.R.).
 
Il Consiglio Territoriale per l'Immigrazione si è confermato ancora una volta valido strumento di collaborazione e di referente informativo per il territorio provinciale.
 
Si è in particolare posto l'accento sulla necessità che i progetti vengano presentati in collaborazione e sinergia tra più enti ed associazioni al fine di evitare duplicazioni e dispersioni di risorse.
 
Maggiori informazioni sui fondi in questione e sui fondi cd. U.N.N.R.A., destinati invece a finanziare progetti destinati a persone anziane e disabili, possono rinvenirsi nel sito della Prefettura di Ancona e del Ministero dell'Interno (www.interno.gov.it).
 
                                                                          IL CAPO UFFICIO STAMPA
                                                                                CAPO GABINETTO
                                                                                     (Buzzanca)
Pubblicato il 28/08/2013

 Istituzione della White List

A decorrere dal 14 agosto è stata istituita presso la Prefettura di Ancona la white list delle imprese; i fornitori, i prestatori di servizi e gli esecutori delle attività più a rischio potranno chiedere alla Prefettura l'inserimento nella lista.
Il titolare dell'impresa o il suo legale rappresentante potrà chiedere per via telematica, attraverso la posta elettronica certificata (protocollo.prefan@pec.interno.it) l'iscrizione nell'elenco, indicando i settori di attività.
La Prefettura rilascerà il relativo nullaosta, con conseguente iscrizione nell'elenco, dopo avere effettuato le necessarie verifiche.
I settori di attività interessati, per i quali è possibile chiedere l'iscrizione, sono stati individuati nel trasporto di materiali a discarica per conto terzi, nel trasporto anche trasfontaliero e smaltimento di rifiuti sempre per conto terzi, nell'estrazione, fornitura e trasporto di terra e materiali inerti, nel confezionamento, fornitura e trasporto di calcestruzzo e bitume, nei noli a freddo di macchinari, nella fornitura di ferro lavorato, nei noli a caldo, nell'autotrasporto per conto terzi e nella guardiania dei cantieri.
L'iscrizione nell'elenco è volontaria e conserva efficacia per 12 mesi.
Per le imprese iscritte nella white list, per il periodo in cui l'iscrizione conserva la sua efficacia, non dovrà essere più richiesta la certificazione antimafia.
Le modalità per chiedere le iscrizioni sono indicate nell'apposita circolare pubblicata nel sito istituzionale della Prefettura (www.prefettura.it/ancona) nella sezione "White List" ed inviata altresì alla Regione, alla Provincia, ai Comuni, alla Camera di Commercio, all'Unione degli Industriali ed all'ANCE.
Pubblicato il 20/08/2013

 Fondo Europeo per i Rifugiati – Annualità 2013

L'Autorità Responsabile del Fondo Europeo per i Rifugiati - Direttore Centrale dei Servizi Civili per l'Immigrazione e l'Asilo del Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione - ha adottato un nuovo avviso pubblico per la presentazione di progetti a valenza territoriale finanziati dal Fondo Europeo per i Rifugiati:
- Azione 1 programma annualità 2013, "interventi finalizzati all'integrazione socio-economica dei titolari di protezione internazionale (non appartenenti a categorie vulnerabili)".
- Azione 4 "Interventi di riabilitazione e integrazione socio - economica rivolti ai titolari di protezione internazionali vulnerabili".
I soggetti proponenti potranno presentare delle proposte progettuali esclusivamente con procedura telematica predisposta dal Ministero dell'Interno sul sito https://www.fondisolid.interno.it a partire dalle ore 12.00 del 30 agosto fino alle ore 16.00 del 30 settembre 2013. A tal fine i soggetti proponenti dovranno dotarsi di casella di posta elettronica certificata (PEC) e firma digitale e dovranno effettuare le registrazioni sul suddetto sito.
Per informazioni sulla presentazione delle proposte progettuali si può consultare il link del Ministero dell'Interno - Fondo Europeo per i Rifugiati
Pubblicato il 19/08/2013

 FEI Fondo Europeo per l’Integrazione di cittadini di paesi terzi nell’ambito del programma annuale 2013

La direzione centrale per le politiche dell'immigrazione e dell'asilo del Ministero dell'Interno, autorità di gestione del Fondo europeo per l'integrazione di cittadini di paesi terzi (Fei), ha pubblicato degli avvisi per la realizzazione di progetti a valenza territoriale finanziati dal Fondo, Programma annuale 2013, per un totale di 16.800.000 euro.
Le proposte progettuali dovranno essere inviate - esclusivamente per via telematica tramite posta elettronica certificata (Pec) e con firma digitale - attraverso il sito https://www.fondisolid.interno.it/, a partire dalle ore 12 del 30 agosto fino alle ore 16 del 30 settembre 2013.
Gli avvisi pubblici riguardano le seguenti Azioni del Programma Fei 2013:
-Azione 1 - 'Formazione linguistica ed educazione civica' (euro 1.500.000,00);
-Azione 3 - 'Integrazione scolastica e inclusione sociale dei giovani stranieri' (euro 4.000.000,00);
-Azione 4 - 'Integrazione e famiglia' (euro 600.000,00);
-Azione 6 - 'Mediazione sociale, linguistica ed interculturale' (euro 5.000.000,00);
-Azione 7 - 'Dialogo interculturale ed empowerment delle associazioni straniere' (euro 1.000.000,00);
-Azione 9 - 'Capacity building' (euro 3.700.000,00);
-Azione 10 - 'Scambio di esperienze e buone prassi' (euro 1.000.000,00).
Tutti gli importi includono l'IVA.
Per informazioni sulla presentazione delle proposte progettuali si può consultare il link del Ministero dell'Interno - Fondi Unione Europea
Pubblicato il 19/08/2013

 Fondo UNRRA: 2.200.000 euro per soggetti che si trovano in condizioni di marginalità sociale

Emanata la direttiva per l'assegnazione dei fondi. Le domande devono essere presentate tramite il web a partire dalle ore 12,00 del 28 agosto 2013 fino alle ore 12,00 del 27 settembre 2013.

Con direttiva in data 23 luglio 2013 il Ministro dell'Interno ha determinato per il 2013 gli obiettivi generali, i programmi prioritari, nonché i criteri per l'assegnazione dei contributi per complessivi € 2.200.000,00 così ripartiti:

-   € 1.200.000,00 per il finanziamento di iniziative presentate da enti pubblici

-   € 1.000.000,00 per il finanziamento di iniziative presentate da organismi privati.

I contributi sono destinati ad interventi socio-assistenziali in favore di persone che si trovano in condizioni di marginalità sociale, o per servizi di assistenza domiciliare per anziani e disabili che si trovano in stato di bisogno.

Le domande di contributo devono essere presentate attraverso il web utilizzando esclusivamente il portale https://fondounrra.dlci.interno.it a partire dalle ore 12,00 del giorno 28 agosto 2013 fino alle ore 12,00 del giorno 27 settembre 2013.

La circolare n.1/2013 del 7 agosto 2013 pubblicata unitamente ai manuali sul sito http://www.interno.gov.it - Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione - sezione "Bandi di gara", fornisce le indicazioni sulle modalità di presentazione delle domande di contributo.

 
Pubblicato il 19/08/2013

 Comunicato Stampa - Situazione di "mezza estate". Riunione sull'ordine e sicurezza pubblica

Si è svolto quest'oggi in Prefettura un incontro sulla situazione dell'ordine e sicurezza pubblica, presieduto dal Viceprefetto Vicario Antonio Corona, cui hanno preso parte, oltre ai rappresentanti delle Forze di Polizia, il Commissario Straordinario dell'Amministrazione Provinciale di Ancona e i Sindaci dei Comuni rivieraschi (Ancona, Falconara Marittima, Montemarciano, Numana, Senigallia e Sirolo).
 
Nelle intenzioni, che hanno trovato pieno riscontro negli interventi di tutti gli esponenti degli Enti locali, l'idea di pensare l'intera fascia costiera della provincia come un unicum, una sorta di unitario "distretto del mare", e di considerarla perciò come tale nella disamina delle problematiche all'ordine del giorno.
 
Nella circostanza, oggetto della riunione è stato lo svolgimento di un punto di situazione di "mezza estate" sulla "questione sicurezza" anche attraverso l'esame dei dati relativi ai delitti commessi nel territorio rivierasco.
 
L'andamento riscontrato, pone in rilievo un trend in diminuzione del 25,8% rispetto al medesimo periodo considerato (giugno-luglio) del decorso anno 2012.
La tendenza positiva è un risultato decisamente lusinghiero che, al contempo, deve costituire obiettivo da consolidare ed ampliare nel futuro, per assicurare e garantire, a cittadini e turisti presenti nelle località costiere della provincia, le condizioni di una ottimale e serena qualità della vita quotidiana.
 
Ciò, infatti, può altresì costituire senza dubbio un importante elemento di attrattiva del territorio e quindi contribuire alla tenuta e allo sviluppo del suo tessuto economico e produttivo.
 
"Le Istituzioni non vanno in vacanza" - ha tenuto a sottolineare il Viceprefetto Corona - e l'occasione di oggi non solo ne è la riprova ma anche segno tangibile di un costante e determinato impegno teso a rinsaldare ancor di più il rapporto di fiducia dei Cittadini nei confronti delle Istituzioni.
 
Il monitoraggio odierno dei fenomeni criminosi è finalizzato alla valutazione delle attività messe in campo e all'approntamento di ogni eventuale, utile miglioramento per renderle sempre più maggiormente efficaci.
 
I Sindaci e il Commissario Casagrande hanno espresso piena soddisfazione per l'operato delle Forze di Polizia e per l'efficacissimo ruolo svolto dal Prefetto Alfonso Pironti nella attività di coordinamento nonché di promozione ed attuazione di proficuo dialogo tra le diverse istanze istituzionali, volte a conseguire la realizzazione del migliore sistema sinergico.
 
Si allegano infine i dati dei delitti commessi, relativi al c.d. "distretto del mare", che sono stati comunicati al termine della riunione agli Organi di informazione intervenuti.
 
                                                                                                       IL CAPO GABINETTO
                                                                                    (Buzzanca)
 
 
                                                                                                                                                                                                         
Pubblicato il 14/08/2013

 Visita del Sottosegretario di Stato di Stato On.le Gianpiero Bocci

Questa mattina il Sottosegretario di Stato all'Interno On.le Gianpiero BOCCI, accompagnato dal Capo del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, Prefetto Francesco Paolo TRONCA, si è recato in Prefettura per un incontro con il Prefetto della provincia di Ancona, Alfonso PIRONTI, ed i rappresentanti provinciali delle Forze dell'Ordine e dei Vigili del Fuoco.
La riunione si è svolta, alle ore 9.30, nel salone di rappresentanza del Palazzo del Governo, in un clima di grande cordialità, ove sono state trattate le tematiche di maggior rilevanza relative al territorio locale, dell'ordine e della sicurezza pubblica, di protezione civile, nonché le problematiche connesse alla realtà economico-produttiva, attesa anche la particolare, contingente situazione socio-economica, che potrebbe costituire motivo di tensioni sociali. Il Sottosegretario Bocci, ha ringraziato il Prefetto e le Forze dell'Ordine per il costante lavoro svolto in proficua sinergia e con spirito di leale collaborazione istituzionale per la tutela della collettività.

Il Sottosegretario ha continuato, con il Capo Dipartimento Prefetto Tronca, la visita presso la Direzione Regionale dei Vigili del Fuoco per le Marche, incontrando i Comandanti Provinciali dei Vigili del Fuoco della Regione, per poi proseguire la visita al locale Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.

Successivamente unitamente al Prefetto Pironti si è recato a Monterado dove ha incontrato i sindaci dei Comuni di Castel Colonna, Monterado e Ripe - che recentemente a seguito di referendum consultivo - si sono fusi nell'istituendo comune di "Trecastelli". Presenti anche il Commissario Straordinario della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande Esposto, il Consigliere Regionale Enzo Giancarli e l'On. Emanuele Lodolini.

Il Sottosegretario ha garantito il sostegno suo personale e dell'Amministrazione dell'Interno per l'ulteriore corso della costituzione del nuovo Comune e per favorire il suo sviluppo socio-economico.

                                                                                     IL CAPO GABINETTO
                                                                                            (Buzzanca)
Pubblicato il 05/08/2013

 Tavolo di coordinamento attività di vigilanza e controllo comparto agroalimentare e della pesca

Il Ministero dell'Interno, con la circolare del 4 luglio scorso, ha richiamato l'attenzione sull'importanza del comparto agroalimentare e della pesca evidenziando che lo stesso rappresenta un settore produttivo tradizionalmente importante per l'economia del nostro Paese.
 
Per la tutela dei consumatori e la conseguente protezione delle eccellenze alimentari, risulta di particolare importanza assicurare adeguate attività di vigilanza e controllo, finalizzate prevenire gli abusi e sanzionare e irregolarità, nonché a prevenire e contrastare i fenomeni criminali e gli interessi illeciti che possono coinvolgere i settori della produzione agricola e alimentare, inscindibilmente legati all'utilizzo del territorio.
 
A tal riguardo si è avvertita l'esigenza di dare vita ad un confronto teso a far sì che le attività ispettive, nei settori agroalimentare e della pesca, siano improntate a criteri di razionalità, trasparenza ed uniformità, sull'intero territorio nazionale.
 
Per assicurare un'azione condivisa programmata delle attività ispettive alle quali sono istituzionalmente proposti molteplici soggetti ed organismi, al fine di poter esercitare funzioni di prevenzione e contrasto delle attività criminali e garantire un attento e costante monitoraggio dei fenomeni che avvengono sul territorio. In data odierna il Prefetto di Ancona ha presieduto una apposita riunione alla quale hanno preso parte i Rappresentanti di Regione, Provincia, Questura, Carabinieri, NAS, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato, Vigili del Fuoco, Capitaneria di Porto, Camera di Commercio, Direzione Territoriale del Lavoro, Ispettorato Centrale Tutela Qualità e Repressione Frodi dei Prodotti Agroalimentare e Azienda ASUR.
 
Il Prefetto ha ritenuto di costituire un dedicato tavolo di coordinamento ristretto agli Enti preposti ai controlli sulla produzione e distribuzione dei prodotti agroalimentari e della pesca, a cui prenderanno parte i Rappresentanti della Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato, Capitaneria di Porto, Ispettorato Centrale Tutela Qualità e Repressione Frodi dei Prodotti Agroalimentare, Azienda Sanitaria - Servizio Igiene Alimenti di origine animale e Servizio Alimenti Vegetali - e ASSAM, affinché attraverso l'interscambio conoscitivo si possa istituire una checklist per la valutazione dei rischi, propedeutica per il richiesto monitoraggio e garantire razionalizzazione nello svolgimento dei controlli.
 
 
                                                                                                    IL CAPO GABINETTO
                                                                                                               (Buzzanca) 
                                                                       

Pubblicato il 01/08/2013

INVIA
Torna su