Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ancona

NOTIZIE

 

 Operazioni di bonifica ordigno bellico - Ancona 20 gennaio 2019

Alle ore 15.53 di oggi, con il brillamento nella cava di Jesi si sono concluse, con esito positivo, le operazioni di bonifica dell'ordigno bellico rinvenuto nello scalo ferroviario di Ancona .

Il brillamento è stato preceduto dall'operazione di disinnesco, eseguita in Ancona dal Genio ferrovieri dell'Esercito Italiano, che ha richiesto circa 4 ore e si è conclusa alle 13.20.

Dalle ore 14.00, orario in cui l'ordigno reso inerte ha lasciato il territorio del Capoluogo, è stato consentito il rientro a casa della popolazione.

Il Prefetto di Ancona Antonio d'Acunto ha espresso la sua soddisfazione per il regolare andamento della complessa operazione, che è stata seguita sin dalle ore 5.00 di stamattina dall'Unità di Crisi appositamente costituita.

Il Prefetto ha altresì inteso ringraziare gli Artificieri dell'Esercito, il comune di Ancona e tutti gli enti che hanno partecipato alle attività, nonché la popolazione anconetana per lo spirito di collaborazione manifestato.
 
Ancona, 20 gennaio 2019

 

                                                                           L'ADDETTO STAMPA
 
 


Pubblicato il :

 Riunione di coordinamento operazioni di bonifica ordigno bellico prevista per il 20 gennaio 2019

Nella mattina di oggi, su convocazione del Prefetto di Ancona Antonio D'Acunto, si è nuovamente riunito il Gruppo di lavoro che coordina le attività connesse alla bonifica dell'ordigno bellico, a cura del Reggimento Genio Ferrovieri dell'E.I, prevista per domenica 20 gennaio p.v.

In particolare il Comune di Ancona ha illustrato il piano di evacuazione dell'area di sicurezza, avente 800 metri di raggio , che coinvolge circa 12.000 cittadini, con il connesso dispositivo di trasporto pubblico ed accoglienza per le persone che intenderanno fruire delle tre strutture individuate per l'occasione. Specifici servizi di assistenza saranno previsti per le persone disabili, a cura del servizio sanitario regionale.

La comunicazione alla popolazione del piano di evacuazione è avvenuta mediante una capillare diffusione di avvisi redatti anche in cinque lingue straniere (inglese, francese, spagnolo, arabo e bengalese), attesa la presenza di comunità straniere nel centro storico, e l'istituzione di due numeri telefonici dedicati.

Durante le operazioni sarà sospeso il traffico ferroviario, dalle ore 9,00 alle ore 19,00. È stato altresì disposto il divieto di approdo per i traghetti, così come il divieto di stazionamento di automezzi pesanti nei parcheggi portuali, attesa la vastità dell'area.

Nella giornata la zona oggetto di sgombero verrà presidiata dalle Forze dell'ordine - come convenuto in sede di Comitato - che attueranno rafforzati servizi di ordine e sicurezza pubblica rivolti in particolare alla prevenzione di atti predatori.

Il complesso delle operazioni sarà coordinato, il giorno 20 gennaio 2019, dall' Unità di Crisi presieduta dalla Prefettura e composta da rappresentanti del Comune, del Genio Militare, della Protezione civile, delle forze di polizia, Vigili del Fuoco, servizio sanitario, RFI e da altri enti interessati.

Al termine della riunione si è svolto un incontro con la stampa, nel quale il Prefetto D'Acunto ha sottolineato la complessità delle operazioni, che hanno coinvolto una pluralità di enti, volte alla tutela della incolumità dei cittadini.

Ancona, 10 gennaio 2019

 

L'ADDETTO STAMPA
 
Sotto la mappa dell'area di sgombero
 
 
Pubblicato il 10/01/2019
Ultima modifica il 10/01/2019 alle 18:04:02

 Meteo - Riunione Comitato Operativo per la viabilità

Si è riunito anche oggi in Prefettura il Comitato Operativo per la viabilità (C.O.V.) per una analisi della situazione delle condizioni meteo della Provincia.

Il predetto Comitato è in contatto con il Centro operativo Viabilità Italia per un attento monitoraggio delle condizioni. 

                                                                           L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il :

 
Torna su