Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Alessandria

Test italiano per permesso CE lungo periodo

CONVOCAZIONI IN VIA TELEMATICA PER IL TEST DI ITALIANO
 

A partire dalle sessioni del mese di giugno 2014, saranno effettuate esclusivamente in via telematica le convocazioni per sostenere il test di conoscenza della lingua italiana , il cui superamento è necessario per richiedere il permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.

La convocazione verrà effettuata all'indirizzo mail indicato dal cittadino straniero nell'istanza, il cui inserimento nel form di richiesta on line è stato reso obbligatorio dal mese di febbraio 2014: l'utilizzo della modalità telematica consente di informare in tempo reale l'interessato della data in cui dovrà sostenere le prove, con evidente vantaggio per il cittadino straniero e, contestualmente, un notevole risparmio sulle spese postali da parte dell'Amministrazione.
Alessandria, 23 maggio 2014

ELENCO CONVOCAZIONI PER TEST ITALIANO:
 
 
Anno 2018
 
 
 
ALLEGATI GENERALI:
Scarica il documentoAPPUNTI RICAVATI DAL VADEMECUM MINISTERIALE PER I TEST PERM. SOGGIORNO

Prova d'interazione orale
 
Il testo della comunicazione ministeriale prot. 463 del 20/02/2012, che integra la procedura originale, prevede l'introduzione di una ulteriore prova definita " prova integrativa/suppletiva " per le persone dichiarate " analfabeta funzionale ".
 
La chiara disposizione introduce una prova di interazione orale che integra la prevista prova e supplisce ovvero sostituisce quella di interazione scritta di cui ha uguale punteggio di valutazione.
 
La Commissione provinciale, di concerto con l'U.S.T. e l'Area Immigrazione e Diritti Civili della Prefettura, convergono sulla seguente procedura per l'erogazione dei test a far luogo dall'8 giugno (prima data utile nella sede di Alessandria):
-       tutti i Candidati dovranno, all'atto del riconoscimento, dichiarare l'eventuale condizione di "analfabeta funzionale" coadiuvati in questa scelta dai Commissari presenti al riconoscimento ;
-       tutti i Candidati dovranno sostenere l'intera prova e, solo quelli che ne hanno precedentemente fatto richiesta , sosterranno anche la prova integrativa avendo raggiunto nelle precedenti prove un punteggio minimo di 45 (indicativamente 5/6 risposte errate sulle 20 delle prove di ascolto e di lettura);
-       la prova integrativa, in analogia alle prassi per l'erogazione delle prove orali di livello A2 adottate dagli Enti certificatori, consisterà in una interazione orale (conversazione faccia a faccia bidirezionale con l'esaminatore) la cui valutazione, per un massimo di 35 punti, sostituirà la valutazione della sola prova di interazione scritta.
 

Per un esempio di prova scaricare l'allegato relativo.

  
Vademecum

(ai sensi della nota n 8571 del 16 Dicembre 2010 del Ministero dell'interno)
Indicazioni tecnico-operative per la definizione dei contenuti delle prove che compongono il test, criteri di assegnazione del punteggio e durata del test. (consultare l'allegato relativo)

APPUNTI RICAVATI DAL VADEMECUM MINISTERIALE PER I TEST PERM. SOGGIORNO
(consultare l'allegato relativo)

Un test di italiano necessario per ottenere il "permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo".

Il Ministero dell'Interno, di concerto con il Ministro dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca,  con decreto del 4 giugno 2010 (allegato a fondo pagina) , pubblicato sulla gazzetta ufficiale l'11 giugno 2010 n. 134, ha fissato le modalità di svolgimento del test di conoscenza della lingua italiana il cui superamento consentirà il rilascio del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo.
Il decreto entrerà in vigore il 9 dicembre 2010. A partire da questa data,  per ottenere il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, sarà necessario superare un esame di lingua italiana. Il test - si legge - dovrà verificare "un livello di conoscenza della lingua italiana che consente di comprendere frasi ed espressioni di uso frequente in ambiti correnti, in corrispondenza al livello A2 (consultare l'allegato relativo) del Quadro comune di riferimento europeo per la conoscenza delle lingue approvato dal Consiglio d'Europa".
La richiesta di partecipazione alla prova dovrà essere presentata "con modalità informatiche alla Prefettura territoriale competente in base al domicilio del richiedente": lo straniero, accedendo via web all'indirizzo Test di conoscenza della lingua italiana , invia la domanda di partecipazione al test di italiano corredata delle informazioni necessarie allo svolgimento del test. Il richiedente sarà convocato entro sessanta giorni. Il test si svolgerà tramite modalità informatiche o - su richiesta dello straniero - prove scritte.
Le disposizioni del presente decreto si applicano a tutti gli stranieri che chiedono il rilascio del permesso di soggiorno Ce per soggiornanti di lungo periodo ai sensi dell' art. 9 del Testo unico (allegato a fondo pagina) , ed ai familiari per i quali può essere richiesto il permesso di soggiorno Ce per soggiornanti di lungo periodo, ai sensi del comma 1 del medesimo art. 9, salvo quanto previsto al comma 3.
Le disposizioni del decreto non si applicano ai figli minori di 14 anni e a coloro che presentano gravi problemi di apprendimento linguistico, per età, handicap o patologie, certificati da un medico.
L' articolo 4 del decreto evidenzia, inoltre, che non è tenuto allo svolgimento del test presso la Prefettura:
- Chi possiede un certificato di conoscenza dell'italiano a livello A2, un diploma di scuola media o superiore ottenuto in un istituto italiano, oppure chi frequenta un corso universitario, un dottorato o un master, oltre che dirigenti, professori universitari, traduttori, interpreti e giornalisti entrati in Italia "fuori quota"; il tutto dovrà essere corredato da copia autentica dei titoli di studio o professionali conseguiti e dei certificati di frequenza richiesti.
Per il test di italiano lo straniero si reca presso la sede e il luogo indicato nella lettera di convocazione. I risultati del test:
- sono registrati nella banca dati del Dipartimento per le Libertà Civili e 'Immigrazione
- vengono inviati alle Questure
- possono essere consultati dallo straniero sul web: Test di conoscenza della lingua italiana

Per ogni ulteriore chiarimento si rinvia:
-al testo completo della circolare consultabile sul sito del Ministero dell'Interno. Download
-alla notiiza sul sito del Ministero dell'Interno. Notizia

Data pubblicazione il 28/12/2011
Ultima modifica il 08/11/2018 alle 08:01

 
Torna su